Product by:
Nayaswami Jyotish, Devi Novak

Reviewed by:
Rating:
4
On 12 Ottobre 2020
Last modified:12 Ottobre 2020

Summary:

Quest’oggi vi propongo Un tocco di gioia, libro scritto a quattro mani da Nayaswami Jyotish e Devi Novak, i quali sono marito e moglie ma soprattutto sono i direttori spirituali di Ananda Sangha Worldwide...

Un tocco di gioia - Nayaswami Jyotish, Devi Novak (spiritualità)Titolo: Un tocco di gioia (A touch of joy).
Autore: Nayaswami Jyotish, Devi Novak.
Argomenti: spiritualità.
Editore: Ananda Edizioni.
Anno: 2017.
Voto: 7.5.
Dove lo trovi: MacrolibrarsiIl giardinoAmazon.

 

Quest’oggi vi propongo Un tocco di gioia, libro scritto a quattro mani da Nayaswami Jyotish e Devi Novak, i quali sono marito e moglie ma soprattutto sono i direttori spirituali di Ananda Sangha Worldwide, organizzazione interna ad Ananda, il gruppo di comunità, tra cui quella italiana di Assisi, fondato da Swami Kriyananda, allievo diretto di Paramhansa Yogananda.

Un tocco di gioia a sua volta è una sorta di seguito di Un tocco di luce, anche se più che un seguito è un testo con la medesima struttura, ma completamente a sé stante quanto a contenuti.

E la struttura è assai facile da riferire: il libro è una specie di diario, con un paragrafo scritto in un certo giorno, uno in un altro giorno e così via, fino a coprire un anno solare.
Non tutti i giorni sono coperti, ma sono abbastanza per totalizzare un corposo quantitativo di pagine, circa 360.

Quanto ai paragrafi, si tratta della traduzione dei post pubblicati dai due autori sul loro blog in inglese.

Quanto agli argomenti, anch’essi son molto facili da definire, e peraltro intuibili a chi conosca Yogananda e il suo insegnamento: parliamo dunque di meditazione, di yoga, di spiritualità, di consapevolezza… il tutto tuttavia non da un punto di vista teorico, ma molto calato nella realtà, con tanto di eventi reali, difficoltà reali e via discorrendo.

Vi sono anche testimonianze dirette su Swami Kriyananda, scomparso qualche anno fa, mentore e amico intimo di ambo gli autori del libro.

Un tocco di gioia non fa che confermarmi quanto già percepivo dei testi di Ananda Edizioni, quantomeno di quelli successivi a Yogananda: qualcosa, molto invero, si è perso nel passaggio da Yogananda a Kriyananda, e probabilmente qualcos’altro si è perso nel successivo passaggio ai suoi successori, cosa che si evince agevolmente anche da questo testo, in cui non c’è maestria e in cui anzi vengono messe in mostra lacune e debolezze…

… tuttavia, e questo è il lato positivo, che anch’esso è una conferma, c’è una buona dose di saggezza, oltre che di realizzazione personale, che è il frutto inevitabile del lavoro a livello di meditazione, di yoga e di stile di vita in armonia con i suddetti principi, e gli spunti in tali direzioni sono molti.

In questo senso, Un tocco di gioia si mantiene molto fedele al suo titolo: in esso c’è gioia, c’è semplicità, c’è saggezza, c’è molto buon senso. Non c’è maestria, ma pazienza… per la maestria c’è tempo.

Fosco Del Nero

Share Button
(Visited 1 times, 1 visits today)