Product by:
Etteilla

Reviewed by:
Rating:
2
On 9 Febbraio 2016
Last modified:10 Febbraio 2016

Summary:

Questi Tarocchi esoterici sono in realtà una revisione degli originali e storici Tarocchi di Etteilla, creati tra il 1783 e il 1787 da Jean-Baptiste Alliette, in arte Etteilla...

Tarocchi esoterici - Etteilla (carte)Titolo: Tarocchi esoterici.
Autore: Etteilla – Jean-Baptiste Alliette.
Argomenti: carte, tarocchi, divinazione.
Editore: Lo Scarabeo.
Anno: 1870.
Voto: 5.5.
Dove lo trovi: Macrolibrarsi.

 

Questi Tarocchi esoterici sono in realtà una revisione degli originali e storici Tarocchi di Etteilla, creati tra il 1783 e il 1787 da Jean-Baptiste Alliette, in arte Etteilla (che poi è il cognome al contrario).

Etteilla divenne famoso proprio per il suo mazzo di tarocchi, che riprese le teorie sull’origine egizia dei tarocchi, diffuse qualche anno prima da Antoine Court de Gebelin, famoso membro della massoneria francese, cui aggiunse qualcosa atto a dare ancora più corpo all’oramai già celebre Libro di Thoth, che conterrebbe il segreto della creazione umana, e che sarebbe stato ideato, secondo Etteilla, nel 2170 a.C. in Egitto.

Di tale mazzo originario del 1787 non è rimasta che una versione risalente al 1804, da cui poi hanno preso vita varie varianti, diffuse nel corso dei secoli successivi.

Il mazzo ha 78 carte come tutti i mazzi di tarocchi, ma ha una struttura del tutto particolare, con gli arcani maggiori completamente spostati rispetto alla numerazione tradizionale, i nomi cambiati, i significati cambiati, le carte di corte che precedono quelle numeriche dei rispettivi semi, nonché Mondo e Matto che concludono il mazzo, sempre con nomi cambiati, ai numeri 77 e 78.
In più, ogni carta ha un titolo che costituirebbe la valenza energetica-simbolica della carta, il che in pratica rende i Tarocchi esotericiTarocchi di Etteilla (conosciuti anche come Libro di Thoth o come Tarocchi egiziani) un mix tra un tarocco e un oracolo.

Meglio?
Peggio?

Ovviamente non c’è una risposta univoca a questa domanda, ma dipende dai desideri e dalle preferenze e dalle affinità di chi usa il mazzo.

Di mio, non ho sentito praticamente niente vedendolo o sfogliandolo, da cui la mia valutazione tiepida, dovuta anche al fatto che, da amante dei tarocchi, non posso fare a meno di notare che tanti non definirebbero questo un mazzo di tarocchi, ma per l’appunto un oracolo, o comunque un mix.

Che ha comunque una sua validità, lo ripeto; sta alla singola persona decidere-intuire se fa per essa.

Fosco Del Nero

Share Button