Review of: Il reiki
Product by:
Flavio Cidonio, Enrica Pazi

Reviewed by:
Rating:
3
On 8 Luglio 2009
Last modified:15 Dicembre 2015

Summary:

Oggi recensisco un libro su un argomento che da tempo solletica la mia curiosità, ma di cui non avevo finora affrontato nulla: il reiki.

Il reiki - Flavio Cidonio, Enrica PaziTitolo: Il reiki – I canali dell’energia universale.
Argomenti: reiki, benessere, salute, energia, pranoterapia.
Autore: Flavio Cidonio, Enrica Pazi.
Editore: Xenia.
Anno: 2007.
Voto: 6.5.
Dove lo trovi: Il giardino dei libri, Amazon.

 

Oggi recensisco un libro legato a un argomento che da tempo solletica la mia curiosità, ma di cui non avevo affrontato nulla né a livello pratico né a livello teorico: il reiki.

Il sottotitolo del libro darà forse una maggiore idea di ciò di cui si tratta al lettore ignaro di cosa sia il reiki: I canali dell’energia universale.

Il reiki, per essere sintetici, consiste in una pratica di benessere, tanto fisico quanto mentale (qualcuno ha ancora dei dubbi che le cose siano slegate? E come potrebbero, tra l’altro, visto che è impossibile dimostrare la separazione dei due fattori, mentre la loro unione è talmente palese che non va nemmeno argomentata), che l’operatore di reiki può applicare su di sé o sugli altri.

Lo scopo, come detto, sarebbe la guarigione, sia fisica sia psicologica, intesa dunque come un riequilibrio delle energie sottili che compongono l’essere umano.

Il concetto di partenza è proprio quello delle energie, visto che la visione dell’universo che sta alle spalle del reiki (come peraltro di molte altre metodologie-teorie-discipline) è proprio quella di un universo di tipo energetico-olistico, in cui ogni cosa è composta di energia (cosa che tra l’altro ha dimostrato anche la scienza occidentale, per chi ancora non se ne fosse accorto) e in cui dunque con la “manipolazione” dell’energia è possibile cambiarne l’equilibrio, naturalmente allo scopo di risolvere un disequilibrio.

Il reiki è stato scoperto (ma in questi casi si tratta sempre di ri-scoperte, più che di invenzioni vere e proprie) da tale Mikao Usui intorno al 1850, il quale ha elaborato un sistema che si basa su varie tecniche, tutte basate sulla ricezione dell’energia universale e la sua trasmissione tramite le mani dell’operatore.

Le cui mani agiscono su vari livelli: l’aura della persona che riceve il trattamento di reiki (in realtà vi è più di un corpo energetico), i chakra, i canali di flusso energetico, i simboli reiki, etc.

Possibile, peraltro, trattare esseri umani, animali, cibi, piante, farmaci, etc

Aggiungo, in chiusura di recensione, due cose.
La prima è che il testo parla anche dei fiori di Bach (Edward Bach) e della cristalloterapia, pratiche che si basano sullo stesso criterio di partenza del reiki: tutto nell’universo è vibrazione (realtà scientifica anch’essa), e dunque ogni cosa ha un suo livello di vibrazione (dai colori ai suoni, dai metalli alle persone, etc), che influirà inevitabilmente sul livello di vibrazione di ciò che le sta intorno.

La seconda cosa è che, due giorni dopo aver letto questo mio primo libro sul reiki, ed essendo molto interessato all’argomento e ad un’esperienza pratica, mi contatta inaspettatamente una persona per propormi un corso di reiki da farsi un mese dopo… c’è senza dubbio chi parlerebbe di legge di attrazione, di vibrazione, di magnetismo, di divina provvidenza, di “maestro che compare quando l’allievo è pronto”, etc… stiamo a vedere.

Quanto al libro, contiene descrizioni dettagliate e illustrazioni di quanto detto, ma ovviamente tale rimane, un libro; se la curiosità è stimolata, dunque, occorre fare un passo in più e spostarsi dalla teoria alla pratica.

Fosco Del Nero

Share Button

Altri articoli che potrebbero interessarti...