Product by:
Omraam Mikhael Aivanhov

Reviewed by:
Rating:
5
On 3 Febbraio 2022
Last modified:10 Marzo 2022

Summary:

Dopo aver letto "Per diventare un libro vivente", il primo volume di un’opera in due tomi scritta da Omraam Mikhael Aivanhov, mi sono precipitato a leggere anche il secondo volume, ossia "Alla scuola del maestro Peter Deunov".
Entrambi i titoli portano il sottotitolo "Elementi autobiografici"...

Alla scuola del maestro Peter Deunov - Omraam Mikhael Aivanhov (spiritualità)Titolo: Alla scuola del maestro Peter Deunov (Auprès du maitre Peter Deunov).
Autore: Omraam Mikhael Aivanhov.
Argomenti: spiritualità, esistenza.
Editore: Prosveta Editore.
Anno: 2010.
Voto: 9.
Approfondimento: qui.
Dove lo trovi: MacrolibrarsiIl giardino, Amazon.

 

Dopo aver letto Per diventare un libro vivente, il primo volume di un’opera in due tomi scritta da Omraam Mikhael Aivanhov, mi sono precipitato a leggere anche il secondo volume, ossia Alla scuola del maestro Peter Deunov.
Entrambi i titoli portano il sottotitolo Elementi autobiografici, seguito dal numero 1 o 2 a seconda del tomo.

Dico subito che la valutazione è entusiastica per ambo i testi, come intuibile facilmente dal voto numerico inserito nella scheda.
Non esito anzi a dire che, nel complesso, i due Elementi autobiografici potrebbero rivaleggiare per potenza, saggezza e conoscenza, con Autobiografia di uno yogi di Yogananda, essendo anzi persino più didattici, per quanto un po’ meno avventurosi (ma anche qui di movimento ce n’è abbastanza).

In questo secondo volume della sua autobiografia, O.M. Aivanhov si concentra sul periodo della sua vita che va dal 1917 al 1937, ossia da quando ha conosciuto il suo maestro Peter Deunov a quando questi lo mandò a insegnare in Francia. Essenzialmente, quindi, il presente tomo racconta come Aivanhov ha vissuto il rapporto col suo maestro e ciò che ha da lui imparato…
… o che ha imparato da solo ma ispirato da tale frequentazione.

Frequentazione alquanto intensa, sia fuori che dentro, se è vero che, da anziano, Aivanhov è persino diventato quasi identico a Deunov, tanto che è facile confonderli vedendoli in foto verso i 60-70 anni. Lo stesso Aivanhov affronta l’argomento nell’ultimo capitolo di questo libro, evidenziando quella che è una nota legge spirituale: l’essere umano diventa ciò su cui sofferma a lungo lo sguardo. Con tutto che, da giovane e da uomo di mezz’età, Aivanhov non somigliava affatto a Deunov adulto, cosa che rende la sua futura somiglianza ancora più incredibile.

Ma questo è un dettaglio, in fin dei conti: come il suo predecessore Per diventare un libro vivente, anche Alla scuola del maestro Peter Deunov contiene una tale mole di saggezza, dolcezza e conoscenza da essere inestimabile.

Dispiace per l’appunto che i due testi siano poco conosciuti, forse perché, a differenza di Autobiografia di uno yogi, si è scelto di pubblicarli in due volumi, entrambi piuttosto costosi, mentre forse sarebbe stato più efficiente un’unica pubblicazione, stampata in modo più fitto e più accessibile economicamente.
Tuttavia, queste sono scelte dell’editore; di mio, mi limito a sottolineare la grandezza e la luce che c’è dentro questi due testi.

Fosco Del Nero

Share Button
(Visited 1 times, 1 visits today)