Newsletter

.

Archivio post

Ultimi Commenti

Contatore

Lo specchio dei sentimenti – Ho’oponopono – Carlo Salomoni, Angela Teresa Lopez (benessere personale)

19 Apr 2011 | Benessere personale, Hoponopono

Product by:
Carlo Salomoni, Angela Teresa Lopez

Reviewed by:
Rating:
2
On 19 Aprile 2011
Last modified:22 Settembre 2022

Summary:

La recensione odierna è dedicata a un infoprodotto piuttosto composito, posto che si tratta di un ebook, di un audio e di un video. Parlo de Lo specchio dei sentimenti - Ho'oponopono, di Carlo Salomoni e Angela Teresa Lopez.

Lo specchio dei sentimenti - Ho'oponopono - Carlo Salomoni, Angela Teresa Lopez (benessere personale)Titolo: Lo specchio dei sentimenti – Ho’oponopono.
Autore: Carlo Salomoni, Angela Teresa Lopez.
Argomenti: hoponopono, salute, energia, benessere personale, crescita personale.
Anno: 2010.
Voto: 5.
Dove lo trovi: Il giardino dei libri.

 

La recensione odierna è dedicata a un infoprodotto piuttosto composito, posto che si tratta di un ebook, di un audio e di un video.
Che peraltro è accompagnato da un ulteriore ebook e audio omaggio.

Parlo de Lo specchio dei sentimenti – Ho’oponopono, prodotto accompagnato dal prodotto minore Cos’è ho-oponopono, entrambi realizzati da Carlo Salomoni e Angela Teresa Lopez (il primo disegnatore e naturopata, la seconda scrittrice).

Evidentemente, si tratta di un infoprodotto dedicato alla tecnologia dell’hoponopono (di cui si trovano tante grafie e pronunce… io che sono pigro preferisco rimanere su quella più semplice!), abbinata in particolare al mondo dell’infanzia.

Peraltro, di recente ho recensito un altro prodotto destinato al mondo dell’infanzia, e segnatamente Eft per bambini di Bruno Zanaboni.
Curiosamente, hoponopono ed eft sono le due tecniche di ripulitura che suggerisco io stesso nel mio ebook gratuito Una vita fantastica! (che potete liberamente richiedere in omaggio), per il semplice motivo che sono le più semplici in assoluto.

Dell’hoponopono invece avevo già parlato nella recensione di Zero limits, il libro di Joe Vitale (e accennato in quella di Installa the secret, guarda caso del socio di Joe Vitale, Mark Ryan).

Ma veniamo alla recensione odierna, partendo dall’ebook e audio Cos’è hoponopono, come detto testo di supporto all’infoprodotto principale.
L’ebook, piuttosto agile, riferisce in breve cosa sia l’hoponopono (l’antica tecnica hawaiana che consiste nel ripetere le quattro frasi “mi dispiace, perdonami, grazie, ti amo”), e quale sia il paradigma che gli sta alla base (ossia il fatto che il mondo è uno specchio dei nostri sentimenti e riflette le nostre convinzioni).
En passant, sono citati svariati autori: dagli stessi Vitale e Ryan, fino a Gregg Braden.

Complessivamente parlando, Cos’è hoponopono è un ebook chiaro e utile nel contenuto, per quanto un poco scolastico e assolutamente poco curato nella forma.
L’audio è una semplice lettura del testo, peraltro con un’intonazione piuttosto piatta e poco coinvolgente.

Paradossalmente, tuttavia, ho gradito più l’ebook di accompagnamento piuttosto che la portata principale, ossia Lo specchio dei sentimenti.
L’ebook di quest’ultimo, difatti, si rivela poco interessante, decisamente banalotto per gli adulti mentre al contrario secondo me poco chiaro per i bambini, e come se non bastassse pieno di errori grammaticali, di punteggiatura e di impaginazione.
Le illustrazioni, dal canto loro, non sono brutte, ma neanche bellissime.

Quanto ad audio e video, mi sono parsi ugualmente piatti e poco brillanti (tanto per grandi quanto per piccoli), fatto che mi spiace sottolineare perché le intenzioni degli autori sono chiaramente positive e nobili… ma come sempre sono sincero con i miei lettori.
In definitiva, la mia sensazione su Lo specchio dei sentimenti – Ho’oponopono è quella di una buona idea, però realizzata male e forse anche in fretta (non si spiegano altrimenti i numerosissimi errori di impaginazione e battitura).

