Product by:
Robert Shea, Robert Anton Wilson

Reviewed by:
Rating:
2
On 29 Settembre 2010
Last modified:15 Dicembre 2015

Summary:

La recensione presente è un poco particolare, visto che si riferisce a un libro che tecnicamente è un romanzo: il premiato L’occhio nella piramide, scritto da Robert Anton Wilson e Robert Shea.

L’occhio nella piramide - Robert Shea, Robert Anton Wilson (cospirazionismo)Titolo: L’occhio nella piramide (The eye in the pyramid).
Autore: Robert Shea, Robert Anton Wilson.
Argomenti: cospirazionismo, illuminati.
Editore: Shake Edizioni Underground.
Anno: 1975.
Voto: 5.5.
Dove lo trovi: MacrolibrarsiAmazon.

 

La recensione presente è un poco particolare, visto che si riferisce a un libro che tecnicamente è un romanzo.
Ho voluto comunque presentarlo sul sito per mettere come sempre, il maggior numero di frecce nella faretra dei miei lettori, lasciando poi a loro la scelta se approfondire o meno la lettura.

Il libro in questione è il famoso e premiato L’occhio nella piramide, scritto da Robert Anton Wilson e Robert Shea.
Argomento del libro: il complotto mondiale degli Illuminati.

Siamo dunque in pieno cospirazionismo, e difatti i nomi che circolano nel libro sono quelli tipici da David Icke: Weishaupt, De Molay, Kennedy, Roosevelt, Rothschild, Carlo Magno, Crowley, oltre che svariate presunte divinità o semitali dell’antichità (Osiride, Quetzalcoatl, etc).

Perché L’occhio nella piramide i nomi li fa, eccome.
Pur essendo mascherato da romanzo, difatti, il libro non si tira indietro, e le cose le dice.

Certo, di mezzo c’è una trama, dei personaggi fittizi e un’avventura, ma il succo rimane quello…

Occorre dividere tuttavia la valutazione in due parti differenti: quella del romanzo e quella del testo informativo-di saggistica (visto che ci sia avvicina molto).

Il romanzo a mio avviso non è eccellente, e anzi difficilmente interesserà a coloro che non sono già appassionati di cospirazionismo, sette massoniche o esoterismo.
Volendo valutare invece L’occhio nella piramide come testo informativo, allora forse sarebbe meglio orientarsi sui principali referenti in tale campo: lo stesso David Icke, per esempio, o Alex Jones, o ancora Bob Dean.

Insomma, secondo me questo è un testo di cui potete tranquillamente fare a meno… nonostante, lo sottolineo per dovere di completezza, la sua larga fama positiva e i premi da esso vinti.
Qualora decidiate di procedere, buona lettura, e fatemi sapere.

Fosco Del Nero

Share Button

Altri articoli che potrebbero interessarti...