Product by:
Fosco Del Nero

Reviewed by:
Rating:
5
On 28 Marzo 2016
Last modified:29 Maggio 2017

Summary:

Nell’ultima “puntata” della rubrica “Film o video di miglioramento personale?”...

Film o video di miglioramento personale? - 2

Nell’ultima “puntata” della rubrica “Film o video di miglioramento personale?” avevo citato una serie televisiva, ossia Big Bang theory, la cui citazione peraltro non era tanto un consiglio di visione (pur essendo molto divertente), ma un avviso, e anzi si potrebbe dire un monito.
Anche in questo nuovo numero citerò una serie televisiva, ma per motivi parecchio differenti.

Prima cosa: ecco il link dove trovate tutti i film consigliati: Film che aprono la mente… o il cuore.
Seconda cosa: ecco la mini-lista di oggi:
V – Visitors,
The wicker man,
District 9,
L’uomo che venne dalla Terra,
Spazio 1999 – Oltre lo spazio tempo.

Visitors
Credo che non vi sia nessuno, almeno nel mondo occidentale, che non conosca la serie televisiva Visitors, o per l’originale serie degli anni “80, o per il rifacimento degli anni 2000 (V – Visitors).
La trama in sé è quanto di più usato nella letteratura fantascientifica: un bel giorno arriva sulla Terra una flotta di navi spaziali aliene… e inizia il confronto con gli umani.
La differenza rispetto a tutti gli altri casi, da La guerra dei mondi ad Indipendence day, è che stavolta gli alieni non attaccano frontalmente, ma la prendono alla larga, con tanto di blandimenti, promesse… e mascheramenti.
La cosa curiosa di Visitors è che per buona parte la sua trama ricalca le teorie di molti cospirazionisti, da David Icke ad altri meno famosi, e che secondo certi è stata progettata da persone al corrente dei fatti… e solo per questo meriterebbe la visione. Ma anche perché, soprattutto il remake degli anno 2000, illustra efficacemente come le masse possano essere abbindolate tramite la propaganda di regime… che poi è ciò in cui ci troviamo immersi ora nella società non particolarmente sveglia società in cui viviamo.

The wicker man
Passiamo dalla fantascienza cospirativa a un film curiosissimo, peraltro piuttosto risalente, essendo datato 1973, e britannico peraltro, non statunitense, pregno anch’esso di elementi spesso inseriti nel filone cospirazionistico: The wicker man.
Il film è davvero curioso: più grottesco che orrorifico, e dal sapore agrodolce piuttosto che aspro, racconta di un’avventura di un sergente inglese in un’isoletta praticamente autogestita, in cui scoprirà usanze bizzarre e un culto pagano altrettanto bizzarro.
Anche qui non vi sono tematiche da crescita personale; ma in compenso vi è un film davvero molto bello e con dei contenuti particolari.

District 9
E per non farci mancare niente torniamo agli alieni, ma stavolta assai diversi rispetto a quelli di Visitors, tanto che il film in sostanza non ci parla di alieni e di rapporto tra umani e alieni, ma ci parla di razzismo e di rapporto tra diversità.
E difatti il film, pur nella sua cornice smaccatamente fantascientifica, è ispirato, nel titolo e nei fatti, all’apartheid sudafricano di decenni fa…
… e in generale all’accettazione e al rispetto di ciò che è diverso.
E dunque, essendoci in mezzo l’accettazione, siamo in piena crescita personale, anche se non sembrerebbe ad occhi un po’ distratti.

L’uomo che venne dalla Terra
A proposito di film curiosi, eccone un altro, il cui genere è difficilmente identificabile, visto che oscilla tra commedia, drammatico, sentimentale, fantascientifico, psicologico e persino spirituale. Parlo de L’uomo che venne dalla Terra, film tutto sommato recente (è del 2007), ma che sembra più vecchio di quanto non sia, forse per la sua produzione a basso budget, e che peraltro è ispirato ad un racconto che per coincidenza ho letto pochi giorni fa (L’uomo nodoso, di A.E. Van Vogt).
Non posso dirvi nulla del film senza rovinarvi il gusto di vederlo, ma diciamo che, pur in una scenografia poverissima, pur tra attori non di alto livello, pur in assenza praticamente completa di azione, vi aspettano delle sorprese, e delle riflessioni.

Spazio 1999 – Oltre lo spazio tempo
E andiamo a concludere la carrellata di oggi con Spazio 1999 – Oltre lo spazio tempo, altro film di fantascienza, e altro film ormai vecchiotto (1976), nonché altro film un po’ strano: superata una fase iniziale un po’ ambigua, e superata la fase centrale in pieno stile Star Trek, arriverete alla parte finale, del tutto diversa da quanto la ha preceduta, e che sembra proporre addirittura degli insegnamenti esistenziali.
Esperimento curiosissimo: film non bellissimo o imperdibile, ma che potrebbe esser interessante da vedere.

E con questo il numero 23 della rubrica “Film o video di miglioramento personale?” è terminato.
Alla prossima occasione.

Fosco Del Nero

Share Button

Altri articoli che potrebbero interessarti...