Product by:
Michael George

Reviewed by:
Rating:
4
On 6 Febbraio 2012
Last modified:15 Febbraio 2015

Summary:

Come sempre rieccoci con la rubrica dedicata agli approfondimenti dei libri recensiti su Una vita fantastica! (peraltro, sto ricevendo commenti positivi su questi miei articoli di approfondimento, che spero vi siano utili sia come spunti immediati, sia nel decidere che libri leggere).
Quest’oggi ci tuffiamo in La luce divina non viene mai meno di Michael George.

La luce divina non viene mai meno - Michael George (approfondimento)Titolo: La luce divina non viene mai meno (Das licht gotses versagt nie!).
Autore: Michael George.
Argomenti: spiritualità, esistenza.
Editore: Bis Edizioni.
Anno: 2003.
Voto: 7.5.
Recensione: qui.
Dove lo trovi: MacrolibrarsiIl giardinoAmazon.

 

Come sempre rieccoci con la rubrica dedicata agli approfondimenti dei libri recensiti su Una vita fantastica! (peraltro, sto ricevendo commenti positivi su questi miei articoli di approfondimento, che spero vi siano utili sia come spunti immediati, sia nel decidere che libri leggere).
Quest’oggi ci tuffiamo in La luce divina non viene mai meno di Michael George, testo alla cui recensione vi rimando (per trovare le recensioni consultate l’indice linkato in homepage oppure cercare il titolo nella casella di ricerca, sempre in homepage) e che propone veramente molti spunti, e di diversissimo genere.

Faccio un piccolo mix, in modo da farvi capire che tipo di testo sia La luce divina non viene mai meno.

Il primo brano si situa in pieno cospirazionismo alla David Icke.
“Durante l’era oscura queste energie ebbero abbastanza tempo e spazio per costruire sulla Terra un sistema di potere in grado di reagire in modo raffinato, flessibile e abile a tutti i cambiamenti della storia. Le creature reptoidi, sulle quali torneremo in un capitolo successivo, che agiscono nell’ombra, costruirono un contropotere segreto che comprende le proprie fratellanze, i propri ordini e le proprie logge. Queste società segrete rigidamente organizzate esercitarono la loro influenza alle corti dei re, attraverso i membri della nobiltà, nelle caste sacerdotali di tutte le religioni, più tardi anche nelle cerchie dei professori accademici, nella moderna classe politica, nella gerarchia militare, nel mondo della finanza e dell’economia, nelle associazioni commerciali e nei sindacati così come in innumerevoli associazioni e organizzazioni pubbliche.
[…] Gli sforzi del funesto governo americano Bush di introdurre in questi anni un “nuovo ordine mondiale” globalizzato la dicono lunga sul fatto che ci troviamo nel bel mezzo di una grande lotta decisiva. Perché le forze delle tenebre non abbandonano volontariamente le loro posizioni di potere.
L’era oscura che ha permesso a queste forze di avere tanto campo libero, sta terminando in questi anni. L’anno 2012 è un anno decisivo, che demarca irrevocabilmente la fine del Kali Yuga (l’epoca più “bassa” tra tutte, ndr), e che risulta anche dal calendario maya.”

Continuiamo il filone cospirazionista, con la soluzione al tutto che ci viene proposta nientemeno che da Gesù.
“Se consideriamo queste creature come dei nemici, abbiamo già perso la partita, proprio oggi, nel nostro tempo. Senza dubbio questi seguaci delle tenebre che si sono resi colpevoli di gravi crimini, come ai nostri giorni i cospiratori Illuminati, dovranno portarne le conseguenza. Dapprima dovranno essere sottoposti a giudizio in Terra, e poi avranno ancora molto da fare per sbarazzarsi dei carichi pesanti del loro karma.
Tuttavia, dovremmo ascoltare le parole del Maestro Gesù: ‘Da molto tempo esiste nel vostro mondo un popolo di anime il cui ego è paragonabile a un blocco di pietra non ancora lavorato. Questi esseri non assomigliano soltanto a tutti voi, ma vivono anche, tramite l’energia della loro struttura spirituale, un poco in tutti voi.
[…] Non rendeteli dei demoni, giunti per annientare la Terra; considerateli piuttosto come persone che hanno un altro passato, diverso dal vostro, ma lo stesso orientamento. Al momento sono malati: soffrono di orgoglio, hanno il virus della sete di potere, un virus che si può diffondere soltanto su un terreno senza amore, senza semplicità. Queste persone sono una prova per l’intera umanità. La forza del loro intelletto è molto più sviluppata della vostra. Perciò essi costringono il vostro cuore, senza saperlo, a una reazione, a essere teso, bloccato, oppure a sbocciare pienamente. Perciò mio Padre ha loro concesso di venire sulla Terra, in modo da portare a completa maturazione la meravigliosa attività del libero volere’.
Esiste perciò soltanto una soluzione per coloro che percorrono la via della luce: una soluzione che prepari la strada verso la luce per entrambe le correnti. Il Maestro Gesù consiglia: ama senza limiti”.

