Product by:
SiColette Silvestre

Reviewed by:
Rating:
5
On 20 Maggio 2013
Last modified:15 Dicembre 2015

Summary:

Ho già letto diversi libri sui tarocchi, tra cui l’esotericissimo I tarocchi di Aleister Crowley, ma finora quello che mi ha trasmesso di più è stato Simbologia dei tarocchi di Colette Silvestre, che non a caso ho già letto due volte.

Simbologia dei tarocchi - Colette Silvestre (carte)Titolo: Simbologia dei tarocchi (ABC de la symbolique du tarot).
Autore: Colette Silvestre.
Argomenti: tarocchi, cartomanzia.
Editore: Hobby & Work.
Anno: 1987.
Voto: 8.
Approfondimento: qui.
Dove lo trovi: Amazon.

 

Ho già letto diversi libri sui tarocchi, tra cui l’esotericissimo I tarocchi di Aleister Crowley, ma finora quello che mi ha trasmesso di più è stato Simbologia dei tarocchi di Colette Silvestre, che non a caso ho già letto due volte.

Il libro, datato 1987, è considerato un classico sui tarocchi, e in particolare sui tarocchi di Wirth, mazzo di tarocchi tra i più utilizzati al mondo, creato da Oswald Wirth, uno studioso junghiano.

Come ho sottolineato altre volte, non c’è un mazzo di tarocchi in assoluto “migliore”: classici o meno che siano, sono un po’ come le bacchette di Harry Potter… ognuno deve trovare quella adatta a lui.
E magari leggersi qualche buon libro sul suddetto mazzo di tarocchi, e in generale sui tarocchi, visto che comunque gli archetipi quelli sono.

Da sottolineare che Wirth disegnò solo le lame maggiori, ritenendo inutili le lame minori, e difatti Simbologia dei tarocchi effettua una disamina dei soli arcani maggiori, visti come simboli-archetipi dell’evoluzione umana.

Dopo una breve introduzione sui tarocchi, l’autrice dedica alcune pagine ad ogni figura e al suo simbolismo, riuscendo pur in poche pagine per tarocco a trasmettere l’essenza del tarocco stesso.
Il libro poi termina con alcune stese consigliate.

Stese che, come Colette Silvestre sottolinea in diversi punti, hanno certamente più senso effettuate in chiave evolutiva che non in chiave divinatoria… peraltro, riflettendo così lo spirito originario dei tarocchi, probabilmente il più antico strumento di consapevolezza conosciuto (l’origine del libro di Thoth si perde nei misteri dell’Egitto esoterico-iniziatico).

Spirito “evoluzionistico” che tra l’altro rifletto io stesso nelle mie letture tarocchi.

Tornando a Simbologia dei tarocchi, si tratta di un libro breve, ma ricchissimo, che ogni appassionato di tarocchi dovrebbe leggere… e che probabilmente non farebbe male anche agli appassionati di crescita personale grazie ai suoi numerosi spunti.
Peccato per la difficile reperibilità…

Fosco Del Nero

Share Button

Altri articoli che potrebbero interessarti...