Product by:
Jacopo Fo

Reviewed by:
Rating:
4
On 13 Ottobre 2010
Last modified:15 Dicembre 2015

Summary:

Quest’oggi propongo un’altra conferenza audio scaricata da internet, e precisamente dal sito Ifeelgood.it. Il file audio porta il nome di 1000 motivi per cui è meglio ridere che piangere e vede come protagonista Jacopo Fo.

1000 motivi per cui è meglio ridere che piangere - Jacopo Fo (benessere personale)Quest’oggi propongo un’altra conferenza audio scaricata da internet, e precisamente dal sito Ifeelgood.it, portale gestito da Leonardo Di Paola e Viviana Taccione dedicato al mondo dello sviluppo personale ad ampio raggio (molto si ricorderanno di loro per via dell’iniziativa di Zen to done).

Questa è la loro prima conferenza che ascolto, e devo dire che sono capitato bene, visto che l’ospite era uno di quelli che hanno tante cose da dire: Jacopo Fo, scrittore, comico, fondatore della scuola di Alcatraz, etc.

Il file audio porta il nome di 1000 motivi per cui è meglio ridere che piangere.

Fo parte dalla connessione tra umorismo e formazione, raccontando di come le sue lezioni di formazione sono poi divenute spettacoli teatrali; collegamento non certo inutile, dato che è provato che una buona disposizione di spirito aumenta enormemente le capacità di apprendimento.

In generale, comunque, dice lo scrittore, ridere fa bene, fisiologicamente ed emotivamente, come ormai è assodato: le persone allegre vivono di più e meglio, e sanno cogliere le cose belle della vita (come confermano libri come Fattore fortuna o L’ottimismo logico).

Inoltre, aggiunge Fo, l’ironia è un segno di intelligenza.
L’ironia, anzi, aiuta a prendere bene la vita, che è essa stessa ironica e paradossale.

Questa visione delle cose si contrappone in modo molto netto ai luoghi comuni di impronta passata per cui “risus abundat in ore stultorum” e per cui le persone in gamba e affidabili sono quelle serie, idee che Fo si compiace stanno passando di moda, segnando un passaggio da una società seriosa-repressiva-battagliera-militaresca a una società più ironica e gioviale.

Così come l’essere seri, continua poi Jacopo Fo, vi sono altre cose che sono state eccessivamente caricate e complicate, come il sesso, l’affetto e il contatto fisico, etc.

Persino la respirazione, dice lui, è stata allontanata dal dato naturale, con quello che è il regolatore per eccellenza del respiro e del ritmo vitale (lo sbadiglio) che è stato reso una cosa socialmente sconveniente e da evitare.

Fo chiude la conferenza parlando infine di miglioramento personale, e sottolineando, dal suo stesso caso personale, come i più grandi ottenimenti nella vita nascano da un periodo di crisi, diventato poi un’opportunità di cambiare e infine un’effettiva crescita di sé e della propria esistenza.

Occorre dunque affrontare i propri problemi e vivere la vita dandosi da fare, senza deprimersi adattandosi a un’esistenza mediocre.
In tal senso, abbiamo da una parte i depressi, e dall’altra gli entusiasti.
La differenza tra loro sta solo nel fatto che i secondi hanno dei sogni e una passione da portare avanti.

Conferenza audio molto bella e motivante questa con Jacopo Fo, una delle più ispiranti che abbia sentito finora (e che ha dunque contribuito, come altre, a migliorare i miei spostamenti in macchina); belle idee e bel personaggio.

Fosco Del Nero

Share Button

Altri articoli che potrebbero interessarti...