Product by:
Dion Fortune

Reviewed by:
Rating:
5
On 28 Marzo 2022
Last modified:19 Maggio 2022

Summary:

L’approfondimento di oggi è dedicato a un libro davvero ricco di contenuti, nonché di energia sostenuta: "La battaglia magica d’Inghilterra", di Dion Fortune.

La battaglia magica d’Inghilterra - Dion Fortune (esoterismo)Titolo: La battaglia magica d’Inghilterra (The society of inner light).
Autore: Dion Fortune.
Argomenti: esoterismo.
Editore: Tre Editori.
Anno: 1939-1944.
Voto: 8.
Recensione: qui.
Dove lo trovi: Il giardino dei libri, Amazon.

 

L’approfondimento di oggi è dedicato a un libro davvero ricco di contenuti, nonché di energia sostenuta: La battaglia magica d’Inghilterra, di Dion Fortune.
Per la valutazione del testo vi rimando alla recensione, mentre qua leggeremo alcuni brani estratti dal testo in questione.

Data la grande mole di notevoli contenuti, la cernita sarà giocoforza spietata. Non importa: qua si leggerà qualcosa, molto perfino, e chi vorrà si leggerà tutto quanto per conto proprio.

La prima citazione riguarda i principi spirituali e la vita vissuta in relazione a essi.
“Alla luce dei principi spirituali possiamo condurre le nostre vite con fermezza e certitudine attraverso ogni crisi, e conoscere un senso di pace interiore e sicurezza che nessuna circostanza, neppure la morte stessa, è in grado di scuotere.”

Il secondo brano ci parla di pace e pacifismo, due cose ben diverse.
“Il pacifismo è troppo a senso unico per funzionare in un mondo imperfetto, e troppo spesso è stato usato come via di fuga dalla dura realtà.
Non è bene guardare dall’altra parte quando i briganti percuotono gli uomini onesti.”

Passiamo all’iniziato, che diviene un canale per le energie superiori che accoglie in sé.
“Un iniziato, in virtù della sua conoscenza e studio, è in contatto con le forze cosmiche, e fa di se stesso il canale per la loro manifestazione; la sua mente le seleziona e le dirige.
Questo è l’autentico Scettro di Diamante.”

Passiamo oltre, con un monito antico ma sempre moderno: le forze occulte che agiscono di nascosto a danno dell’umanità.
“Secondo la mia opinione, siamo alle prese con definite forze occulte impiegate contro l’anima di gruppo delle nazioni, e che trovano canali d’espressione attraverso il subconscio di persone influenzabili, carenti di principi spirituali.
Sono convinta che non siamo il solo gruppo impegnato a trasmettere alla mente subconscia della razza; e che, così come noi ci siamo rivelati capaci di infondere potere spirituale, altri, usando metodi simili, stanno cercando di minare il nostro morale.
Questa è una faccenda seria, e non dobbiamo mancare di affrontarla.”

Continuiamo con le citazioni tratte da La battaglia magica d’Inghilterra: ancora sull’iniziato, e sulla sua centratura.
“Due cose caratterizzano l’iniziato: il potere di attendere immobile e il potere di bastare a se stesso.
Finché non impariamo come restare immobili, sia fisicamente che mentalmente, non possiamo gestire il potere; e finché non sappiamo come bastare a noi stessi imperfetto equilibrio soddisfazione, non possiamo portare a compimento il lavoro che deve essere svolto in polarità.”

La forza interiore emerge quando se ne ha più bisogno… altrimenti, sono drammi.
“Quando un uomo si trova in pericolo, i suoi impulsi primitivi prendono il controllo e ne dirigono le azioni in proporzione al grado di organizzazione della sua mente conscia.
In persone dalla mentalità non sviluppata, il panico è facilmente inducibile, laddove invece l’abitudine alla disciplina, in coloro che ne sono avvezzi, li aiuta a mantenere la fermezza anche in faccia alla morte.”

Il brano successivo ci parla dell’aura e della sua valenza difensiva.
“Così come il rifiuto del peccato costituisce un forte scudo contro le influenze morali dannose, la superficie dell’aura è resistente quanto quella di uno specchio se rafforzata per la difesa, perché la cittadella dell’anima può essere soltanto tradita dall’interno.
Quando reagiamo a un attacco, apriamo i cancelli; se non reagiamo, le forze scagliate contro di noi si ritraggono dalla superficie vitrea dell’aura e ritornano a coloro che le hanno scagliate, dome una bomba antiaerea inesplosa.”

La Nuova Era e la Nuova Umanità: le cose stanno man mano maturando…
“La Nuova Era richiede un nuovo spirito, ed è ormai piuttosto chiaro che il nuovo spirito non proverrà dall’alto; salirà dalle profondità del subconscio razziale.
Come possono coloro che non occupano una posizione di rilievo giocare il loro ruolo nell’avvento della Nuova Era? Privi di guida, disorganizzati, senza mezzi attraverso i quali far sentire la loro influenza sugli interessi acquisiti e il ben organizzato macchinario della politica, cosa possono fare per modificare il corso degli eventi?
Sul piano fisico, poco o nulla; ma nel regno dell’Invisibile possono esercitare una potentissima influenza qualora facciano uso di quella conoscenza che è potere: l’antica segreta saggezza dei Mistici.”

