Newsletter

.

Archivio post

Ultimi Commenti

Contatore

I porcospini di Schopenhauer – Consuelo Casula (comunicazione)

17 Nov 2008 | Apprendimento, Comunicazione, Management

Product by:
Consuelo Casula

Reviewed by:
Rating:
4
On 17 Novembre 2008
Last modified:22 Settembre 2022

Summary:

Oggi recensisco un libro, e un libro dal nome un poco strano: I porcospini di Schopenhauer, scritto da Consuelo Casula.

I porcospini di Schopenhauer - Consuelo CasulaTitolo: I porcospini di Schopenhauer.
Argomenti: formazione, management, apprendimento, risorse umane, comunicazione.
Autore: Consuelo Casula.
Editore: Franco Angeli.
Anno: 1997.
Voto: 7.
Dove lo trovi: Amazon.

 

Oggi recensisco un libro, e un libro dal nome un poco strano: I porcospini di Schopenhauer.
Inizio con l’aggiungere il nome della sua autrice, Consuelo Casula, che lo ha pubblicato nel 1997 con Franco Angeli.

Sostanzialmente I porcospini di Schopenhauer è un testo a sfondo psicologico avente per tema centrale la formazione androgogica.

Cos’è la formazione androgogica?

Si tratta della formazione rivolta agli adulti, ovviamente molto differente non solo per tematiche ma anche per struttura da quella classica delle scuole.

Un testo di manualistica manageriale, dunque, rivolto soprattutto ai settori delle risorse umane e della psicologia in generale e che affronta il tema della formazione d’aula (si pensi ai master post-laurea, ai corsi di formazione personale, ai corsi di formazione aziendale, etc, tutti settori in pieno boom qua da noi e ormai già consolidati nel mondo anglosassone).

Anzi, ne approfitto per sottolineare come personalmente trovo ridicolo che si preoccupino di formarsi coloro che lavorano nel settore della formazione per adulti, mentre gli insegnanti “tradizionali” invece non abbiano nessuna nozione di didattica e di comunicazione efficace (puoi saperne di una certa materia quanto ne vuoi, ma se non sei capace di trasferire le tue conoscenze coinvolgendo gli studenti, come insegnante vali poco… a quel punto molto meglio fare il ricercatore).

Ad ogni modo, I porcospini di Schopenhauer è un buon libro, sia perché propone dei contenuti interessanti, sia perché li propone in tono discorsivo e piacevole… e sarebbe stato paradossale il contrario per un testo legato al mondo della formazione!

Il manuale contiene aneddoti e aforismi, utili sia a spiegare meglio le idee proposte, sia a mantenere la lettura piacevole e scorrevole.

Insomma, se siete interessati, per lavoro o per vostra passione, ai temi della formazione, delmanagement, delle risorse umane, dei rapporti interpersonali, dell’apprendimento,della comunicazione o della psicologia, probabilmente il testo di Consuelo Casula vi interesserà.

Fosco Del Nero

(Visited 2 times, 1 visits today)
Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo online...

6 Commenti

  1. la pizia

    Caro fosco, aldilà della tua ottima recensione, cattura la mia attenzione il titolo del libro, essendo stata io, sin dai tempi del liceo, un’appassionata di Shopenauer. Come al solito, sei stato lucido ed obbiettivo nel recensire. un abbraccio
    la pizia http://www.pensieroconcavo.blogspot.com

  2. Fosco Del Nero

    Ciao Lapizia, e grazie di questo tuo nuovo commento. :)
    Il libro è interessante e ben scritto, anche se si situa dal lato psicologia-risorse umane-comunicazione e non da quello spiritualità-mente-energia.
    Dipende dunque dagli interessi che hai.
    Quanto a me, la mia formazione in campo risorse umane-psicologia-selezione ogni tanto ritorna fuori… :)
    Un abbraccio anche a te.

    Fosco Del Nero

  3. LoSpagnolo

    Ciao Fosco

    Ottima segnalazione.. Quello della formazione androgogica è un campo estremamente interessante!! :)) E’ vero che non si smette mai di imparare… e sono sempre stato affascinato da come facciano i bambini ad imparare cosi tante cose in poco tempo. Poi ho capito che si tratta del tipo di onde che il loro cervello emana la maggior parte del tempo.. cioè le onde Alfa (Quando il cervello è in quello stato, per chi non lo sapesse, è come una spugna). Gli adulti passano la maggior parte del tempo in Beta.. che vuol dire in uno stato di ALLERTA non aperto all’entrata di nuove informazioni. Immagina cosa sarebbe possibile se anche gli adulti imparassero a portarsi in alfa facilmente, e a restare in alfa la maggior parte del tempo. Mi chiedo se in quel caso ridiventeremmo tutti bambini.. o viceversa diventeremmo tutti dei guru onniscenti con la barba e i capelli bianchi:D

  4. Fosco Del Nero

    Ciao Lospagnolo, e bentrovato. :)
    Hai ragione, non si smette mai di imparare, e lo stato alfa (ma ancor meglio, theta e delta, per chi ci arriva) è fonte preziosa di tante cose, dal benessere fisico alla lucidità mentale, dall’intuitività alla creatività, etc.
    In ogni caso, sul mio blog non sono permesse domande evocative, future pacing e simili! :p
    Ovviamente scherzo, vanno benissimo se inducono stati o immagini positive… ma ora smettiamo di fare i piennellistici, che già mi sta venendo il prurito… :)

    Fosco Del Nero

  5. Fosco Del Nero

    Ciao H., grazie a te per essere passato, per aver lasciato un commmento e per il complimento. ;)
    Torna pure quando vuoi!

    Fosco Del Nero

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Logo Bellezza Amore Gioia
Banner pagina facebook
Banner "Il cammino del mago"
Banner canale youtube