Product by:
Giovanni Zavalloni

Reviewed by:
Rating:
2
On 26 Settembre 2011
Last modified:15 Dicembre 2015

Summary:

Ero parecchio curioso di leggere Ardusli e gli gnomi dell’Appennino, per un motivo molto semplice: non è da tutti i giorni trovare quella che sembra una fiaba fantasy edita da un editore specializzato nel settore del miglioramento personale come Macro Edizioni, che usualmente non si occupa di narrativa.

Ardusli e gli gnomi dell’Appennino - Giovanni Zavalloni (fiaba)Titolo: Ardusli e gli gnomi dell’Appennino.
Autore Giovanni Zavalloni.
Argomenti: esistenza, fiaba.
Editore: Macro Edizioni.
Anno 2004.
Voto: 5.
Dove lo trovi: MacrolibrarsiIl giardino, Amazon.

 

Ero parecchio curioso di leggere Ardusli e gli gnomi dell’Appennino, per un motivo molto semplice: non è da tutti i giorni trovare quella che sembra una fiaba fantasy edita da un editore specializzato nel settore del miglioramento personale come Macro Edizioni, che usualmente non si occupa di narrativa.

Il fatto che il libro in questione fosse stato scritto da un italiano, come intuibile dallo stesso titolo, non faceva altro che acuire la mia curiosità (titillata anche dai commenti positivi trovati online).

Ebbene, e sarò sincero come sempre, Ardusli e gli gnomi dell’Appennino mi ha piuttosto deluso.

Da un lato, difatti, non presenta un intreccio e delle qualità letterarie tali da renderlo notevole in quel senso, mentre dall’altro, e poi è quanto ci interessa primariamente, a conti fatti non è un testo di crescita personale.

Beh, a meno che per renderlo tale non bastino i pochi accenni a erbe o cristalli sparsi qua e là nel testo all’interno dei vari paragrafi sulla vita degli gnomi e i loro costumi (sociali, alimentari, culturali, persino sessuali!).

In breve, difatti, Ardusli e gli gnomi dell’Appennino si esaurisce nel racconto dello stile di vita della comunità italiana degli gnomi, guidata da Ardusli, il quale la racconta e la mostra a Giovanni, che vi si imbatte per caso durante una delle sue escursioni solitarie.

Intendiamoci, non che la lettura sia sgradevole: anzi, un po’ la leggerezza del racconto e un po’ la veste piacevole grafica rendono il tutto piuttosto scorrevole, ma, stringi stringi, non abbiamo tra le mani né un romanzo di rilievo né un testo di sviluppo personale (come la presenza del marchio di Macro Edizioni avrebbe lasciato supporre).

Insomma, di mio piuttosto vi consiglio di procurarvi o un buon romanzo fantasy o un buon testo su omeopatia, cristalli o altro qualora sia questo argomento a interessarvi.

Fosco Del Nero

Share Button