Product by:
David Icke

Reviewed by:
Rating:
3
On 5 Febbraio 2014
Last modified:2 Maggio 2017

Summary:

Buongiorno a tutti, eccoci qui con un nuovo articolo di approfondimento, dedicato stavolta a David Icke e al suo video Il risveglio del leone - DVD.

Il risveglio del leone - DVD - David Icke (cospirazionismo)Titolo: Il risveglio del leone – DVD (Human race get off your knees).
Autore: David Icke.
Argomenti: storia, cospirazionismo, esistenza.
Editore: Macro Video.
Anno: 2012.
Voto: 6.
Recensione: qui.
Dove lo trovi: MacrolibrarsiIl giardino, Amazon.

 

Buongiorno a tutti, eccoci qui con un nuovo articolo di approfondimento, dedicato stavolta a David Icke e al suo video Il risveglio del leone – DVD.

Non perdiamoci in chiacchiere e andiamo subito a leggere alcuni spunti tratti dal suddetto video, che per inciso è parecchio lungo con le sue dieci ore.

La prima citazione è in realtà una citazione non di David Icke, ma di Einstein, che il buon Icke ci riporta, riguardo alla natura dell’essere umano.,
“L’essere umano è una parte di un tutto chiamato universo, una parte limitata nel tempo e nello spazio. Lui sente se stesso, i suoi pensieri e i suoi sentimenti come un qualcosa di separato dal resto, una specie di illusione ottica della sua consapevolezza.”

La seconda citazione, invece, è di Icke, e si sente. In poche frasi sintetizza la sua visione delle cose, in positivo (ciò che siamo e che possiamo essere) e in negativo (la manipolazione del sistema).
“Noi siamo una piccola versione dell’universo.
Siamo straordinari, siamo infiniti, siamo espressione di vita e di coscienza.
Il sistema ci ha manipolati a farci credere che non lo siamo, in modo che poi viviamo in modo limitato, e in modo che loro possono gestire la festa.”

Terza citazione, anche questa tipicamente ickiana, per quanto non in tanti associno David Icke a messaggi positivi quale il seguente. Tanto breve, quanto intenso:
“C’è solo una cosa che devi sapere: l’amore infinito è l’unica verità.
Tutto il resto è un’illusione.”

Citazione numero quattro, dedicata questa all’intuizione interiore.
“Se tu apri il tuo cuore, ti colleghi a livelli più elevati di consapevolezza.
Per questo l’intuizione la sentiamo nel cuore.
Quando abbiamo la conoscenza intuitiva non dobbiamo elaborare o spiegare, lo sappiamo, sappiamo che dobbiamo farlo, sappiamo che è giusto.
Quando apriamo il nostro cuore di colleghiamo con questa consapevolezza, e ci rendiamo conto che l’amore infinito è l’unica verità.”
Come vedete, David Icke non è solo rettiliani o nuovo ordine mondiale, ma anche e soprattutto evoluzione personale, l’unico metodo che lui consiglia per cambiare il fuori… cambiando ovviamente prima il dentro.

Ora, per non dipingere un Icke troppo sdolcinato, ecco uno spezzone più duretto, ma sempre positivo e propositivo.
“Il mondo è un’espressione del nostro sistema di credenze, collettivamente e individualmente: veniamo programmati continuamente a credere in una realtà… che poi manifestiamo.
Ecco perché dobbiamo riappropriarci della nostra mente: può esserci un’abbondanza per tutti se capiamo che siamo noi a creare la realtà. Libera la tua mente!
Pensate a tutte le cose che ci intasano la mente, che non hanno importanza.
C’è una prospettiva chiamata “prospettiva del letto di morte”: sei sul letto e hai dieci minuti di vita ancora. Cosa ha avuto importanza nella tua vita?
Quando quel tipo ti ha tagliato la strada al semaforo e tu sei arrivato a casa con due minuti di ritardo e ti sei incazzato come una bestia, ha importanza forse adesso? No.
E quello che quella signora ti disse nel ”75 e che ti ha fatto arrabbiare per dieci anni, ha importanza forse adesso? No.
Che cosa ha importanza adesso?
Quanto ho amato e quanto sono stato amato.”

Sesta e ultima citazione, questa dedicata a un metodo di scelta e di vita intuitivo.
“Noi dobbiamo cambiare quello che proiettiamo, e che diventa quindi il film della nostra vita.
Ma come faccio a sapere cosa cambiare, se non vedo l’origine di tutto quanto?
Io parlo del linguaggio della vita, che è qualcosa che ci parla sempre nelle nostre esperienze e nel ripetersi di tanti schemi nella vita.
Le nostre esperienze, quello che ci accade, gli schemi ricorrenti, quello che funziona e che non funziona, le persone simpatiche o antipatiche che fanno parte della nostra vita sono un’espressione di quello che accade nel nostro Sé Interiore a livello energetico.
Siamo noi che facciamo l’esperienza di questi temi ricorrenti… quindi, che cosa c’è in noi che fa manifestare sempre le stesse persone nella vita?
Perché quella persona manifesta opportunità e invece non accade a me?
Quando analizziamo il linguaggio della vita e cerchiamo di capire che cosa ci dice, dobbiamo capire quello che dobbiamo cambiare per modificare quello che proiettiamo: siamo noi in controllo della realtà.
[…] E non dobbiamo avere obiettivi preconcetti, mortali. Ci sono persone che dicono: “Io voglio essere questo, questo è il mio obiettivo, se non lo ottengo avrò fallito”. E si piazzano davanti alle porte che sono chiuse e battono coi pugni sulle porte, ma le porte non si spostano. E loro sono sempre più arrabbiate e frustrate.
E magari ci sono le sbarre davanti alle porte; un altro suggerimento: “non è la strada giusta”.
Da quest’altra parte, invece, c’è una porta che si spalanca: “da questa parte…”
Ecco cosa fa l’intuizione: l’intuizione ti dice “no, non da questa parte, ma da quest’altra”, e poi la vita comincia a scorrere, a funzionare, perché non si ha più quell’obiettivo rigido, irremovibile, in mancanza del quale siamo delusi.
Un intento è un’energia focalizzata e forte, che può essere sicuramente positiva se l’intento va nella stessa direzione del vostro percorso, ma se l’intento sbatte i pugni sulla porta, allora non andremo da nessuna parte.
La vita non dovrebbe essere così difficile, noi dovremmo scorrere con la vita.”

E con questo paradigma dell’esistenza, con Il risveglio del leone – DVD di David Icke ho terminato.

Fosco Del Nero

Share Button

Altri articoli che potrebbero interessarti...