Product by:
Fosco Del Nero

Reviewed by:
Rating:
5
On 25 Aprile 2016
Last modified:29 Maggio 2017

Summary:

Ormai la rubrica “Film o video di miglioramento personale?” non si ferma più, dal momento che con oggi è arrivata al suo “episodio” numero 24...

Film o video di miglioramento personale? - 2

Ormai la rubrica “Film o video di miglioramento personale?” non si ferma più, dal momento che con oggi è arrivata al suo “episodio” numero 24.
Ma è solo un’impressione: sto recuperando i film già inseriti nell’elenco principale (qui: Film che aprono la mente… o il cuore) in modo da spiegare almeno brevemente perché sono inseriti nell’elenco, e ho quasi finito di recuperarli. Tra poco, dunque, si andrà avanti solo a film “nuovi”, per cui la rubrica sarà più lenta, almeno credo.

Ma bando alle ciance e vediamo i film suggeriti questa volta, specificando che, come sempre, i motivi dell’inserimento sono decisamente vari, e spesso più o meno consistenti:
I origins,
A scanner darkly – Un oscuro scrutare,
L’uomo dei sogni,
La nona porta,
Donnie Darko.

I origins
Il primo dei cinque film indicati è anche il più recente, essendo datato 2014: ambientato nell’immediato futuro, racconta la vita di un giovane scienziato e delle sue ricerche sugli occhi, umani e animali, ma in realtà il film va ben più lontano di così, visto che affronta, seppur solo narrativamente e quindi in modo lieve, temi come la reincarnazione o l’evoluzione… ma in mezzo ci mette anche fiducia, accettazione, vegetarianesimo, credenza in un’esistenza creata, etc.
Se pure il tutto è molto “light”, lo ripeto, il film è davvero bello e toccante.

A scanner darkly – Un oscuro scrutare
A scanner darkly – Un oscuro scrutare è invece esattamente l’opposto: non è delicato e leggero per nulla, a cominciare dalla tecnica mista tra animazione e recitazione, che non piacerà certamente a tutti, e proseguendo con trama e tematiche proposte: droghe, allucinazioni, stati visionari… per non parlare del fatto che la coppia protagonista è la stessa di Dracula (Keanu Reeves e Winona Ryder), il che già movimenta le cose in partenza!
Il film a mio avviso non è troppo riuscito, come peraltro spesso capita quando si tratta di conversioni cinematografiche di libri di Philip Dick, ma ha qualche elemento di interesse dal punto di vista della dualità tra realtà e finzione, e tra veglia e sonno. Non è che sia proprio necessario vederlo, ma sappiate che esiste.

L’uomo dei sogni
Ora torniamo a cose più tranquille e ispiranti, con L’uomo dei sogni, film del 1989 con Kevin Costner.
Qua siamo tra commedia e film fantastico-surreale, col film che, oltre a proporci una trama curiosa, ci parla di sogni, obiettivi, segnali, intuizione, possibilità di vita.
Film bello per conto suo e con dei contenuti interessanti.

La nona porta
Tra quelli elencati finora, cinematograficamente parlando, a mio avviso il più bello è quello cui dedico queste righe, ossia La nona porta, film di Roman Polanski del 1999 con Johnny Depp ed Emmanuelle Seigner. Ricordo che Roman Polanski ha un vissuto un po’ particolare, tra campi di concentramento, film su sette sataniche e possessioni diaboliche (Rosemary’s baby, girato con Mia Farrow, a lungo compagna di Woody Allen… con in mezzo problemi vari e persino un’accusa di violenza sessuale da parte della figlia di lei indirizzata a lui), moglie uccisa all’ottavo mese di gravidanza dalla setta di Charles Manson, nonché film dal taglio esoterico come questo La nona porta (ciò che porta a pensare che sia vicino a certi ambienti).
Come per tutti i libri e film dal taglio un po’ oscuro, tra cospirazionismo, sette e dintorni, non è affatto necessario vederlo, ma se siete centrati e gli argomenti non vi fanno paura, sappiate che qui trovare qualcosa di interessante, oltre che un bel film di per se stesso.

Donnie Darko
E ora veniamo forse al film più famoso proprio di questo genere (possessioni, controllo mentale, sangue e morte)… ma tanto ben fatto da essere praticamente nascosto a quasi ogni occhio, che peraltro è probabile che l’abbia già visto data la grande fama del film: parlo di Donnie Darko, film che dietro una patina di film fantastico un po’ fumoso in realtà riporta pari pari come operano le forze occulte nel controllo mentale.
E difatti nel film questo vi è: depressione, disturbi psichici, psicofarmaci, allucinazioni-visioni con tanto di ordini, pedofilia, possesso di armi, assassinio… e ovviamente l’occhio che tutto vede nonché altri sengi degli Illuminati. Praticamente la sintesi di un libro di David Icke in un film solo!
Per maggiori dettagli leggetevi la recensione, ma, come sempre, con energia elevata… se no lasciate perdere e dedicatevi solo a cose già alte.

E con questa raccomandazione, vi saluto.
A presto e buone cose a tutti.

Fosco Del Nero

Share Button

Altri articoli che potrebbero interessarti...