Personalità fisica, anima e reincarnazione.
“Considerate la personalità dell’incarnazione, guardatela in prospettiva: rendetevi conto che l’evoluzione si distende innanzi a voi come dietro le vostre spalle, e la vita della personalità non è che il giorno tra un sonno e l’altro. Guardatela in prospettiva e in proporzione. Avete posseduto molte personalità, e molte ancora ne possederete. Le personalità sono effimere.
C’è soltanto una cosa importante riguardo la personalità: che dovete elaborare la vostra misura di esperienza evoluzionistica nel breve spazio tra la nascita e la morte. E come farete? Comprendendo quale genere di personalità vi è stata data per svolgere il vostro lavoro in questa vita, e come dovete impiegarla per sfruttare al meglio l’opportunità di sviluppo e progresso concessavi.”

Forza interiore e compiti affidati sono progressivi.
“A nessuno vengono affidati compiti di portata cosmica finché non sia stato messo alla prova in quelli mondani.
Non è agli incapaci, i disorganizzati o gli ambiziosi che tali responsabilità saranno affidate.”

Ancora sul maestro-insegnante-iniziato e sul suo percorso.
“È una legge dei Misteri che nessuno possa accedere a un grado superiore se prima non ha istruito il suo successore e non gli ha delegato l’incarico.”

Viene ora una citazione assai significativa, riguardo l’ideale spirituale, che va alzato come una bandiera.
“Sostenete l’ideale, poiché se lo innalzate come un vessillo esso potrà, con la sua autentica bellezza e verità, attrarre a sé ogni uomo; e noi possiamo attrarre, laddove siamo incapaci di persuadere.
I Maestri hanno bisogno di quanti sanno stare a testa alta innanzi a loro e al mondo, e farsi loro interpreti presso l’umanità, per mezzo della parola e dell’esempio.”

Compassione, amore, preghiera e devozione.
“Ricordate sempre che la devozione è la chiave di volta dell’intero edificio: che tutti noi siamo manifestazioni della Vita Divina; parte di Dio, e tutte le nostre azioni e i nostri scopi debbono esistere in relazione a questo fatto; che la nostra manifestazione mondana è la proiezione del Logos sui piani di coscienza. Che Dio cresce attraverso di noi. Che per mezzo delle nostre azioni noi aiutiamo o intralciamo il progresso di Dio; la nostra esistenza ha origine in Dio.
Ogni istante di vita dev’essere in relazione con Dio, perché noi siamo parte di Lui.”

È cosa ben nota: nel percorso interiore lo sforzo conta molto, tanto quanto il risultato.
“Noi valutiamo lo sforzo quanto il conseguimento, ma non dimentichiamo di valutare il conseguimento quanto lo sforzo.
Imparate a riconoscere il fallimento quando lo vedete e a scoprirne le ragioni. Poiché allora trarrete dal fallimento il potere, e ve ne nutrirete.”

Mondo materiale e mondo spirituale; Dio e Mammona.
“Non seguite troppo attentamente il ritmo dell’ingranaggio della vita; voi siete chiamati a servizi più alti di quelli mai richiesti ad altra persona.
Laddove i differenti doveri vengono a collisione, seguite il dovere più nobile.”

La cosa più importante tra tutte è lo stato di coscienza: in realtà è l’unica cosa importante.
“Contate sui valori spirituali, sugli stati di coscienza. Altrimenti, sarete come colui che pur avendo tutto, essendo malato non può nutrirsi; o, essendo storpio, non può indossare ricche vesti; e se aveste ricchezze e case ma niente Dio, lo spirito dell’uomo che è in voi languirebbe assetato e, eretto in mezzo al campo, piangerebbe sulla sterile terra; e se possedeste tutta la sapienza e tutti i libri, ma gli occhi dello spirito fossero chiusi, sebbene padroni di tutta la saggezza non ne comprendereste il valore; ma avendo anteposto a voi stessi i valori dello spirito, ricevereste le cose dello spirito.”

Il popolo ha sempre i governanti che si merita: è legge esistenziale.
“Nessun capo può essere tale se coloro che egli guida non lo seguono.
È lo spirito della razza a generare i capi; coloro che parlano con un altro afflato sono voci che gridano nel deserto, dove non c’è nessuno che possa udire.”

Morte, abbandono e rinascita.
“Arrendetevi al Distruttore, quando egli vi chiama, fermi e sicuri nella speranza di una gloriosa resurrezione.
La morte, come la nascita, segna l’ingresso in una nuova vita, e nulla più si dovrà temere o rimpiangere.”

L’ultima citazione è bellissima, e riguarda coloro che hanno la forza di rimanere svegli durante le ore più buie della notte collettiva.
“È più difficile restare di guardia durante la notte che avanzare verso l’alba.
C’è una benedizione di natura speciale per coloro che sono rimasti di guardia durante la notte.”

Abbiamo concluso l’articolo di approfondimento dedicato all’ottimo La battaglia magica d’Inghilterra di Dion Fortune.
Alla prossima occasione.

Fosco Del Nero

Share Button
(Visited 1 times, 1 visits today)