Il prodotto di Carlo Salomoni e Angela Teresa Lopez potrebbe comunque essere qualcosa di interessante da provare per quei genitori (o quegli educatori) che volessero far conoscere ai loro bambini la tecnologia dell’hoponopono.

Fosco Del Nero

(Visited 52 times, 1 visits today)
Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo online...

6 Commenti

  1. marju

    ..urka!
    complimenti, come sempre, per la tua franchezza quasi spietata…
    Ma sopratutto grazie per mostrarci più punti di vista riguardo ai prodotti da te recensiti, che lasciano ai tuoi lettori (a noi) piena libertà di scelta, senza condizionamenti. Bravo!
    Ciao :-)

  2. Fosco Del Nero

    Ciao Marju, e grazie a te per il tuo commento.
    Personalmente cerco di essere sempre sincero nelle mie opinioni-recensioni, anche se so che così facendo sarò poco simpatico a qualcuno.
    Poi, cerco sempre di sottolineare perchè la penso in un certo modo, in modo da lasciare al lettore poi il decidere se il prodotto fa per lui o meno, al di là che a me sia piaciuto molto o poco. :)
    Alla prossima!

    Fosco Del Nero

  3. Carlo Salomoni

    Rispondo, con la presente, alla recensione riguardante il nostro infoprodotto
    Lo Specchio dei Sentimenti, pubblicata da Fosco Del Nero nei giorni scorsi.
    Non conosco il Del Nero, se non indirettamente per avergli donato l’infoprodotto, su sua espressa richiesta, nel gennaio del corrente anno.

    Le opinioni espresse sul nostro lavoro sono ovviamente personali, frutto delle credenze e dello stato emozionale e sentimentale dell’autore, per cui le lascio tutte al Sig. Del Nero, di conseguenza invito sempre i lettori, al di là del caso personale, a sperimentare in proprio per poter acquisire un’opinione sui fatti e sulle opere, al fine di non diventare dei pappagalli che ripetono solo le parole e le opinioni altrui.

    Sono di parte e, ovviamente, non potrei che difendere il nostro lavoro ( parlo al plurale perché la coautrice è mia moglie Angela Teresa Lopez), la mia replica non è una crociata difensiva ma mira a far chiarezza su alcuni punti, non opinabili. Ci confortano e ci sostengono le numerose testimonianze positive da parte degli acquirenti de Lo Specchio dei Sentimenti, pubblicate anche in internet.

    Il prodotto presentato e indicato come reperibile presso il sito di una nota libreria on-line, non è stato recensito nella sua interezza, manca infatti il riferimento alla Visualizzazione Guidata per Bambini ( in formato audio MP3 e in formato guida PDF)….ma forse è meglio così, perchè altrimenti chissà cosa ancora di “orribile e banale” sarebbe emerso nella recensione.

    Visto che il mio profilo personale e professionale é pubblico ed ampiamente trattato, i termini naturopata e disegnatore non sono corretti ed é quindi meglio precisare i titoli quando ci sono ( non per farmene vanto ma per giustezza, visto il contesto) : sono un medico specializzato in chirurgia, nutrizionista e naturopata ( al giorno d’oggi si professa naturopata chiunque, con qualsiasi titolo, abbia seguito un corso per qualche fine settimana), e sono un illustratore e pittore, nonché disegnatore ( non tecnico ).

    Il Sig. Del Nero sottovaluta i bambini, non ritenendoli in grado di capire gli argomenti trattati nel racconto, abbiamo infatti testimonianze di genitori di bambini anche di quattro/cinque anni che hanno seguito il tutto con interesse e partecipazione , ovviamente con la mediazione dell’adulto nel caso dei più piccoli, come sempre dovrebbe essere, per rispondere alle domande che solo i bambini, purtroppo, sanno ancora fare, liberi da pregiudizi e credenze limitanti.

    La voce in una registrazione audio non può mai essere piatta, magari definibile atona, monotona o monocorde, anche se non credo proprio sia il caso della voce di Angela.

    L’impaginazione del racconto è mediata dalla presenza di illustrazioni.

    Non mi sembra che il nostro lavoro sia colmo di errori grammaticali!
    La recensione di Del Nero ne contiene parecchi di errori, se è per questo.

