Product by:
Susanna Garavaglia

Reviewed by:
Rating:
4
On 24 Giugno 2013
Last modified:4 Luglio 2016

Summary:

Finora avevo recensito cinque libri pubblicati da Stazione Celeste Edizioni, e tutti e cinque si erano rivelati libri di grande qualità, tanto che non mi ha stupido avere una sesta conferma con Stavolta sarò femmina, libro di Susanna Garavaglia del 2008.

Stavolta sarò femmina - Susanna Garavaglia (narrativa)Titolo: Stavolta sarò femmina.
Autore: Susanna Garavaglia.
Argomenti: narrativa, spiritualità.
Editore: Stazione Celeste Edizioni.
Anno: 2008.
Voto: 7.
Approfondimento: qui.
Dove lo trovi: MacrolibrarsiIl giardinoAmazon.

 

Finora avevo recensito cinque libri pubblicati da Stazione Celeste Edizioni, e tutti e cinque si erano rivelati libri di grande qualità: parlo di Uno di Rasha, Maestri nella nuova energia di Geoffrey Hoppe, Going deeper di Jean Claude Koven, Superanima Sette – La scuola celeste di Jane Roberts e Il manuale dell’errante di Claudia Rueckert.

Al di là delle preferenze individuali, soggettive per definizione, si tratta di testi con dei contenuti validi e importanti, tanto che non mi ha stupido avere una sesta conferma con Stavolta sarò femmina, libro di Susanna Garavaglia del 2008.

La seconda è una naturopata ed autrice, mentre il primo è un romanzo di genere spiritual-metafisico.
Evidentemente un genere che piace molto a Stazione Celeste Edizioni, visto che anche Going deeeper e Superanima Sette – La scuola celeste possono essere classificati in questo modo.

Qua abbiamo però un’autrice italiana, e un romanzo ambientato a Milano, tra vie reali e mondo metafisico.

Non svelo nulla della trama per chi volesse leggerlo, limitandomi a dire che la trama segue due punti di vista: uno nella nostra realtà, e segnatamente le vicende della protagonista, una quarantenne di nome Luce, e uno nel mondo spirituale, e segnatamente i pensieri di un’anima che si sta per incarnare… anzi, reincarnare, visto che era già stata qui.

La forma da romanzo, va da sé, è assai diversa da quella di un testo di crescita personale classico, e offre meno possibilità di discettare di questo o quell’argomento… pur tuttavia offre anche un vantaggio, ossia l’ancorare certi concetti-insegnamenti nel lettore con maggior forza evocativa, quella data dalla narrazione per l’appunto.

Ecco così che, pur in un contesto narrativo, si ha a che fare con cosette tipo reincarnazione, evoluzione animica, salto vibrazionale dell’umanità e del pianeta, emozioni e pensiero positivo, etc.

Forse a Stavolta sarò femmina manca la potenza evocativa di Superanima Sette – La scuola celeste, ma in compenso ha in dote una certa leggerezza e grazia, tanto che da un lato si legge con piacere, e dall’altro offre spunti di riflessione, spesso anche solo nei titoli dei capitoli.

In conclusione, anche Stavolta sarò femmina di Susanna Garavaglia mi ha soddisfatto, tanto che ne consiglio la lettura, specie se, come me, siete degli amanti del mix tra narrativa e crescita personale

A presto e tante belle cose a tutti.

Fosco Del Nero

Share Button

Altri articoli che potrebbero interessarti...