E ora un breve excursus di quella che sarebbe, secondo le rivelazioni di entità disincarnate come il maestro Saint Germain, la storia della Terra e del nostro sistema solare.
“La prima civiltà di custodi, giunta 35 milioni di anni fa sulla Terra, fu distrutta dall’alleanza tra Reptoidi e Dinoidi 26 milioni di anni fa. Questi invasori si stabilirono sulla Terra e cooperarono in seguito con quei Pre-Cetacei che circa 18 milioni di anni fa emersero come creature terrene intelligenti. Più tardi l’alleanza oscura di Orione ricordò ai suoi coloni divenuti pacifici il loro antico mandato di dominio e così nelle epoche successive minacciò sempre più l’annientamento delle civiltà dei Pre-Cetacei.
I Pre-Cetacei sfuggirono a questo destino con un grande sacrificio: certo, 8 milioni di anni fa riuscì loro di distruggere la civiltà dei Reptoidi-Dinoidi, però la superficie della Terra non fu più abitabile per diversi milioni di anni a causa dell’esplosione di numerosi rettori nucleari. Perciò, una metà dei Pre-Cetacei fuggì su pianeti lontani, l’altra metà si trasformò, nel corso dei milioni di anni successivi, in quelle creature acquatiche che noi oggi conosciamo come balene e delfini. La Federazione Galattica (fondata 4,5 milioni di anni fa), poi, 2 milioni di anni fa insediò sula Terra la civiltà di Hybornea, che originariamente proveniva dal sistema di Vega. Anche questa civiltà, però, una vera e propria civiltà di custodi galattica che disponeva di piena consapevolezza, non sopravvisse più di un milione di anni. Fu nuovamente l’alleanza di Reptoidi e Dinoidi ad annientare, nel corso di una violenta guerra interplanetaria, una civiltà terrestre, comunque non senza subire perdite maggiori.
In questa guerra devastante, in cui il pianeta Maldek fu distrutto e le condizioni di vita fisica su Marte e Venere furono cancellate, gli Anunnaki, una razza ibrida di uomini-rettile, catturarono una gigantesca navicella della Federazione Galattica, grande come un pianeta. Questa stella, più tardi denominata Nibiru, servì agli Anunnaki per milioni di anni come piattaforma vitale.
Intanto sulla Terra fiorirono le civiltà di custodi di Lemuria, nel Pacifico, e la civiltà di Atlantide, nell’Oceano Atlantico. Mentre Lemuria, però, rimase fedele ai fondamenti spirituali della Federazione Galattica della Luce, il regno atlantideo andò sempre più alla deriva, sempre più verso le tenebre spirituali. Quando, circa mezzo milione di anni fa, gli Anunnaki atterrarono in Mesopotamia e fondarono la prima civiltà Eridu, allora il rapporto di forze si spostò chiaramente a sfavore della civiltà di Lemuria.
La corrotta Atlantide distrusse poi, 25.000 anni fa, la civiltà di Lemuria e questa civiltà di custodi, unica nel suo genere, sprofondò nei flutti del Pacifico. Tuttavia, 12.500 anni più tardi, anche Atlantide fu inghiottita dai flutti dell’oceano, dopo che un meteorite gigante aveva distrutto il sistema atlantideo intorno al 30° parallelo, facendolo sprofondare da tre a cinque chilometri di superficie. Questo duro colpo andò sicuramente a favore degli Anunnaki, perché erano loro ad approfittare maggiormente della nuova situazione sulla Terra: non avevano più rivali.
Il Kali Yuga, l’Era dell’Oscurità, iniziò quando gli Anunnaki ebbero conquistato il monopolio del potere sulla Terra. A quel punto erano loro i mandatari dell’antichissimo mito reptoide che riguardava il dominio sulla Terra. Lungo il 30° parallelo, denominato filo di Enlil (uno dei principali anunnaki, contrapposto al fratello Enki come risulta dagli studi di autori come Sitchin e Biglino, ndr), crearono civiltà attraverso l’Africa e l’Eurasia e sfruttarono così il terreno della Terra senza limiti, fino a quando rimase soltanto una gigantesca striscia di deserto, dall’Africa del Nord al Sinai, all’Arabia e alla Mesopotamia fino all’India.
Un giorno, però, anche il loro tempo terminò. La maggior parte degli Anunnaki abbandonò la Terra negli anni intorno al 600 a.C., non senza preoccuparsi che i loro governatori potessero continuare a guidare la politica nel modo sbagliato.
La loro eredità continuò a operare e si riunì sullo sfondo con gli sforzi di quei Reptoidi che da tempi antichissimi abitano in certe volte sotterranee e da qui esercitano il loro influsso. Ovunque il serpente o il drago siano simboli di fraternità segrete opera l’influsso di questi Reptoidi.
Il simbolo del serpente e del drago si trova in giro per il mondo e spesso è connotato negativamente.”

