Review of: Transurfing vivo
Product by:
Vadim Zeland

Reviewed by:
Rating:
4
On 11 Gennaio 2017
Last modified:13 Febbraio 2017

Summary:

Bentrovati.
La recensione di oggi è dedicata a Transurfing vivo di Vadim Zeland...

Transurfing vivo - Oltre i confini della Matrix - Vadim Zeland (legge di attrazione)Titolo: Transurfing vivo (Zhivoj Transjerfing).
Autore: Vadim Zeland.
Argomenti: esistenza, benessere, salute.
Editore: Macro Edizioni.
Anno: 2004.
Voto: 7.5.
Approfondimento: qui.
Dove lo trovi: MacrolibrarsiIl giardinoAmazon.

 

Bentrovati. La recensione di oggi è dedicata a Transurfing vivo di Vadim Zeland.

Premetto intanto che ho letto quasi tutti i libri di Zeland pubblicati finora in italiano, sarebbe a dire, in ordine di lettura: Lo spazio delle varianti, Il fruscio delle stelle del mattino e Avanti nel passato, La gestione della realtà, Le mele cadono in cielo, Scardinare il sistema tecnogeno.
E per non farmi mancare niente anche i Tarocchi dello spazio delle varianti.

Fin dall’inizio ho apprezzato il linguaggio e lo stile di Zeland, tanto scorrevole e curato da sembrare una sorta di saggistica poetica. E questo oltre ai contenuti, rivolti alla felicità e al benessere delle persone.

Col tempo, però, mi sono un po’ distaccato da filoni quali nuovo pensiero, legge di attrazione o transurfing, divenuti per me meno interessanti… pur se indubbiamente utili per il percorso evolutivo di tante persone.

Zeland, però, continuo a leggermelo perché mi piace…

… anche se, a dire il vero, in questo Transurfing vivo l’autore russo abbandona il tono discorsivo-poetico-narrativo della sua originale trilogia (poi espansa in molti altri libri), per approdare a tematiche decisamente più concrete, nonché per rispondere a domande dei suoi lettori, nonché per riportare ricette di cucina tra le varie appendici del libro.

Il motivo di tale cambio di stile è presto detto: nelle opere iniziali Zeland dice di essersi occupati dell’aspetto sottile, o energetico se si preferisce chiamarlo così, o esistenziale, mentre in questa si è occupato invece dell’aspetto concreto, materiale: cibo, acqua, pulizia del corpo, pratiche energetiche, etc.

Il risultato è che, dal punto di vista dello scorrimento della lettura, questo è probabilmente il più noioso tra i libri di Zeland, ma è pur vero che esso ha un grande valore nel far comprendere alle persone che i problemi interiori-energetici-esistenziali-spirituali hanno sempre e comunque un aggancio-corrispondenza fisica, e che tale corrispondenza fisica è il risultato del cibo che si mangia, dell’acqua che si beve, e in generale della pulizia o non pulizia del proprio corpo.

Un concetto non da poco, che peraltro trova fondamento in tante discipline esoteriche antiche (pure nei Vangeli, per dirne una).

In questo senso, il libro ha un grande valore, anche se poi temo che rimanga assai complesso, tanto nella questione acqua quanto nella questione cibo, riportando cose su cui peraltro non concordo troppo.

Ma, dettagli a parte, singole ricette a parte, Transurfing vivo di Vadim Zeland è un testo importante per ri-svegliare alla realtà delle cose, e difatti, se moltissimi lo hanno apprezzato, altri invece hanno reagito ad esso con fastidio o con paura, segno che il libro risveglia qualcosa… che si sia pronti o meno per accettarlo è un altro discorso.

Fosco Del Nero

Share Button

Altri articoli che potrebbero interessarti...