Product by:
Massimo Paltrinieri

Reviewed by:
Rating:
3
On 20 Gennaio 2020
Last modified:17 Febbraio 2020

Summary:

Il libro recensito quest’oggi è Il manuale della ayurveda, scritto da Massimo Paltrinieri ed edito dalla KeyBook...

Il manuale della ayurveda - Massimo Paltrinieri (benessere)Titolo: Il manuale della ayurveda.
Autore: Massimo Paltrinieri.
Argomenti: salute, alimentazione, benessere, medicina.
Editore: KeyBook.
Anno: 2004.
Voto: 6.
Approfondimento: qui.
Dove lo trovi: MacrolibrarsiIl giardinoAmazon.

 

Il libro recensito quest’oggi è Il manuale della ayurveda, scritto da Massimo Paltrinieri ed edito dalla KeyBook.

Della KeyBook avevo già recensito un libro, ossia Feng shui, una sorta di piccolo manualetto sull’antica disciplina del feng shui. Il libro odierno fa il bis, nel senso che è esso stesso un piccolo manualetto (l’editore ha curato una collana di agili manuali legati a discipline orientali) su una disciplina ugualmente antica: l’ayurveda.

Ci spostiamo così dalla Cina all’India, col manuale che sa di aver di fronte un compito improbo nel dove sintetizzare in poche decine di pagine un argomento di vastità colossale, contando che l’ayurveda si applica tanto nell’alimentazione quanto nei massaggi (il famoso massaggio ayurvedico, per l’appunto), tanto nello yoga quanto nello stile di vita. Non a caso, il testo lo precisa subito a chiare lettere: il suo intento è quello di riassumere in grande sintesi, non certo quello di trasferire la disciplina in poche pagine, e nemmeno di presentarla in modo completo.

Detto questo, a livello di informazioni nel testo curato da Paltrinieri (che per la stessa collana ha curato anche Cristalloterapia) c’è più di quanto mi attendessi date le dimensioni ridotte e il ricco apparato grafico di immagini e disegni: si parla della storia dell’ayurveda, della struttura fisica dei tre dosha (i celeberrimi vata, pitta e kapha), dell’alimentazione (con gli altrettanto celebri cibi sattvici, rajasici e tamasici), dello stile di vita ayurvedico, delle piante e dei rimedi erboristici, dei processi di ripulitura (panchakarma e dintorni).

C’è però un punto da tenere in considerazione: il manuale in realtà non è un manuale nel senso comune del termine. Comunemente, infatti, con “manuale” si intende un testo di riferimento e dall’approccio pratico, che dovrebbe fornire padronanza a chi legge dei principi di base di una materia. Ne Il manuale della ayurveda, invece, c’è praticamente solo teoria e non viene spiegato come fare niente. L’unico elemento pratico è costituito dai generici consigli alimentari legati ai tre dosha e alla prevalenza di uno di questi, ma è ben specificato che non si è mai uno solo dei tre, che c’è compresenza, e che occorre un vero e proprio medico ayurvedico per fornire indicazioni precise alla singola persona, che ha energie proprie e irripetibili e dunque, secondo l’ayurveda, necessita di rimedi mirati…

… concetto che, se ci pensa, rende inutile alla base la realizzazione di un “manuale” su una certa disciplina, qualora lo si intenda come strumento di comprensione e di intervento.
Qualora, invece, lo si intenda come mezzo di conoscenza, e di conoscenza di base peraltro, allora Il manuale della ayurveda può avere un suo valore come passo introduttivo nel vastissimo mondo dell’ayurveda.

Forse sarebbe stato più opportuno eliminare qualche parte teorica e difficilmente utile per il lettore medio per fornire almeno qualche suggerimento fattivo; ma naturalmente questa è questione di scelte di fondo, e nel complesso il libretto, pur se sintetico e quasi esclusivamente teorico, fornisce perlomeno lo spirito salutistico e naturistico dell’ayurveda, il che è già qualcosa di buono.
Molto utile per esempio la breve parte sul concepimento, che riporta fatti ovvi… ma essenzialmente ignorati dalla quasi totalità delle persone, pur trattandosi di una delle cose più importanti tra tutte.

Ultimo commento per il prodotto dal punto di vista editoriale: ben fatto, robusto, con copertina rigida, molte immagini a colori, schemi, tabelle. Esattamente come era stato per Feng shui, il prodotto è editorialmente molto curato e valido.

Fosco Del Nero

Share Button
(Visited 1 times, 2 visits today)