Product by:
France Guillain

Reviewed by:
Rating:
4
On 30 Settembre 2019
Last modified:30 Settembre 2019

Summary:

Avevo a casa Il metodo France Guillain, scritto dalla stessa France Guillain, da diversi anni, ma non lo avevo mai letto perché ad occhio temevo mi annoiasse o risultasse poco utile...

Il metodo France Guillain - France Guillain (salute)Titolo: Il metodo France Guillain (Le méthode France Guillain).
Autore: France Guillain.
Argomenti: salute, bagni derivativi, benessere.
Editore: L’Età del’Acquario.
Anno: 2009.
Voto: 7.
Dove lo trovi: MacrolibrarsiIl giardinoAmazon.

 

Avevo a casa Il metodo France Guillain, scritto dalla stessa France Guillain, da diversi anni, ma non lo avevo mai letto perché ad occhio temevo mi annoiasse o risultasse poco utile.
In effetti è stato così, ma il fatto che non sia stato di grande utilità a me non significa che non lo sia per altri, e infatti la valutazione generale è discreta.

Tuttavia, l’inizio non è stato molto incoraggiante, e anzi ho avuto la forte tentazione di interrompere la lettura quando, a inizio testo, ho letto queste due frasi:
1. “Cosa si mangia? Di tutto”.
2. “Limitando il consumo della carne di animali e ringraziando questi di offrirmi la loro vita per consentirmi di conservare la mia”.

Il primo punto, tipico del paradigma onnivoro, contraddetto da anatomia, chimica, statistiche e studi medici, ossia da ogni elemento, significa che la persona non ha capito molto della questione alimentare e umana.

Il secondo punto, tipico del paradigma distruttivo-egoistico-violento, significa che la persona manca non solo di conoscenza e comprensione, ma anche di compassione… ma non totalmente, e infatti cerca di sistemarsi la coscienza con l’idea ipocrita per cui gli animali si siano offerti come cibo altrui. Tuttavia, personalmente non ho mai sentito un animale offrirsi, e sarei curioso di sapere come reagirebbero quelle persone se qualcuno uccidesse i loro figli, si nutrisse di loro e poi li ringraziasse per essersi offerti come cibo utile a mantenere la vita di qualcun altro. Ad occhio, credo non bene, e credo che parlerebbero di “assassinio”, non di “offerta”.

Ad ogni modo, France Guillain, famosa decisamente più per i bagni derivativi che non per l’alimentazione (I bagni derivativi, Il nuovo libro dei bagni derivativi), dopo aver sbandierato onnivorismo-qualunquismo e offerte votive, di fatto poi suggerisce un’alimentazione per buona parte vegetariana, e anzi tendenzialmente crudista, e integrale e biologica, in cui un grande ruolo viene assegnato a frutta e semi, e sottolinea anche il fatto, oggettivo, per cui i cibi cotti perdono gran parte delle loro proprietà nutritive.

E per correggere i difetti di base dell’alimentazione, o di qualcos’altro a livello di stile di vita, suggerisce poi due pratiche: i bagni derivativi, per l’appunto, e l’utilizzo dell’argilla.

L’utilizzo dell’argilla, in particolare, occupa una discreta porzione del testo, essendo con le sue 60 pagine il capitolo più lungo… e un po’ noiosetto, a dire il vero.
In tale speciale classifica di lunghezza segue con 58 pagine il pasto a 5 elementi, e poi con 28 pagine la preparazione del Miam-O-Fruit, la colazione/pranzo tanto raccomandata da France Guillan (contenente frutta, olio, succo di limone e semi – niente carne o pesce o latte – e che da quel che ho capito non è proprio una novità, ma una sua rielaborazione di una ricetta più vecchia di qualcun altro).

In effetti, la risposta dell’autrice a qualunque problema è sempre la stessa, ed è triplice: Miam-O-Fruit, bagni derivativi, argilla, ed è ripetuta come un mantra lungo tutto il testo.
Il che non è certamente male: un’alimentazione per buona parte vegetariana e cruda con la depurazione di bagni derivativi e argilla dovrebbe essere una buona triade… un poco impegnativa, forse, perché come per tutto occorre imparare e poi avere la voglia di praticare quotidianamente.
Personalmente, per esempio, anni fa avevo provato i bagni derivativi per alcuni mesi di fila, ma poi avevo smesso perché la cosa mi prendeva tempo, era scomoda, e non avevo riscontrato miglioramenti di sorta (ma è pure vero che non avevo nemmeno problemi, cosa che rende difficile notare miglioramenti).

Concludendo con Il metodo France Guillain: si tratta di un testo che propone cose ben note, dalla frutta al sole, dalla detossinazione alla vita naturale, e che ha cercato di unificarle in un metodo, per l’appunto; certo non esclusivo, e nemmeno impeccabile (vi sono alcuni errori pacchiani in realtà), ma senza dubbio molto avanti rispetto allo stile di vita medio, cosa che rende di fatto il testo potenzialmente utile per tantissime persone.

Fosco Del Nero

Share Button