E ora, sempre in tema di Anunnaki e di Illuminati, ecco uno stralcio su come il popolo è stato defraudato del suo potere e della sua vita.
“La ditta di Illuminati USA con sede nel District of Columbia è riuscita a vendersi agli occhi degli Americani e dell’opinione pubblica mondiale come repubblica USA ed è riuscita inoltre, senza molto chiasso, a trasformare l’istituzione della banca di emissione americana in una pompa aspirante che sottrae alla repubblica di stati federati americani ogni sovrappiù e li indebita nei confronti delle famiglia di Illuminati in una misura che supera ogni limite immaginabile. Il Congresso americano, composto dal Senato e dalla Camera dei rappresentanti, secondo l’articolo 1 della costituzione americana (paragrafo 1 e 8) ha il diritto esclusivo di coniare monete, stampare banconote, stabilire il loro valore e metterle in circolazione. Nella costituzione americana non esistono regole che permettano al congresso di delegare la sovranità monetaria a un’istituzione privata.
Il Congresso, tuttavia, approvò una legge nel 1913 con l’entrata in vigore della quale la sovranità monetaria complessiva passò dallo Stato alla Federal Reserve Bank. La Banca Federale non è una banca di stato, è una banca privata nelle mani delle famiglie Rockfeller, Rothschild, Warburg e della famiglia inglese dei Windsor. Nel corso di questo capitolo vedremo che queste famiglie appartengono alla élite mondiale degli Illuminati.
Grazie a questo travisamento della costituzione la Banca Federale ha nelle sue mani la sovranità monetaria dello stato americano da quasi cento anni. Da allora lo stato deve pagare tutti quei miliardi di dollari che ha ordinato sotto forma di moneta o banconote presso la Banca Federale, compresi gli interessi (per chi se lo stesse chiedendo, anche in Italia e in quasi tutto il mondo la situazione è identica, con banche private che fanno pagare allo Stato, e quindi ai cittadini, il costo del denaro che stampano più gli interessi… da cui il debito pubblico di tutti gli Stati, che per l’appunto è verso banche ed istituzioni private, e non verso altri stati, ndr)”.

Dopo tanta negatività, chiudo l’articolo con un esercizio per aumentare il contatto con il proprio sé divino, consigliato dal maestro asceso Saint Germain.
“1) Rivesti il tuo corpo di splendente luce bianca. 2) Mantieni salda questa immagine per i primi 5 minuti. 3) Riconosci e senti interiormente il collegamento tra il Sé esteriore e la potente scintilla divina dentro di te. 4) Dirigi la tua attenzione consapevole al centro del cuore e immaginati come un Sole Dorato. 5) Segue il riconoscimento di questa realtà: mi dedico con gioia alla pienezza della Potente Presenza Divina. 6) Percepisci il grande splendore della luce e rafforzalo in ogni cellula del tuo corpo per almeno 10 minuti. 7) Ora concludi la meditazione con il comando: io sono un figlio della Luce; io amo la Luce; io servo la Luce; io vivo nella Luce; io sono protetto, illuminato, nutrito, sostenuto dalla Luce; io benedico la Luce.”

Terminato (finalmente!) con La luce divina non viene mai meno di Michael George, appuntamento con i prossimi articoli di approfondimento di Una vita fantastica!.

Fosco Del Nero

Share Button