Product by:
Franco Battiato, Gianluca Magi

Reviewed by:
Rating:
1
On 22 Aprile 2019
Last modified:16 Maggio 2019

Summary:

La recensione odierna è dedicata al libro Lo stato intermedio, scritto dal duo Franco Battiato e Gianluca Magi...

Lo stato intermedio - Franco Battiato, Gianluca Magi (esistenza)Titolo: Lo stato intermedio.
Autore: Franco Battiato, Gianluca Magi.
Argomenti: esistenza, spiritualità, misticismo.
Editore: Arte di Essere Edizioni.
Anno: 2015.
Voto: 4.
Approfondimento: qui.
Dove lo trovi: MacrolibrarsiIl giardinoAmazon.

 

La recensione odierna è dedicata al libro Lo stato intermedio, scritto dal duo Franco Battiato e Gianluca Magi.
Del secondo ho letto e apprezzato diversi libri, Il gioco dell’eroe e Il dito e la luna (prima o poi seguirà anche I 64 enigmi, che già ho), mentre del primo non avevo mai letto niente… ma in compenso su questo stesso sito ho recensito il suo film-documentario Attraversando il bardo, oltre che averlo ascoltato come cantante (sono molto affezionato all’album Gommalacca).

Apprezzando ambo gli autori, ognuno nel suo ambito, son dispiaciuto per certi versi nel dover scrivere questa recensione, ma tant’è.

Intanto, gli estremi del libro: Lo stato intermedio è un libercolo di formato assai ridotto e dal numero di pagine ugualmente ridotto: ufficialmente sono 84.
La stampa è ben curata dall’editore, tanto che il libretto ha anche un copertina ben plastificata, le alette laterali e numerose immagini al suo interno, quando disegni e quando fotografie.

Esso contiene un breve saggio scritto da Gianluca Magi e poi un ancor più breve saggio scritto da Franco Battiato, entrambi sul tema del punto di mezzo tra morte e vita, e tra vita e morte. Siamo in ambito Libro tibetano dei morti, e infatti il Bardo thodol è citato più volte, così come altri testi similari.
È parimenti citato lo stesso film di Battiato Attraversando il bardo, di cui questo libretto sembra quasi un testo promozionale.

Gli argomenti sono interessanti, e i due personaggi non hanno bisogno di presentazioni… l’unica perplessità è come mai si siano prestati a quella che, leggendo commenti in rete, qualcuno ha definito “una truffa editoriale”, forse con termini un po’ forti ma certamente non andando troppo lontano dalla verità (e in questo senso sopraggiunge un grande punto di domanda sul lavoro dell’editore ma anche sul placet che per forza di cose vi hanno apposto i due autori).

Su 84 pagine ufficiali, 38 sono pagine di testo, 14 pagine contengono immagini e 7 sono pagine auto-celebrative sui lavori e i successi dei due autori; le restanti, semplicemente, sono pagine o mezze pagine bianche.
Si ricordi che il libro è un libretto di piccolo formato, e che all’interno di tale libretto, già piccolo in partenza, l’editore ha usato un carattere di dimensioni cospicue, ha aumentato i margini in modo da diminuire ulteriormente lo spazio di stampa e ha aumentato l’interlinea, in modo da ridurre il numero di righe per pagina: le righe per pagina sono 20, contro le 30-34 di media di un testo di formato standard.
Il risultato è che quelle 38 pagine di testo sarebbero forse 12 o 13 in una pubblicazione “normale”.
Si sta dunque pagando il prezzo di copertina per 12 paginette e alcune foto…

… vedete voi se ne vale la pena, sapendo che comunque, pur all’interno di così poco spazio, vi sono degli spunti di valore legati all’impermanenza della vita fisica.

La validità dei contenuti, per quanto mi riguarda, è convalidata anche da alcune citazioni importanti, che io stesso ho utilizzato negli anni nella pagina facebook: dal Dhammapada di Buddha ad Hakim Sanai, fino a Meister Eckhart.
Sono citati inoltre svariati lama tibetani, per quello che è in fin dei conti un opuscolo interessante e ben patinato…
… troppo poco, però, per giustificare una stampa del genere (quantità e qualità), specialmente contando che con la medesima cifra potete comprarvi, per fare un esempio, un libro di Osho.

Fosco Del Nero

Share Button

Altri articoli che potrebbero interessarti...