Product by:
Gabriella Mereu

Reviewed by:
Rating:
4
On 26 Novembre 2012
Last modified:15 Dicembre 2015

Summary:

Gabriella Mereu è già comparsa su questo sito in tre occasioni: per i libri La terapia verbale - La medicina della consapevolezza e La malattia: la trappola dell’eros e per il video La terapia verbale – DVD.
Per non farmi mancare niente, domenica 18 novembre sono stato a un suo seminario, intitolato Terapia verbale e massaggi con i fiori di Bach...

Terapia verbale e massaggi con i fiori di Bach - Gabriella Mereu (benessere)Titolo: Terapia verbale e massaggi con i fiori di Bach.
Autore: Gabriella Mereu.
Argomenti: salute, benessere, fiori di Bach.
Data: 18 novembre 2012.
Luogo: Cagliari.
Voto: 7.
Dove lo trovi: www.terapiaverbale.it.

 

Gabriella Mereu è già comparsa su questo sito in tre occasioni: per i libri La terapia verbale – La medicina della consapevolezza e La malattia: la trappola dell’eros e per il video La terapia verbale – DVD.

Per non farmi mancare niente, domenica 18 novembre sono stato a un suo seminario, intitolato Terapia verbale e massaggi con i fiori di Bach.

La terapia verbale e i fiori di Bach sono per l’appunto i due strumenti di intervento di Gabriella Mereu, affiancati, in fase diagnostica, dalla grafologia.
In breve la dottoressa, dalle parole del paziente, dalla sua grafia e dal riflesso di certe zone del corpo, abbinate ai vari fiori di Bach, somministra alla persona un certo mix di fiori in chiave terapeutica ed evolutiva.

Due parole sul personaggio Gabriella Mereu, per chi non la conoscesse ancora: si tratta di una dottoressa veramente fuori dalle righe, poco amata dai suoi colleghi medici, ma al contrario molto amata dalle persone (binomio che già da solo dovrebbe suggerire qualcosa), dotata di una naturale verve comica e di un senso dell’umorismo che, nei confronti del paziente, sfocia spesso in sferzante ironia, probabilmente anche a scopo terapeutico: come dice la stessa dottoressa, se la malattia viene scoperta nel suo senso (ma la dottoressa parla anche di poesia e di bellezza della malattia, per la sua coerenza col carattere e il vissuto della persona), spesso recede per la sola consapevolezza.

Ad ogni modo, vederla in azione, in un seminario di tre ore del tutto privo di teoria e completamente esperienziale (ossia con azione diretta su alcuni partecipanti che volontariamente si sono prestati come casi clinici), è stato sia divertente sia appassionante.

Va da sé che se si crede che le malattie vengano a caso e che non vi sia corrispondenza tra carattere, emozioni e processi fisici, allora non si crederà a una sola parola della dottoressa Mereu (ma la si potrà apprezzare comunque per la verve comica!).

Se, al contrario, si pensa che di casuale nella vita non vi sia nulla, compreso l’insorgere di un disagio fisico piuttosto che di un altro, o lo scrivere in un certo modo piuttosto che in un altro, allora si troverà il tutto molto interessante, considerato anche e soprattutto che in giro si trovano molte persone che testimoniano la loro guarigione totale o parziale da problemi che la medicina tradizionale non aveva saputo minimamente intaccare.

Poi, se ad ammalarci siamo noi, anche a guarire siamo noi, per cui i singoli metodi (e medici) possono essere solo uno strumento, un viatico.
Un merito della terapia verbale di Gabriella Mereu è anche quello di mettere in evidenza che tutto nasce da noi, che noi stessi lo raccontiamo, e che, alla fine, siamo noi anche a guarire… se lo vogliamo.

Fosco Del Nero

Share Button