Product by:
Fosco Del Nero

Reviewed by:
Rating:
5
On 27 Ottobre 2015
Last modified:29 Maggio 2017

Summary:

Benvenuti al numero 18 della rubrica “Film o video di miglioramento personale?”.
Andiamo alla lista dei film odierni...

Film o video di miglioramento personale? - 2

Benvenuti al numero 18 della rubrica “Film o video di miglioramento personale?”.
Come prima cosa, segnalo il link in cui trovate tutti i film da me consigliati, ossia film con contenuti evolutivi di vario tipo: Film che aprono la mente… o il cuore.

Come seconda cosa, devo assolutamente dire che l’elenco sta diventando più cospicuo, e quindi più prezioso, non solo per i film che cerco e trovo da me stesso, ma anche per quelli consigliatimi dai miei lettori.

Questo post ne è un esempio, visto che i cinque film inclusi in questa mini-lista mi sono stati tutti consigliati… e questo, se vogliamo, è un esempio pratico e lampante del “dai e ti sarà dato”.
E io ridò a mia volta, e mi sarà dato altro, e tutti ne beneficeranno.

Ma basta disquisizioni concettuali, e andiamo alla lista dei film odierni:
Vita di Pi,
La ragazza delle balene,
Gli amanti del Circolo Polare,
L’incredibile vita di Timothy Green,
Il filo del rasoio.

Vita di Pi
Vita di Pi è un film di questi ultimi anni, che ha avuto un grande successo, sia per la storia decisamente originale, sia per la sua magnificenza visiva.
Le due cose colpiscono in egual modo, e ad esse si aggiunge, seppur messo in terzo piano dai due elementi suddetti, anche l’introspezione del protagonista su ego, rispetto, violenza, rabbia, e persino vegetarianesimo-carnivorismo.
Ma il film merita anche solo per quanta bellezza visiva c’è in esso… e quel che arriva in più (e qualcosa arriva di sicuro) è tanto di guadagnato.

La ragazza delle balene
Rimaniamo in ambito marino con La ragazza delle balene, giacché ambo i film citati hanno il mare come componente fondamentale, anche se ci spostiamo un poco di zona, passando dall’India (e dal viaggio nel Pacifico verso il Canada) alla Nuova Zelanda, e precisamente presso una tribù maori, dove Paikea ci accompagnerà in un viaggio (interiore, fuori non ci si sposta per nulla) lungo la fiducia, l’intuizione, il destino.
Ne La ragazza delle balene non c’è computer grafica o effetti speciali, ma c’è ugualmente tanta bellezza e ispirazione.

Gli amanti del Circolo Polare
Fiducia e intuizione sono anche il tema centrale de Gli amanti del Circolo Polare, film viceversa un po’ più risalente (è del 1998), che però fa un giro largo, come piace al fantasioso regista Medem, e che passa anche per amore e relazioni sentimentali, sofferenza, abbandono, morte.
In effetti, Gli amanti del Circolo Polare si concentra parecchio sugli elementi drammatici, e un po’ si perde nella sua parte centrale, però quanto offre a inizio e a fine film è meritevole e ispirante, da cui il mio consiglio.

L’incredibile vita di Timothy Green
E ora veniamo ai due film con contenuti di crescita personale più smaccati.
Il primo è L’incredibile vita di Timothy Green, un film per certi versi semplice, ma per altri straordinario… proprio come il protagonista del film, Timothy per l’appunto, bambino nato “evoluto”: amorevole, dolce, positivo, completamente fiducioso, privo di egoismo o attaccamento.
Tanto che, sovvertendo i ruoli normali, finisce per essere lui una guida per i suoi genitori… oltre che per gli spettatori.
Se i film precedenti, soprattutto i primi due, possiedono una bellezza fuori dal comune, questo è tuttavia tra quelli suggeriti oggi il film con i contenuti più spiccati e interessanti dal punto di vista della crescita personale.

Il filo del rasoio
E ora veniamo all’ultimo film consigliato quest’oggi… che è nientemeno che un film del 1946: Il filo del rasoio.
Con protagonista, peraltro, Tyrone Power, il padre di Romina Power.
Il film, pur in una cornice da commedia spesso sagace e brillante, che però non disdegna qualche puntata di tipo drammatico, è in sostanza il racconto del percorso di vita di un giovane uomo, Larry, che nel 1919 parte dagli Usa per andare in India, alla ricerca di se stesso e del senso dell’esistenza.
E qualcosa troverà, in effetti, tanto che al suo ritorno, dopo anni, egli ha praticamente lasciato indietro, a livello di serenità, accettazione e compassione, tutti i suoi vecchi conoscenti.
Film ottimamente recitato, molto curato a livello di fotografia, un po’ ingenuo in certi frangenti, ma interessante e ricco di contenuti, nonché di dialoghi ispiranti.

Bene, e anche oggi è fatta.
A presto con altri “episodi” della rubrica “Film o video di miglioramento personale?”.

Fosco Del Nero

Share Button

Altri articoli che potrebbero interessarti...