Review of: Esegesi 2
Product by:
Igor Sibaldi

Reviewed by:
Rating:
3
On 7 Ottobre 2019
Last modified:10 Ottobre 2019

Summary:

Bentrovati.
Ecco un nuovo articolo di approfondimento, dedicato al video di Igor Sibaldi Esegesi 2 – La bellezza delle eresie.
Articolo non particolarmente lungo, ma va bene comunque...

Esegesi 2 - Igor Sibaldi (approfondimento)Titolo: Esegesi 2.
Autore: Igor Sibaldi.
Argomenti: religione, spiritualità.
Editore: Anima Edizioni.
Anno: 2011.
Voto: 6.5.
Recensione: qui.
Dove lo trovi: MacrolibrarsiIl giardinoAmazon.

 

Bentrovati.
Ecco un nuovo articolo di approfondimento, dedicato al video di Igor Sibaldi Esegesi 2 – La bellezza delle eresie.
Articolo non particolarmente lungo, ma va bene comunque.

La prima citazione è al contempo una statuizione e una domanda, relativa al fattore specchio che gli altri sono per noi.
“Gli altri sono quello che tu vuoi che siano.
Cosa vedi tu negli altri?”

Anche la seconda frase proposta chiama in causa il principio speculare, e nel dettaglio il rispecchiamento delle proprie limitazioni autogenerate.
“Tutto quello che voi vedete negli altri sono spiegazioni che voi date a voi stessi del perché siete arroccati nel vostro piccolo io.”

Passiamo al terzo brano di Esegesi 2, questo un poco più lungo, che prende le mosse da una frase del Vangelo di Giovanni e che contrappone il sé e il mondo, i due antichi rivali.
“Vangelo di Giovanni: “Abbiate fede: l’io vince il mondo”.
L’io ha vinto il mondo. Esagerato?
Non tanto: questa bestia, la civiltà, il nostro padrone, che ci marchia e ci obbliga a fare quello che vuole lui, lo costruiamo noi.
Se tu ci credi un po’ meno, lui diminuisce.
Se tu smetti di crederci, scompare.
In questo senso, l’io vince il mondo.”

Ancora sull’effetto riflesso del mondo fenomenico e sul fatto che il cambiamento esteriore segue quello interiore, tanto come punto di vista tanto come realtà vissute (il primo sicuro, il secondo probabilissimo).
“Se tu cambi te stesso, cambia di colpo tutto il mondo intorno a te.”

Procediamo oltre senza indugio.
Spendiamo ora due parole sul fatto che, se si è all’interno di un sistema, di una matrice, è difficilissimo scorgere confini, essenza e verità, cosa più facile quando dal sistema si esce.
“Quando si è all’interno di un sistema non si riesce a capire che cosa nel sistema sia fondato e cosa no.
Bisogna uscire dal sistema per capirlo; per sapere qual è la verità di un sistema bisogna essere fuori.”

Siamo arrivati all’ultima citazione estrapolata dal video (tutte dal video, nessuna dal libretto di accompagnamento): questa ci parla della paura, del cambiamento e della zona di confine, l’argomento centrale del dvd Esegesi 2.
“Tantissimi di noi hanno paura della paura.
Quando si avvicina un cambiamento, uno non ha paura del cambiamento; ha paura della paura del cambiamento. Di solito la paura della paura è immensa. E la paura semplice del cambiamento invece è tanto più piccola quanto più il cambiamento è vicino.
Si ha tanta paura prima del confine.
Sul confine – provate – la paura passa.
Quando cominciate a cambiare, vedrete che la paura diventa subito un ricordo.”

Con Esegesi 2 di Igor Sibaldi abbiamo così terminato.
Appuntamento a successivi articoli, e prima o poi anche ad Esegesi 3.

Fosco Del Nero

Share Button