Product by:
Richard Bandler

Reviewed by:
Rating:
4
On 30 Giugno 2008
Last modified:15 Dicembre 2015

Summary:

Richard Bandler, nonché il suo libro La struttura della magia, non dovrebbe avere bisogno di presentazioni.

La struttura della magia - Richard BandlerTitolo: La struttura della magia (The structure of magic).
Argomenti: pnl, mente, psicologia, psicoterapia.
Autore: Richard Bandler.
Editore: Astrolabio.
Anno: 1975.
Voto: 7.
Dove lo trovi: Macrolibrarsi, Il giardinoAmazon.

 

Richard Bandler, nonché il suo libro La struttura della magianon dovrebbe avere bisogno di presentazioni… perlomeno, non in un sito avente per tematica lo sviluppo personale, di cui la programmazione neurolinguistica è uno dei più importanti alfieri.

Ad ogni modo, in tale sede mi limito a dire egli è uno dei due fondatori della Pnl, un uomo considerato da molti un genio e un eccellente ricercatore.
Per una descrizione più approfondita di cosa è e di come è nata la pnl, vi rimando all’articolo sul libro Come ottenere il meglio da sé e dagli altri di Anthony Robbins.

La struttura della magia è uno dei primi libri di programmazione neurolinguistica, non a caso considerato un classico (un altro grande classico è Usare il cervello per cambiare, sempre di Richard Bandler; tra i manuali di Pnl più recenti spicca invece l’ottimo Cambia vita in sette giorni di Paul McKenna).

Gli appassionati del settore dello miglioramento personale (sia lettori di manuali sia frequentatori di corsi di pnl) si ricorderanno certamente che la disciplina è nata sostanzialmente con i loro fondatori, Bandler e Grinder, che osservavano e studiavano il modus agendi di alcuni grandi terapisti del passato, Milton Erickson, Virginia Satir e Fritz Pearls, per cercare di capire come mai eccellevano nel loro lavoro.

Il meccanismo di studiare l’eccellenza per poi riprodurla (chiamato “modellamento“) è stato poi applicato a un’infinità di settori, dalla comunicazione efficace alla seduzione, alla vendita.
In La struttura della magia tale meccanismo viene spiegato, anche alla luce degli esempi pratici relativi ai terapisti di cui sopra.

Gli argomenti del libro sono estremamente interessanti, mentre gli strumenti concettuali proposti promettono grandi risultati.
Risultati che vanno però perseguiti e raggiunti dal singolo lettore con la pratica.

Il mio consiglio, tuttavia, è di cominciare a studiare la pnl da qualche testo più semplice de La struttura della magia di Richard Bandler: come introduzione (ma un’introduzione già fattiva e applicabile), vanno benissimo i tre libri citati sopra.
Buona lettura.

Fosco Del Nero

Share Button