Review of: Segnali di luce
Product by:
Steve Rother

Reviewed by:
Rating:
1
On 9 Agosto 2021
Last modified:20 Settembre 2021

Summary:

Da qualche parte, ho scritto una lista dei principali concetti e modi di dire new age, quelli tipici di una certa letteratura e un certo modo di pensare fumosi e vaghi, a loro volta riflesso di uno stato di consapevolezza parimenti fumoso e incerto, tipico dei primi stadi del percorso evolutivo.
Non si tratta di qualcosa di sbagliato, dunque, giacché nel cosmo non c’è nulla di sbagliato e tutto ha una sua ragion d’essere, ma si tratta di qualcosa di acerbo e immaturo.
Il libro oggetto della recensione odierna, "Segnali di luce" di Steve Rother, è un campionario di tali concetti e modi di dire…

Segnali di luce - Steve Rother (new age)Titolo: Segnali di luce (Greetings from home).
Autore: Steve Rother.
Argomenti: new age.
Editore: Stazione Celeste Edizioni.
Anno: 2006.
Voto: 3.
Approfondimento: qui.
Dove lo trovi: Macrolibrarsi, Il giardino, Amazon.

 

Da qualche parte, anche se ora non mi ricordo dove, ho scritto una lista dei principali concetti e modi di dire new age, quelli tipici di una certa letteratura e un certo modo di pensare fumosi e vaghi, a loro volta riflesso di uno stato di consapevolezza parimenti fumoso e incerto, tipico dei primi stadi del percorso evolutivo.
Non si tratta di qualcosa di sbagliato, dunque, giacché nel cosmo non c’è nulla di sbagliato e tutto ha una sua ragion d’essere, ma si tratta di qualcosa di acerbo e immaturo.

Bene, il libro oggetto della recensione odierna, Segnali di luce, è un campionario di tali concetti e modi di dire… credo che non gliene manchi neanche uno.
Il libro è stato scritto nel 2006 da tale Steve Rother come raccolta di canalizzazioni da lui stesso tenute nel corso dei mesi e degli anni precedenti, contenente messaggi del “Gruppo”.

Personalmente non valuto se un libro porta il nome anagrafico di una persona, un nome d’arte o il nome di una qualche entità di qualche altro pianeta o dimensione, ma valuto la consapevolezza presente in esso: in Segnali di luce è tutto scarsissimo, tanto che il libro è fondamentalmente inutile a chi sta già lavorando su di sé. Potrebbe invece essere utile a tutti coloro che, anime bambine, cercano ancora i “messaggi di luce dei messia, degli alieni o delle guide multidimensionali”.

Alcuni dei concetti presenti nell’opera: i bambini cristallo, i walk-in, l’ascensione, la quinta dimensione, le entità canalizzate, canalizzazioni fatte all’ONU (…), sincronicità, portali cosmici, portali energetici…
… il tutto annaffiato da vogliamoci bene, il momento è vicino, gente che piange e si commuove, pacche sulle spalle, il “mio sentire” (l’espressione più new age tra tutte), problemi fisici come risultato di evoluzione spirituale (non il contrario…), etc.

Credo che il quadro sia chiaro.
Aggiungo anche che vengono dette le stesse cose a ripetizione, messaggio dopo messaggio, che ci si tuffa in banalità come Merlino, profezie sul 2003 (il Gruppo ha profetizzato che nel marzo del 2003 il mondo non sarebbe finito… e aveva ragione!), nonché in una discreta mole di principi esistenziali sbagliati, anche se a dire il vero il grosso di quel che viene detto è innocuo, mentre vi è una piccola parte di cose positive, per quanto generiche come son sempre generiche nel filone new age in cui si tende a consolare (amore, fratellanza, luce, unità) ma non a rafforzare (lavoro su di sé).

Propongo anche una piccola citazione, la quale forse simboleggia bene il tono dell’opera e delle anime infanti cui è rivolta: “Le lamentele più comuni sono state l’emergere di rabbia e frustrazione e il ripresentarsi di vecchi problemi affrontati molto tempo fa. Questi sono segnali di progresso, secondo il Gruppo”.
Quindi, secondo il Gruppo, è un segnale di progresso evolutivo avere a che fare continuamente con rabbia, frustrazione e lamentela… laddove invece tutte le grandi tradizioni spirituali, evidentemente sbagliando, insegnano a far diminuire e infine scomparire queste e altre energie basse.
Stesso discorso per le malattie fisiche: state tranquilli, non sono il risultato di un vostro squilibrio energetico interiore, ma sono un segnale di progresso, dovuto alla vostra grande sensibilità in reazione al movimento della galassia e alle nuove energie in giro.

Ironia a parte, mi ripeto: ogni cosa che esiste serve a qualcuno o a qualcosa; le valutazioni, numeriche e non, che inserisco nelle mie recensioni sono relative al mio attuale stato di coscienza… e difatti, se vi date pena di guardare, c’è un’enorme distanza tra le prime recensioni presenti nel sito e le ultime.
Molti anni fa, ad esempio, Segnali di luce di Steve Rother forse avrebbe persino preso un voto positivo, o comunque non negativo come adesso.

In chiusura, una profezia: prevedo che il mondo non finirà nel giugno del 2020 (scrivo a inizio 2020). Per cui se state leggendo questo testo dopo quella data, saprete che avevo ragione. D’altro canto, se nessuno mai lo leggerà forse ho avuto torto, e allora tanti saluti a tutti.

Fosco Del Nero

Share Button
(Visited 1 times, 1 visits today)