Product by:
Annie Besant, Charles Leadbeater

Reviewed by:
Rating:
4
On 26 Marzo 2014
Last modified:26 Marzo 2014

Summary:

La settimana passata ho pubblicato la recensione del classico dell’esoterimo e della teosofia Le forme pensiero, di Annie Besant e Charles Leadbeater.
Ogni siamo qui col consueto articolo di approfondimento, con alcuni spunti tratti dal suddetto libro.

Le forme pensiero - Annie Besant, Charles Leadbeater (esoterismo)Titolo: Le forme pensiero (Creation of the world).
Autore: Annie Besant, Charles Leadbeater.
Argomenti: esoterismo, teosofia.
Editore: Anima Edizioni.
Anno: 1905.
Voto: 7.
Recensione: qui.
Dove lo trovi: MacrolibrarsiIl giardinoAmazon.

 

La settimana passata ho pubblicato la recensione del classico dell’esoterimo e della teosofia Le forme pensiero, di Annie Besant e Charles Leadbeater.
Ogni siamo qui col consueto articolo di approfondimento, con alcuni spunti tratti dal suddetto libro.

Cominciamo da una sintetica descrizione dell’uomo e dei suoi corpi.
“L’Uomo, il Pensatore, è rivestito da un corpo composto di innumerevoli combinazioni di materia sottile del piano mentale. Questo corpo è più o meno raffinato nelle sue parti e componenti, più o meno completamente organizzato per l’adempimento delle sue funzioni, conforme al grado di sviluppo intellettuale raggiunto dall’individuo stesso.
Il corpo mentale è un organo di meravigliosa bellezza; la delicatezza e la rapidità di movimento delle particelle di cui è composto gli danno l’apparenza di una luce iridescente piena di vita; e man mano che l’intelletto si evolve, proponendosi scopi ed interessi sempre più puri e sublimi, questa bellezza diventa di una radiosità veramente trascendentale.
Ogni pensiero mette in movimento una serie di vibrazioni correlative nella materia del corpo mentale, accompagnata da un gioco di colori meraviglioso, come lo zampillo di una fontana illuminata dal sole, ma portato all’ennesimo grado di delicatezza e vivacità di colore.”

Da questa premessa deriva quanto segue riguardo alla percezione dell’esistenza e della vita.
“Ogni individuo si muove nello spazio, racchiuso in una specie di gabbia di costruzione propria, circondato da una massa di forme pensiero, che sono il frutto delle sua abituali attività mentali.
Attraverso tale ambiente egli osserva il mondo, e naturalmente colorisce tutto con il suo colore predominante; anche le vibrazioni che gli giungono dall’esterno sono sempre più o meno modificate dal grado vibratorio del suo ambiente.
Così avviene che l’uomo non vedrà mai nulla con precisione, finchè non avrà raggiunto il completo dominio dei propri sentimenti e dei propri pensieri, visto che le sue osservazioni dovranno tutte passare attraverso il filtro dell’ambiente mentale, il quale deforma e scolorisce ogni cosa come uno specchio difettoso.”

A tale fatto Charles Leadbeater e Anne Besant aggiungono questo concetto:
“Non dimentichiamo mai l’esistenza di questo lato nascosto della vita: ogni azione, parola o pensiero ha la sua ripercussione nel mondo invisibile, che ci è tanto vicino, e generalmente queste ripercussioni invisibili hanno una importanza assai maggiore dei risultati visibili sul piano fisico.
Il saggio si regola in conseguenza di questo suo sapere e tiene conto di tutto il mondo in cui vive e non solo del suo guscio esterno. Evita così moltissimi guai, e non solo rende la propria vita più felice, ma riesce anche più utile al suo prossimo!
Ciò implica una grande conoscenza, quella conoscenza che è potere.”

