Product by:
Lele Canavero

Reviewed by:
Rating:
3
On 21 Dicembre 2009
Last modified:15 Dicembre 2015

Summary:

Nuova conversazione audio ascoltata per voi: l’intervistato stavolta è Lele Canavero e l’intervista porta il nome di Il tuo futuro, nelle tue mani.

Il tuo futuro, nelle tue maniNuova conversazione audio ascoltata per voi, e anch’essa, come molte altre che l’hanno preceduta, estrapolata dal sito Miglioriamo.it, portale di Italo Cillo dedicato al mondo dello sviluppo personale ad ampio raggio (salute, prosperità, saggezza).

L’intervistato stavolta è Lele Canavero (Lelio Canavero, a voler essere precisi), coach di crescita personale.

L’intervista porta il nome di Il tuo futuro, nelle tue mani, mentre l’intervistatore è, come di consueto, lo stesso Italo Cillo.

Gli argomenti trattati, come prevedibile vista la presenza di un trainer di pnl, motivazione e miglioramento personale, sono più o meno i soliti: le convinzioni, la motivazione, la visualizzazione.

Nonostante ciò, Lele Canavero mi ha colpito in positive per varie cose:
– per la chiarezza espositiva,
– per il suo evidente e genuino trasporto verso la crescita personale,
– per un italiano finalmente corretto e gradevole all’ascolto (e se penso ad alcune conferenze che ho sentito di Maurizio Fiammetta, dello stesso Cillo o altri, mi vengono i brividi :).

Alcuni concetti, inoltre, meritano di essere rimarcati, primo tra tutti la condanna della credenza limitante per cui “non sono all’altezza”, “non ce la posso fare”, frasi che il trainer dice di avere vietato a casa sua e ai suoi figli in particolare.

Ancora, importante il concetto di vivere più il passato che non il futuro, essendo dunque poco produttivi (anche se Eckhart Tolle avrebbe suggerito di vivere il presente, e non il futuro o il passato :).
Collegata al “fattore futuro”, difatti, è l’immaginazione, grazie alla quale noi possiamo prefigurare i nostri successi futuri, per poi motivarci a raggiungerli e alla fine viverli davvero.

Altro concetto fondamentale, il cui apprendimento varrebbe da solo il prezzo di un costoso training: la responsabilità.
Noi e solo noi siamo i responsabili dei nostri risultati e di noi stessi, non i nostri genitori, il nostro partner, la società o chissà chi altro.

In tal senso, Canavero propone il concetto di egoismo altruistico, o egoismo buono: prima riempiamo il nostro boccale raggiungendo la nostra felicità, e poi diamo da bere agli altri, favorendo anche la felicità altrui.
Ergo, è fondamentale nella vita essere indipendenti.

Nella vita e anche nel miglioramento personale: il coach non approva quei trainer che creano un legame di dipendenza con i propri allievi, cui peraltro vendono un seminario dietro l’altro.
La sua idea di sviluppo personale, difatti, è quella di fornire alla persona un sistema di cambiamento, degli strumenti fattivi, che poi la singola persona dovrà utilizzare per conto suo.

Il sistema da lui sviluppato si chiama Mind Power, e per l’appunto si struttura in questo modo: si riempie la cassetta degli attrezzi dei partecipanti, che poi vanno avanti da soli con la pratica.

Devo dire che questa conferenza audio mi è piaciuta molto, sia per alcuni concetti importanti che sono stati esposti da Canavero, sia perché da essa traspare il suo essere buon motivatore, nonché persona cristallina e positiva.

Un buon modo per passare poco più di un’ora del proprio tempo… come sempre, grazie a chi ci ha fornito tali spunti gratuitamente.

Fosco Del Nero

Share Button