Tarocchi delle luci fatate - Lucia Mattioli (carte)Titolo: Tarocchi delle luci fatate
Autore: Lucia Mattioli.
Argomenti: carte, tarocchi, divinazione.
Editore: Lo Scarabeo.
Anno: 2011.
Voto: 7.
Dove lo trovi: MacrolibrarsiIl giardinoAmazon.

 

Ora vi svelo una cosa: quando mi arrivano in mano dei tarocchi particolarmente belli e ispiranti, mi commuovo per la loro bellezza… che è sia bellezza fisico-estetica, ma anche bellezza esistenziale-esoterica.

Laddove la parola “esoterico” vuol dire, semplicemente, “nascosto”, “occultato”, ed è contrapposta alla parola “essoterico”, che viceversa significa “palese”, “rivelato”.

Probabilmente la dicotomia esoterico-essoterico trova pieno dispiegamento per i tarocchi, che agli occhi di chi non sa cosa rappresentano sono semplicemente dei mazzi di carte, buone per giocare a tresette o a briscola, mentre per chi si è appassionato ad essi sono uno specchio dell’esistenza e della vita dell’uomo (come tutto, peraltro, ma i tarocchi hanno il vantaggio di avere una codificazione di partenza e degli archetipi ben fissati).

Nel caso dei Tarocchi delle luci fatate, disegnati da Lucia Mattioli e recentemente editi da Lo Scarabeo, editore specializzato in carte, sono uno specchio particolarmente immaginifico, ricco, come testimonia il nome, tanto di luci quanto di presenze fatate, se non proprio di fate.

Nonostante la vocazione fantastica, il mazzo mantiene la struttura tipica dei tarocchi tradizionali: 22 arcani maggiori da un lato, con gli archetipi dell’evoluzione umana, e 56 arcani minori dall’altro, con scene di vita… in questo caso scene piuttosto surreali e fantasiose.

Tuttavia, questo mazzo vanta un’innovazione: ogni carta si unisce a un’altra carta, di cui costituisce la metà di un disegno, dando luogo, sia tra le due carte sia tra tutte le carte in generale, a degli accostamenti curiosi.

Le carte hanno dei disegni e dei colori bellissimi, e convincono, paradossalmente, più negli arcani minori che in quelli maggiori, che di solito sono invece molto più curati, e per i quali forse non sarebbe stata una cattiva un’idea una maggiore corrispondenza agli arcani tradizionali, se non proprio nelle fattezze quantomeno nelle energie di fondo.

Da citare anche il solito libriccino di accompagnamento, poco utile, mentre la confezione e le carte sono ben fatte e resistenti.

Ma questi sono dettagli, in fin dei conti; ciò che importa è che i Tarocchi delle luci fatate si rivelano mazzo bello e ispirato, già diventato uno dei miei preferiti, particolarmente adatto per letture intuitive… quasi a livello di oracolo data l’energia del mazzo.

Fosco Del Nero

Share Button

Altri articoli che potrebbero interessarti...