Product by:
Fabio Grimaldi

Reviewed by:
Rating:
4
On 2 Agosto 2021
Last modified:9 Settembre 2021

Summary:

Qualche tempo fa mi è stato regalato il libro Frammenti di un nuovo insegnamento, scritto da tale Fabio Grimaldi, e me lo sono letto. Non conoscendo affatto l’autore, non avevo aspettative “qualitative” in merito, se non quelle generiche mediane, comunque pronte a essere cancellate dai fatti; l’unico riferimento che possedevo era il titolo...

Frammenti di un nuovo insegnamento - Fabio Grimaldi (esistenza)Titolo: Frammenti di un nuovo insegnamento.
Autore: Fabio Grimaldi.
Argomenti: esistenza, quarta via, spiritualità.
Editore: Edizioni L’Età dell’Acquario.
Anno: 2017.
Voto: 7.
Approfondimento: qui.
Dove lo trovi: MacrolibrarsiIl giardinoAmazon.

 

Qualche tempo fa mi è stato regalato il libro Frammenti di un nuovo insegnamento, scritto da tale Fabio Grimaldi, e me lo sono letto. Non conoscendo affatto l’autore, non avevo aspettative “qualitative” in merito, se non quelle generiche mediane, comunque pronte a essere cancellate dai fatti; l’unico riferimento che possedevo era il titolo, che chiaramente occhieggiava il celebre Frammenti di un insegnamento sconosciuto di Ouspensky e quindi la quarta via di Gurdjieff.

L’aggiunta dell’aggettivo “nuovo” va a rappresentare il concetto affermato dall’autore per cui rispetto ad anni e secoli fa sono cambiate le condizioni di vita dell’essere umano e dunque sono cambiati anche i meccanismi di risveglio… concetto che per la cronaca è un’invenzione di qualche autore contemporaneo e va contro tutte le tradizioni spirituali e tutti gli insegnamenti dei grandi maestri, anche recenti; per dire, Osho e Muktananda sono morti in tempi recenti continuando a insegnare la meditazione e lo stato meditativo, che è e sarà sempre la chiave del risveglio e della pulizia delle energie.
In realtà, testi antichissimi come il Dhammapada o i Vangeli contengono insegnamenti che ancora non sono stati attuati dall’umanità, per cui prima di procedere oltre occorre che si realizzino quelle cose… e poi si passerà ad altro.
Sempre per completezza d’informazione, è vero che le energie si spostano, ma si spostano al ritmo dei sistemi stellari e delle galassie: un ritmo lentissimo, dunque, di decine di migliaia di anni, e a volte di milioni, non certo di uno o due decenni, che sono un battito di ciglia per l’universo.

Ma torniamo a Frammenti di un nuovo insegnamento: come presumibile il testo si rifà agli insegnamenti di Gurdjieff (ma vorrebbe cambiare pure quelli) e si appoggia all’insegnamento di tale Max, che mi pare nel testo non venga mai nominato per esteso, ma che presumo sia Massimo Bianchi, autore di più vecchia data di cui però non so niente; né libri letti né altro (peraltro ha scritto pochissimo, e credo venduto parimenti poco, data la carenza di recensioni reperibili online, dedicandosi più che altro ai corsi dal vivo).

Frammenti di un nuovo insegnamento fa un’ottima scelta, o almeno io la ho vista come tale, nel dedicarsi non a tutto il percorso, ma al passaggio tra quelli che Gurdjieff chiamava “uomo numero 4” e “uomo numero 5”. Nella scala dei 7 tipi di uomo prevista dal maestro armeno (il quale, nonostante sia spesso chiamato in tale modo, in realtà non era un maestro in senso stretto, ma “solo” un insegnante di grande spessore), l’uomo 4 rappresenta l’essere umano che si è appena sganciato dai tre livelli base (fisico, emotivo e mentale) e che si è accostato al percorso di risveglio; l’uomo 5 viceversa rappresenta l’uomo che ha già realizzato una sua centratura interiore, e che è capace di portare sulla Terra energie superiori prese dai “piani alti”.
A sua volta, l’uomo numero 4 viene suddiviso in sette microcategorie, le quale riflettono olograficamente il tutto nella parte: quindi anche all’interno di quel piano vi sono sette sottopiani con caratteristiche simili: 1, 2 e 3 sono i basilari, poi c’è il 4 che è di inizio, il 5 che è di progresso rilevante, poi il 6 e il 7 che portano al passaggio al livello successivo, ossia l’uomo numero 5.

Il testo alterna parole di Fabio Grimaldi a parole di Max, sostanziose per numero e per spazio dedicato, tutte dedicate al percorso di risveglio in generale e a tale passaggio 4-5 in particolare.
Nonostante il testo contenga svariati errori secondo la tradizione spirituale (che per conto mio non è Gurdjieff, che pur stimo, ma è Vangeli e Gesù, Dhammapada e Buddha, Bhagavad Gita e Krishna, sufismo e Hakim Sanai e Rumi, zen e Sosan, yoga e Patanjali, Yogananda, Muktananda, Ananda Moyi Ma, Sri Nisargadatta Maharaj, etc), contiene anche molti concetti validi, e una buona energia di fondo; non vibrante, ma pulita.

Di fatto, Frammenti di un nuovo insegnamento di Fabio Grimaldi potrà essere utile a parecchie persone interessate a quello specifico passaggio, o perché vi sono già o perché vi si stanno avvicinando.

Un ultimo appunto: ogni tanto nel testo spuntano fuori espressioni pari pari, o quasi, a quelle usate da Salvatore Brizzi, ma non so se ciò derivi dal fatto che l’autore del libro le ha prese in prestito, oppure se esse provengono dal medesimo ambiente da cui le ha prese anche Brizzi, passato anche lui dai circoli di quarta via.

Fosco Del Nero

Share Button
(Visited 1 times, 1 visits today)