Product by:
Sandro Carriero

Reviewed by:
Rating:
3
On 24 Maggio 2009
Last modified:15 Dicembre 2015

Summary:

Quest’oggi recensisco una conversazione audio che mi è piaciuta abbastanza, quella tenuta da Sandro Carriero e intitolata Nati per essere felici.

Nati per essere felici - Sandro CarrieroQuest’oggi recensisco una conversazione audio che mi è piaciuta abbastanza, quella tenuta da Sandro Carriero, intervistato da Italo Cillo per il suo portale Miglioriamo.it, da cui è liberamente scaricabile.

Tale conversazione porta il titolo di Nati per essere felici, titolo che illustra con buona chiarezza i suoi argomenti centrali: felicità, benessere, sviluppo personale.

Argomenti un po’ vaghi, ok, e in effetti la conversazione assume più il tono di un affresco teorico che di una trattazione pratica, cosa forse legata anche alla figura di Sandro Carriero, non coach di empowerment o trainer di pnl, ma attore, scrittore e filosofo.

Tuttavia, al di là della mancanza di spunti pragmatici e fattivi, i concetti esposti sono belli e importanti, motivo per cui la conferenza mi è piaciuta.

Già la prima idea esposta ha una certa importanza: se noi seguiamo la nostra vera essenza, non possiamo che essere felici, mentre proviamo disagio quando, al contrario, non seguiamo la nostra natura.
Tale disagio, poi, da psicologico diventa fisico.

Ma cosa è la felicità?
La felicità, come altre cose sottili come l’amore o Dio, non si può spiegare, dice Carriero, ma occorre viverla.
È interessante notare, però, che un sinonimo di felicità, ossia benessere, sia per l’appunto ben-essere e non ben-avere.

Quanto al raggiungerla, noi rafforziamo ciò che guardiamo e su cui ci concentriamo: se osserviamo gli ostacoli, dunque, ne vedremo spesso…

E ostacoli e problemi cosa sono?
Sono dei messaggeri, che ci indicano un problema da superare. Se lo si supera, si passa a un livello superiore.
Ma come si supera un problema?
Accettandolo e andando avanti; se viceversa gli facciamo resistenza, aumenteremo anche la sua (“what you resist persist”, dicono da qualche parte).

Tornando alla felicità, cosa è che allora ci porta sulla giusta strada?
Tutto ciò che ci dà energia, dice Carriero.
Ossia tutto che facciamo con entusiasmo.

Cosa che poi è probabilmente il problema principale della società in cui viviamo, con il 98% delle persone che fa qualcosa che non ama, e che magari invece odia proprio.

Fondamentale dunque chiedersi chi si è e cosa si vuole fare.
Dopo che si capisce chi si vuole essere, il passo successivo è quello di iniziare a sentirsi come vuoi essere… cosa che sa molto di legge di attrazione, peraltro…

E difatti, il concetto seguente è che noi attraiamo ciò di cui abbiamo bisogno: le frequenze vibrazionali in questo senso sono decisive e infallibili.

Altri due concetti molto belli chiudono la conversazione:
– siamo liberi quando non abbiamo padroni (persone, paure, dipendenze),
– ognuno può dare agli altri solo quello che ha (se il nostro bicchiere è vuoto, non possiamo dare da bere a nessuno; mentre, se contiene acqua inquinata, avveleneremo anche gli altri).

Insomma, una conversazione priva di tecniche specifiche (peraltro difficili da dare all’interno di un breve file audio), ma assai densa di spunti, e spunti importanti, che vale certamente le pena di ascoltare.

Fosco Del Nero

Share Button