Product by:
Paramhansa Yogananda

Reviewed by:
Rating:
4
On 7 Maggio 2013
Last modified:15 Dicembre 2015

Summary:

Con Diario spirituale il numero dei libri recensiti di Paramhansa Yogananda sale a quota quattro, dopo Autobiografia di uno yogi, Come vincere le sfide della vita e Come essere sempre felici.

Diario spirituale - Paramhansa Yogananda (spiritualità)Titolo: Diario spirituale (Spiritual diary).
Autore: Paramhansa Yogananda e altri autori.
Argomenti: spiritualità.
Editore: Astrolabio.
Anno: 2009.
Voto: 7.
Approfondimento: qui.
Dove lo trovi: MacrolibrarsiIl giardinoAmazon.

 

Con Diario spirituale il numero dei libri recensiti di Paramhansa Yogananda sale a quota cinque, dopo Autobiografia di uno yogi, Come vincere le sfide della vita e Come essere sempre felici e Sussurri dall’eternità (e in rampa di lancio ci sono Come essere sani e vitali e 108 palpiti d’amore).

Anche se, a voler essere precisi e totali, se si contano i libri del suo allievo Swami Kriyananda, l’audiolibro di Autobiografia di uno yogi – Audiobook, e persino le ricette di Ananda Assisi (Il gusto della gioia), ispirate agli insegnamenti alimentari di Yogananda, per non parlare di video e audio sentiti qui e lì, il numero di volte cui mi sono accostato a quello che è unanimemente considerato uno dei più grandi maestri spirituali dello scorso secolo aumenta in modo deciso (giusto per dirne una, mentre scrivo la recensione sto ascoltando il cd di Kriyananda Music to awaken superconsciousness).

A voler essere sempre precisi, comunque, in questo libro Yogananda non è l’unico protagonista, e soprattutto non si tratta di un libro unitario, bensì di una raccolta di aforismi e insegnamenti disposti secondo argomenti, e uno per ogni giorno dell’anno.

Difatti, il sottotitolo di Diario spirituale è “una fonte d’ispirazione per ogni giorno dell’anno”.

Il libro è stato edito dalla Self Realization Fellowship, la comunità creata da Yogananda a Los Angeles (e poi in varie parti del mondo) , e poi tradotto anche in Italia da Astrolabio.

Dico subito che probabilmente questo, tra i cinque libri recensiti, è quello che ho gradito meno, per il semplice motivo che ritengo Yogananda molto più efficace e ispirante nello scritto lungo e discorsivo che non nel messaggio epigrammatico (in cui trovo più ispirante e toccante Osho, giusto per fare un confronto).

Stiamo parlando comunque di messaggi di un certo livello, e in questo senso sto un po’ facendo questioni di lana caprina: difatti, Diario spirituale contiene senza dubbio spunti validi e importanti, come mostrerò nell’articolo di approfondimento. La mia valutazione è più connessa dunque a un gusto soggettivo che non a un valore intrinseco, che c’è.

Tra gli altri, peraltro, si leggeranno anche Sri Yukteswar, ossia il guru di Yogananda, Lahiri Mahasaya, il guru del suo guru, e Sri Gyanamata, un’allieva di Yogananda (il cui nome di battesimo, giusto per la cronaca, era Mukunda Lal Gosh).

In conclusione, Diario spirituale piacerà senza dubbio a chi trova ogni singola cosa di Paramhansa Yogananda ispirante (e io sono tra questi), nonché a chi ama i libri con concetti, citazioni e aforismi brevi.
Gli amanti dei testi discorsivi, invece, forse farebbero meglio a orientarsi altrove… rimanendo su Yogananda, per esempio, al bellissimo e immortale Autobiografia di uno yogi.
Buona lettura.

Fosco Del Nero

Share Button