Newsletter

.

Archivio post

Ultimi Commenti

Contatore

Le interruzioni di schema

8 Dic 2008 | Crescita personale, Psicologia, Sviluppo personale

Product by:
Fosco Del Nero

Reviewed by:
Rating:
5
On 8 Dicembre 2008
Last modified:11 Dicembre 2018

Summary:

Oggi voglio postare un articolo su qualcosa di estremamente utile, che molte persone attuano inconsciamente e altre volontariamente, anche se la maggior parte non pratica per nulla. Sto parlando delle cosiddette interruzioni di schema.

Interruzioni di schema - Miglioramento personaleOggi voglio postare un articolo su qualcosa di estremamente utile, che molte persone attuano inconsciamente e altre volontariamente, anche se la maggior parte non pratica per nulla.

Sto parlando delle cosiddette interruzioni di schema.

Cosa sono le interruzioni di schema?

Molto semplice: si tratta di un cambiamento di qualche tipo, utile a interrompere un certo flusso negativo, pensiero o emozione che sia.

Vi è mai capitato di iniziare male la giornata, e di assistere poi a un evento negativo dietro l’altro, o semplicemente a continuare a rimuginare su questo o su quello, dando vita a una sorta di circolo vizioso?

Probabilmente sì, come probabilmente vi è successo anche il contrario: vivere una di quelle giornate di flusso in cui tutto è perfetto, succedono esattamente le cose che volete e quindi siete felici e contenti…

Ok, quando il circolo è virtuoso no problem: lasciamo che tutto scorra (sarei tentato di scrivere panta rei, ma mi limito…).
Quando invece il tutto ha una connotazione negativa, che fare??

È proprio in questo caso che ci servono delle belle interruzioni di schema!

Di qualunque tipo, fisica o mentale che sia, tanto tutto influisce su tutto, visto che l’uomo è un unicum indissolubile di corpo, mente e spirito, col risultato che, ovunque noi iniziamo ad agire, otteniamo risultati anche negli altri settori.

Ovviamente ognuno avrà preferenza per un certo tipo di interruzione piuttosto che un’altra.
Io, nel dubbio, vi propongo una lista di cosa da fare qualora siamo in stati negativi e vogliamo uscirne spezzando il ciclo.

– Cambiare fisiologia (semplice ed efficace).
– Fare qualche respiro profondo (altrettanto semplice: respirare in modo profondo è fantastico, ma occhio a non pasticciare con le tecniche di respirazione, che sono potentissime).
– Fare sport o comunque muoversi con l’attività fisica (efficacissimo).
– Uscire nella natura, parco o mare o bosco o montagna che sia (ottimo: la natura dà energia fisica e mentale).
– Ascoltare musica o cantare (ovviamente musica motivante e allegra; quella malinconica rafforzerebbe il dato di partenza).
– Fare esercizi di rilassamento, training autogeno, meditazione, visualizzazioni o simili (un modo eccellente per dirigere il cambiamento di stato fisico, mentale ed energetico).
– Fare esercizi di medicina energetica, yoga, pilates o simili (mens sana in corpore sano… non solo un modo di dire, posto che corpo e mente sono una cosa sola).
– Fare esercizi più specifici, tipo eft, hoponopono, circuiti radianti della gioia, etc (ovviamente se li si conosce!).
– Vedere un film o leggere un libro motivante o divertente (semplice e utilissimo per cambiare stato).
– Fare qualcosa che amiamo fare, dalla pittura allo scrivere, dal curare le piante a vedere la nostra collezione di farfalle (ciò che ci piace ci porta energia, ciò che non ci piace ce la toglie).
– Giocare col proprio animale o cucciolo, gatto, cane o pitone che sia (l’amore che nutriamo per i nostri animali di casa è impagabile, e naturalmente il nostro stato mentale ed energetico ne guadagna).
– Frequentare persone allegre, vivaci e positive (semplice, no?).
– Mangiare qualcosa di buono e sano, magari con qualcuno che amiamo o che ci piace (siamo quello che mangiamo e quello che pensiamo).
– Ammirare qualcosa di bello (un panorama, un dipinto, etc).

E di sicuro mi sto dimenticando infinite cose che sono utili da fare per spezzare un’emozione o un ciclo di pensieri negativi.
Anzi, se avete qualche suggerimento riguardo alle interruzioni di schema avanzatelo pure…

Per ora, sperando di esservi stato utile, vi saluto.

Fosco Del Nero

(Visited 1 times, 1 visits today)
Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo online...

5 Commenti

  1. Vitale

    Ma lo sai che ci siamo sicnronizati? Abbiamos critto un post molto simile!
    Io cmq questa fenomeno lo chiamo switch off – switch – over. Non l’ho letto da nessuna parte. L’ho battezzato così da quando ho imparato a resettare le emozioni negative che stanno sopraggiungendo (o pensieri neri) e a rimpiazzarle cons entimenti positivi e pensieri gai.
    Un bacio!

  2. Fosco Del Nero

    Eh, ormai dai pure i nomi ai fenomeni paranormali… sei troppo avanti, Vitale! :)
    Qualcuno la tecnica da te citata la chiama in altro modo, comunque… però non mi ricordo come al momento… era un termine inglese anche quello!
    Uff, l’alzheimer… :(
    Ok, ora torno alla casa di riposo, ciao ciao!

    Fosco Del Nero

    p.s. Comunque la coincidenza è bizzarra… ma tanto noi alle coincidenze non crediamo, per cui è tutto ok… :)

  3. Fosco Del Nero

    Flip switch… :)

    Fosco Del Nero

  4. Anita

    Ciao ragazzi,

    detto fatto, sono tornata a trovarti ed ecco che mi trovo il nostro arcobaleno di congiunzione…Vitale…ovviamente la vita è troppo fantasiosa per donarmi “solo” il dono della presenza di voi due..

    il post! Con la mia ultima paziente l’argomento era proprio come interrompere quello che io chiamo vortici elucubrativi…e mentre viaggiavo di ritorno avevo deciso di scrivere un post su questo argomento…ma prima volevo leggere le mails trovando te Fosco e ed indirettamente Te Vitale!

    Tutto quì? Certo che no, la secondogenita (15 anni) mi ha chiesto come Dono di Natale …un pipistrello ;-)) fino stasera non sapevo che si potessero acquisttare. Da piccola vivevo nei luoghi dove pipistrello era di normale “compagnia”. Lì adoro.

    Coincidenza pare sia termine matematico per definire che due angoli coincidono coprendosi…
    …quì le energie si sono sinergicamente fuse …!

    Un abbraccio quantico

    Anita

  5. Fosco Del Nero

    Ciao Anita, e benvenuta!
    Mi fa particolarmente piacere averti come ospite nel blog… :)
    Ma dai, quindi in tre stavamo pensando a un post su questo argomento? Che cosa strana… :)
    Quanto al pipistrello, è un po’ strano come regalo di Natale, ma vista l’immagine che mi sono scelto non dovrei dire niente sulle cose strane… :p
    Tu sei nata in Slovenia, se mi ricordo, bene, giusto?
    Tra l’altro dove vivo io di pipistrelli se ne vedono tanti perchè abito tra un parco e un centro sportivo, per cui è pieno di spazio e di alberi e loro la sera/notte volano indisturbati…
    Ok, un abbraccio, ciao ciao! :)

    Fosco Del Nero

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Logo Bellezza Amore Gioia
Banner pagina facebook
Banner "Il cammino del mago"
Banner canale youtube