Product by:
Erik von Markovik/Mystery

Reviewed by:
Rating:
3
On 19 Luglio 2009
Last modified:15 Dicembre 2015

Summary:

Essendomi da tempo avvicinato al mondo della pnl e della comunicazione latu sensu, avevo sentito parlare, e spesso, del settore della seduzione (da Ross Jeffries a Mystery, da Neil Strauss a David De Angelo), che però non avevo mai preso in esame direttamente.
Ho deciso dunque di provare, leggendomi probabilmente il libro più importante del settore, ossia Il metodo Mystery di Erik von Markovik, alias Mystery...

Il metodo Mystery - Erik von Markovik/MysteryTitolo: Il metodo Mystery (The Mystery method).
Argomenti: comunicazione, seduzione.
Autore: Erik von Markovik/Mystery.
Editore: Tea.
Anno: 2006.
Voto: 6.
Dove lo trovi: Macrolibrarsi, Il giardino, Amazon.

 

Essendomi da tempo avvicinato al mondo della pnl e della comunicazione latu sensu, avevo sentito parlare, e spesso, del settore della seduzione (da Ross Jeffries a Mystery, da Neil Strauss a David De Angelo), che però non avevo mai preso in esame direttamente.

Ho deciso dunque di provare, leggendomi probabilmente il libro più importante del settore, ossia Il metodo Mystery di Erik von Markovik, alias Mystery, per l’appunto, figura a dir poco nota tra gli appassionati.

Mi sono trovato tra le mani un libro di media lunghezza, denso di informazioni e assai ben schematizzato.

Mystery, che è chiaro e ha un approccio praticamente scientifico alla seduzione, suddivide il “gioco” in tre parti: attrazione, comfort e seduzione, ognuna delle quali a sua volta suddivisa in tre sottolivelli.

Per ogni sottolivello, delle cose da fare e dei comportamenti da tenere, con tanto di suggerimenti specifici e di spiegazioni sul perché delle cose.

Il risultato finale è una sorta di corpus di regole e sottoregole, di possibilità e di reazioni, che il buon seduttore dovrebbe tener presente, naturalmente se vuole massimizzare le sue possibilità di successo.

Ecco il mio modesto parere sul testo.
Le testimonianze sul funzionamento del metodo sono numerose, per cui lascio a ciascuno, eventualmente, il provarlo e testarlo sul campo.
Molto probabilmente, tuttavia, il “target” americano è assai differente da quello italiano o di altre culture, per cui il metodo andrebbe tarato in qualche misura.

Ma, soprattutto, l’approccio meccanicistico e scientifico di Mystery e allievi a mio avviso oscilla tra il triste e il freddo, laddove tutto è visto nell’ottica di:
– prima fare esperienza sul campo (con le persone che in pratica fungono da cavie),
– poi massimizzare le possibilità di successo (con le persone che in tal caso fungono da vittime).

Il punto è dunque la prospettiva che si ha in partenza, non tanto l’applicare la regola dei tre secondi, o il giusto rompighiaccio, la finte scadenze programmate, l’escalation della cino, i test di ubbidienza, le dvs (dimostrazioni di valore superiore), gli idi (indicatori di interesse), il congelamento, etc.

Con tutto che, nel testo, ho trovato molti principi, concetti e comportamenti utili, peraltro corrispondenti ad episodi passati (cosa che immagino sia nell’esperienza di tutti in un senso o nell’altro).

La mia filosofia, dunque, è: prendi quello che c’è di buono e ignora tutto il resto (in questo caso l’atteggiamento da maschio alfa conquistatore, a mio avviso molto gretto… che inevitabilmente attrarrà una controparte di qualità similare).

Fosco Del Nero

Share Button