Product by:
Salvatore Brizzi

Reviewed by:
Rating:
5
On 28 Maggio 2013
Last modified:15 Dicembre 2015

Summary:

Pochi mesi fa ho recensito un libro di Salvatore Brizzi, e precisamente Il libro di Draco Daatson.
Oggi invece recensisco il precedente La sconfitta di Cronos.

La sconfitta di Cronos - Salvatore Brizzi (esoterismo)Titolo: La sconfitta di Cronos.
Autore: Salvatore Brizzi.
Argomenti: esoterismo, crescita personale.
Editore: Antipodi Edizioni.
Anno: 2010.
Voto: 8.
Approfondimento: qui.
Dove lo trovi: MacrolibrarsiAmazon.

 

Pochi mesi fa ho recensito un libro di Salvatore Brizzi, e precisamente Il libro di Draco Daatson.
Ho cominciato dall’ultimo libro, dunque, e ho proseguito in questo insolito percorso anticronologico con alcuni dei suoi libri più recenti: Risvegliare la macchina biologica per utilizzarla come strumento magico e La sconfitta di Cronos, oggetto della recensione odierna.

Sottotitolo del testo: “Lezioni di risveglio rivolte al cerchio interno”.
Commento della quarta di copertina: “Questo libro è la raccolta di alcune lezioni tenute da Salvatore Brizzi tra il 2007 e il 2009 a una cerchia ristretta di persone, al di fuori degli incontri ufficiali. Non è sicuramente un libro adatto a chi si avvicina a queste tematiche”.
Ergo, non si tratta un libro di base all’interno del lavoro di Brizzi e in generale.

Ed è proprio così, con l’autore che disquisisce sia di argomenti “non di base” (giusto per essere chiaro, molte persone appassionate di crescita personale, che leggono libri e fanno corsi di spiritualità non hanno ancora compreso che l’esterno corrisponde all’interno, concetto basilare in qualunque tradizione spiritual-esoterica), sia di argomenti delicati: dal sesso (compreso “il corpo” di Gesù) alle discendenze dei nostri antichi dominatori (si parla di razze non umane).

In mezzo, tanti pezzi forti di Brizzi, dall’osservazione di sé al non giudizio-non lamentela, fino alla vittoria sul tempo-Cronos oggetto del titolo del libro.

Devo dire che più leggo-vedo-ascolto Brizzi più capisco perché piaccia a molte persone, e piaccia tanto: chiaro, sintetico, coraggioso… utile.

Non ho ancora letto la sua “trilogia” di base, ma non ho avuto difficoltà a seguirlo in questo libro un po’ per le mie numerose letture di altri autori, un po’ perché già lo avevo sentito parlare in audio e video. In generale comunque mi unisco all’invito del libro stesso di essere letto solo da persone non a digiuno degli argomenti suddetti.

Per il resto, La sconfitta di Cronos contiene tanti spunti e argomenti diversi pur in uno spazio di pagine non eccessivo, 150 circa.
Vi manca, devo dire, la potenza evocativa dei discorsi di Victoria Ignis (che potrete conoscere ne Il libro di Draco Daatson o nel libretto di accompagnamento del dvd Alchimia contemporanea, ottimo anch’esso).
Ma anche il solo Salvatore Brizzi non è una lettura da poco.

Fosco Del Nero

Share Button

Altri articoli che potrebbero interessarti...