Product by:
Jane Roberts

Reviewed by:
Rating:
3
On 22 Aprile 2014
Last modified:15 Dicembre 2015

Summary:

Alcuni forse si ricorderanno la recensione di Superanima Sette - La scuola celeste, romanzo di Jane Roberts di tipo metafisico, ossia commistione, e pure piuttosto forte, tra narrativa e spiritualità.
Oggi recensisco il seguito: Superanima Sette - Le porte della rinascita.

Superanima Sette - Le porte della rinascita - Jane Roberts (esistenza)Titolo: Superanima Sette – Le porte della rinascita (The further education of Oversoul Seven).
Autore: Jane Roberts.
Argomenti: spiritualità, narrativa, esistenza.
Editore: Edizioni Stazione Celeste.
Anno: 1979.
Voto: 6.5.
Approfondimento: qui.
Dove lo trovi: MacrolibrarsiIl giardinoAmazon.

 

Alcuni forse si ricorderanno la recensione di Superanima Sette – La scuola celeste, romanzo di Jane Roberts di tipo metafisico, ossia commistione, e pure piuttosto forte, tra narrativa e spiritualità.

Nulla di sorprendente, peraltro, considerando che Jane Roberts era una channeler, che canalizzava un’entità di un’altra dimensione, Seth, e che i suoi testi erano per l’appunto frutto di tale canalizzazione.

Superanima Sette – La scuola celeste si poteva leggere secondo diversi livelli di lettura: come un mero romanzo di intrattenimento – risultando peraltro vivace e coinvolgente – o come un vero e proprio testo esoterico-esistenziale, con varie gradazioni intermedie a seconda della capacità ricettiva del lettore.

Superanima Sette – Le porte della rinascita mi ha dato la sensazione di rafforzare ancor di più questo fattore, aumentando decisamente le carte in tavola e complicando un poco le cose.

Se devo essere sincero, in parte il libro mi ha deluso, visto che è decisamente meno scorrevole e meno coinvolgente del suo predecessore, che peraltro ho riletto prima di leggermi il seguito.
Tra l’altro il secondo romanzo perde alcuni dei protagonisti più interessanti del primo, come Ma-ah o come Proteus o come l’intera civiltà degli Interlocutori, tenendo invece Josef e Lydia, peraltro in posizioni meno importanti, dato il grande spazio dato ai nuovi protagonisti… tra cui alcune divinità!

Mentre il primo libro esplorava soprattutto il collegamento tra la personalità e la sua super-anima, il secondo si dedica soprattutto alla natura multidimensionale dell’esistenza e al contatto tra il mondo fisico-materiale e quello metafisico-spirituale.

Il testo, lungo circa 260 pagine, si chiude con un’interessante appendice, intitolata Il piccolo libro di Superanima Sette, che il protagonista indiscusso di questa trilogia (di cui il terzo volume non è stato ancora pubblicato in italiano), dedica a un neonato della storia – e fuor di narrativa a tutti noi, bambini o adulti che siamo – e che probabilmente è la parte del testo che ho apprezzato maggiormente.

Testo che mi rileggerò sicuramente in futuro, magari neanche troppo lontano, visto che ho la forte sensazione che questo libro racchiuda insegnamenti su vari livelli, che vengono fuori anche a seconda di chi legge e di quando lo fa.

Il mio consiglio, comunque, è semplice: correte a comprare il bellissimo Superanima Sette – La scuola celeste e poi, una volta letto, vedete se vi ispira leggere anche Superanima Sette – Le porte della rinascita (e magari altri libri di Jane Roberts, come il celebre Dialoghi con Seth).

Fosco Del Nero

Share Button