Come utilizzare questa informazione non da poco?
Come sempre, tutto sta a noi e alle nostre scelte.
Ecco cosa può succedere in una lunga citazione, ma meritevole di lettura.
“Le forme pensiero dirette verso un dato individuo producono effetti ben determinati, i quali o si ripercuotono parzialmente sull’aura del ricevente oppure ne vengono respinte.
La forma di un pensiero di amore o di protezione, diretto con forza verso un essere amato, muove verso l’oggetto e rimane nella sua aura quasi come scudo, come agente protettore. Tale forma-pensiero cercherà tutte le occasioni per rendersi utile, per proteggere e difendere, e ciò non per atto di volontà propria, ma in ubbidienza cieca all’impulso che l’ha creata. Avrà inoltre il risultato di rafforzare le correnti benefiche che circolano in quell’aura e d’infiacchire quelle malefiche che potrebber eventualmente trovarvisi.
Così possiamo creare e mantenere dei veri angeli custodi presso coloro che amiamo, e più d’una madre – con le sue preghiere per il figlio lontano – ha formato delle vere barriere di protezione intorno a lui, pur non sapendo in qual modo le sue preghiere fossero state esaudite.
Nel caso in cui i pensieri, sia buoni sia cattivi, vengono proiettato verso determinate persone, prima di adempiere completamente alla loro missione dovranno trovare nell’aura di chi li riceve il materiale adatto a rispondere alle loro vibrazioni. Nessun impasto di materia può vibrare all’infuori di determinati limiti, e se la forma-pensiero si trova oltre i confini entro i quali l’aura può vibrare non potrà avere su di essa effetto alcuno.
Anzi, verrà da essa respinta e rimbalzerà verso chi l’ha generata, con energia proporzionata alla forza impiegata per proiettarla.
Da ciò proviene il detto che un cuore puro ed una mente elevata sono i migliori protettori contro possibili aggressioni; essi costruiranno un corpo astrale ed un corpo mentale di materia fine e sottile, tale da non poter rispondere alle vibrazioni di materia pesante e grossolana. Se un pensiero cattivo, proiettato a scopo malefico, viene ad urtare contro un corpo puro come quello or ora descritto, esso viene respinto e rimbalza con tutta la sua energia lungo la linea magnetica che offre la minor resistenza, cioè sul percorso appena compiuto, sicché ritorna a colui che l’ha generato e lo colpisce.
Costui, avendo nei suoi corpi astrale e mentale materia simile a quella della forma-pensiero da lui creata, ne risente vibrazioni corrispondenti e soffre lui stesso degli effetti distruttivi che aveva sperato d’infliggere ad altri.”

Ed ecco che potere abbiamo, descritto in un’altra citazione ugualmente lunga e importante.
“Sopra ogni piano del suo sistema solare il nostro Logos riversa luce, forza e vita, ma naturalmente è sui piani superiori che questa effusione di forza divina riesce più facile e più completa.
La discesa da ciascun piano a quello inferiore comporta una limitazione quasi paralizzante, la quale però riesce assolutamente incomprensibile a tutti, salvo a coloro che già hanno provato le possibilità superiori della coscienza umana.
In tal modo la vita divina scorre assai più pienamente sul piano mentale che su quello astrale; tuttavia, anche il suo fulgore a livello mentale è inferiore alla gloria ineffabile che raggiunge sul piano buddhico.
Normalmente ciascuna di queste onde possenti si sparge sul piano che le è proprio, diremmo quasi in senso orizzontale, senza passare nell’oscurità di un piano inferiore a quello cui era destinata in origine. Vi sono tuttavia condizioni speciali che permettono alla grazia ed alla forza appartenenti ad un piano superiore di espandersi almeno in parte in un livello inferiore, diffondendosi con effetto meraviglioso.
Ciò si avvera più facilmente quando viene aperto mentalmente un canale apposito, il che non può essere fatto che dal bsso, con uno sforzo speciale dell’individuo.
Quando un pensiero o un sentimento è puramente altruistico, l’energia che esso emana sgorga in curve così ampie che non può più tornare al punto di partenza,e si apre invece un varco nel piano superiore, il quale con la sua dimensione gli offre la possibilità di espandersi maggiormente. Però, aprendo questo varco, il pensiero o il sentimento spalanca una porta e fornisce così il canale adatto affinchè la forza divina possa riversarsi in quello inferiore, con risultati meravigliosi non solo per l’autore del pensiero ma anche per gli altri.
Un fiotto infinito di forza di tipo superiore è sempre pronto in attesa di riversarsi sull’umanità attraverso il primo canale che gli si presenta.
Il risultato prodotto dalla discesa della vita divina è quello di fortificare l’autore del canale, elevandolo spiritualmente e spargendo tutt’intorno a lui una influenza possente e benefica.”

Tutto chiaro, no?

Con Le forme pensiero di Annie Besant e Charles Leadbeater abbiamo così terminato.
Buone forme-pensiero a tutti.

Fosco Del Nero

Share Button