    Rimango del parere che le critiche facciano bene quando costruttive, nel caso di Del Nero vedo sempre un sottofondo di potere distruttivo che non è certo auspicabile per un’ armoniosa crescita dell’umanità.

    grazie per l’attenzione

    Carlo Salomoni

  4. Fosco Del Nero

    Ahi ahi, Carlo, questo tuo commento è piuttosto deludente, decisamente più dell’infoprodotto recensito, e ti assicuro che mi dispiace, anche perché da un cultore dell’hoponopono mi sarei aspettato una reazione molto più rilassata.
    Passiamo ai vari punti.
    Infoprodotto completo: ho recensito ciò che mi avete mandato… se c’era dell’altro avreste dovuto inviarmelo, altrimenti la mancata completezza dell’infoprodotto non é certo imputabile a me, no?
    Titoli onorifici: anche io ne ho, eppure sbandierarli mi pare piuttosto inutile. Serviva sapere solo che nel caso specifico una persona ha scritto e un’altra ha disegnato, finito.
    Mentalità aperta: lo dici come se io incoraggi la gente a vivere come delle pecore, e in realtà è esattamente il contrario, come sa chiunque segua il mio sito; l’indipendenza di pensiero è fondamentale, per cui in questo concordo con te.
    Errori grammaticali: questo commento rivela la mancata obiettività da parte tua. Mi rispondi con un “chi lo dice lo è”, che, scusami la franchezza, certo non fa onore alla tua maturità. Nella mia recensione di errori grammaticali non ve ne sono, mentre i vostri due ebook sono pieni, tanti di errori di impaginazione quanto di errori veri e propri, come può verificare chiunque si prenda la briga di farlo.
    Ma non è mio interesse portare avanti discussioni da bambini (a proposito di prodotti sui bambini).
    La conclusione del tuo commento è poi quanto di più infantile ci possa essere: fino a prova contraria le mie recensioni sono apprezzate per la loro sincerità, e ritenute utili proprio per questo. Visto che non ho “parentele” e “alleanze” da rispettare dico sempre come la penso, peraltro non limitandomi a dare un voto (che è sempre soggettivo e di per sé poco esplicativo), ma motivando e sottolineando che tipo di pubblico potrebbe essere interessato al prodotto… ma forse sbaglio a rispondere in modo razionale, e probabilmente secondo te sono distruttivo se elogio solamente i prodotti degli altri e non i tuoi (o forse sono distruttivo anche quando caldeggio Walsch, gli Hicks, Eker, Haanel, etc??).
    Chiudo ribadendo quanto mi ha deluso questo commento, a cui peraltro gradirei che non vi fosse un seguito: ognuno ha detto la sua opinione e la discussione può finire qui, lasciando poi ai lettori il farsi un loro idea.

    Fosco Del Nero

  5. marju

    Ciao Fosco:-)

    Io non ho questo infoprodotto, per cui non posso esprimere la mia opinione al riguardo.
    Se mi consenti, però, voglio esprimere un’opinione sul commento che il signor Salomoni ha lasciato.

    Ho riletto la recensione e a mio parere è molto obiettiva.
    Non mi sembra che tu abbia “distrutto o danneggiato il suo prodotto.
    Non mi pare proprio che tu spinga il lettore verso una decisone piuttosto che un’altra. Cosa che, peraltro, non hai mai fatto.
    Ho sempre apprezzato le tue recensioni proprio per questo motivo, perchè non cerchi di condizionare chi ti legge, ma hai sempre suggerito di sperimentare personalmente.

    Non capisco cosa spinga Salomoni a sentirsi attaccato, di conseguenza a dover difendersi, attaccandoti a sua volta.
    Forse mi è sfuggito qualcosa?

    Cito il Dottor (?) Salomoni: “Rimango del parere che le critiche facciano bene quando costruttive…” Lo penso anch’io. E penso anche che la polemica, come in questo caso, sia del tutto sterile e che manifesti un atteggiamento alquanto puerile.

    Marju

  6. Fosco Del Nero

    Ciao Marju, e grazie del tuo commento.
    La penso anche io come te, e peraltro basta farsi un giro sul mio sito per sapere che consiglio con entusiasmo e calore i libri e prodotti vari che ritengo di alta qualità (non so, casi recenti sono Hicks e Walsch). Se poi un singolo autore se la prende perché non inserisco il suo prodotto in tale categoria, mi spiace, ma il mio dovere è essere sincero con i miei lettori. Peraltro, come hai osservato tu stessa, non ho né insultato né distrutto, ma solo detto la mia opinione. E francamente chiunque si “mette in gioco” in qualcosa (scrittura, sport, arte, etc) deve essere disposto ad accettare i pareri sulla sua “prestazione”, sempre se espressi civilmente, beninteso.
    Ma qua andiamo sull’ovvio, per cui direi di chiudere la discussione davvero.

    Fosco Del Nero

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Logo Bellezza Amore Gioia
Banner pagina facebook
Banner "Il cammino del mago"
Banner canale youtube