Product by:
Joy Martina, Roy Martina

Reviewed by:
Rating:
1
On 7 Settembre 2020
Last modified:7 Settembre 2020

Summary:

Ecco qui con l’approfondimento del libro di Roy e Joy Martina Lascia che sia.
In recensione il testo non ha ottenuto una buona valutazione per le varie criticità esposte, pur tuttavia in esso vi sono degli spunti assolutamente validi, come vedremo in questo approfondimento.

Lascia che sia - Joy Martina, Roy Martina (crescita personale)Titolo: Lascia che sia (You are not the one deciding).
Autore: Joy Martina, Roy Martina.
Argomenti: crescita personale, new age.
Editore: My Life Edizioni.
Anno: 2013.
Voto: 4.
Recensione: qui.
Dove lo trovi: MacrolibrarsiIl giardinoAmazon.

 

Ecco qui con l’approfondimento del libro di Roy e Joy Martina Lascia che sia.
In recensione il testo non ha ottenuto una buona valutazione per le varie criticità esposte, pur tuttavia in esso vi sono degli spunti assolutamente validi, come vedremo in questo approfondimento.

Partiamo da una considerazione generale sul karma nelle diverse tradizioni spirituali.
“Molte culture occidentali condividono principi simili al karma, come dimostra la frase “Ciò che dai ti ritorna indietro”. Esistono anche alcune espressioni cristiane che si avvicinano a quelle del karma: “Si raccoglie ciò che si è seminato”, “Violenza chiama violenza” e “Chi di spada ferisce di spada perisce”. Nell’induismo, Dio gioca un ruolo specifico ed è considerato come uno dei dispensatori della sua visione del karma. La visione non-interventista è quella del giainismo e del buddhismo.
Ciò che emargina lo spiritismo dalle prospettive religiose più tradizionali è che considera il karma come una condizione inerente allo spirito, sia esso incarnato oppure no: le conseguenze dei misfatti commessi dallo spirito si protraggono oltre alla vita fisica e gli causano dolore (morale) nell’aldilà. La scelta di una vita dura è, quindi, un modo per liberarsi della pena causata dal senso di colpa morale e per perfezionare le qualità necessarie allo spirito per evolversi in una forma superiore.
Dal momento che lo spiritismo accetta da sempre la pluralità dei mondi abitati, il suo concetto di karma è diventato molto complesso. Esistono mondi primitivi (nel senso che ospitano spiriti appena nati e dotati ancora di un intelletto e di una morale molto carenti) e una serie di mondi sempre più avanzati dove gli spiriti trasmigrano mano a mano che si elevano.”

Leggiamo adesso una citazione sull’amore.
“Le emozioni e i pensieri negativi non sono ciò che siamo. Sono un’illusione che creiamo a causa della separazione dalla Sorgente. Tutte le volte che ci rendiamo conto di essere bloccati in un ciclo di negatività, è necessario svegliarsi, comprendere, scollegarsi da quella energia e illusione e riconnettersi con la nostra essenza divina.
Siamo amore e l’amore non conosce la paura.
Non permettere che sia la paura a guidarti, ma accettati con amore, immergiti nell’amore, sii amore.
L’amore è ciò che sei veramente.”

E torniamo al karma
“Si ritorna sempre alla massima “Ciò che dai ti ritorna indietro”.
Devi avere dentro di te quel che vuoi attrarre dall’esterno. Se sei un lamentoso ammasso di miseria troverai persone che ti faranno il servizio di riflettere questa condizione.
Per uscire da un blocco, prima di tutto devi accettare il fatto che sei stato tu a crearlo e che l’universo non ha fatto altro che aiutarti a manifestare una situazione grazie alla quale imparare la lezione e cambiare, con le tue sole forze.
Perciò, esci dallo stato di vittimismo e sii riconoscente per l’insegnamento ricevuto.”

Propongo adesso un piccolo brano che è anche un interessante esercizio interiore.
“Prima di andare a dormire, immagina un mondo in cui credi già in quello in cui hai bisogno di credere.
Passa del tempo in questa realtà parallela.
Prima di tornare, immagina di poter scaricare quella esperienza nella tua vita attuale.
Ripeti regolarmente questa visualizzazione.”

Altro esercizio, quantomeno a livello di atteggiamento: parliamo di gratitudine.
“La gratitudine è una pratica quotidiana, sette giorni su sette, ventiquattrore su ventiquattro.
Mantieni il focus sulla riconoscenza. La sua energia attrae più denaro in assoluto; i soldi vanno dove vengono apprezzati e dove vengono chiamati. Sono energia e consapevolezza, strettamente collegati alla materia. La materia è collegata a Madre Terra. Perciò direziona la tua gratitudine verso il pianeta e ringrazialo ogni giorno perché si prende cura di te. Fagli sapere che sei pronto a ricevere.”

L’ultimo brano proposto di Lascia che sia è un elenco di consigli-principi esistenziali.
Degli ottimi principi, devo dire.
“1. Raccogli ciò che hai seminato.
2. Attrai ciò che sei, non ciò che vuoi.
3. Ciò a cui opponi resistenza persiste.
4. Ovunque tu vada, lì ti troverai.
5. Ogniqualvolta c’è qualcosa di sbagliato, c’è qualcosa di sbagliato in noi.
6. Impara la disciplina e l’umiltà.
7. Non pensare a due cose contemporaneamente.
8. Fai molta attenzione a ciò in cui credi.
9. Lascia andare il passato e vai avanti.
10. La storia si ripete finché non impari le lezioni.
11. Se ti focalizzi sulle cose buone nella tua vita, ne accadranno altre.
12. Ciò con cui contribuisci ti viene restituito.”

Abbiamo terminato con Lascia che sia di Joy Martina e Roy Martina.
Al prossimo articolo di approfondimento.

Fosco Del Nero

Share Button
(Visited 1 times, 1 visits today)