Product by:
Osho

Reviewed by:
Rating:
5
On 3 Maggio 2021
Last modified:3 Maggio 2021

Summary:

Ormai ho perso il conto di tutti i prodotti di Osho che ho visionato, tra video e libri, per cui non ne effettuerò l’elencazione, limitandomi a ricordare un paio dei miei preferiti, ossia "Con te e senza di te", "La via del cuore" e "La ricerca".

Il libro del nulla - Osho (zen)Titolo: Il libro del nulla (Hsin hsin ming – Il libro del nulla).
Autore: Osho.
Argomenti: zen, taoismo, spiritualità, esistenza.
Editore: Edizioni Mediterranee.
Anno: 1883.
Voto: 8.5.
Dove lo trovi: MacrolibrarsiIl giardinoAmazon.

 

Ormai ho perso il conto di tutti i prodotti di Osho che ho visionato, tra video e libri, per cui non ne effettuerò l’elencazione, limitandomi a ricordare un paio dei miei preferiti, ossia Con te e senza di te, La via del cuore e La ricerca.

Il testo recensito quest’oggi, intitolato Il libro del nulla, in qualche modo ricorda La ricerca, perlomeno nella sua struttura: entrambi in casi infatti costituiscono un commentario a un testo (zen) dell’antichità. Si trattava de I dieci tori per La ricerca e si tratta de La mente fiduciosa per Il libro del nulla.

Per la cronaca, ambo i testi antichi sono di una colossale bellezza, tanto che sono grato a Osho di avermeli fatti scoprire, al di là poi del testo di commento anch’esso molto bello ed evocativo, lungo nel complesso poco meno di 300 pagine, e molto fitto nei concetti e nell’energia, come è sempre con il buon Osho.

Gli argomenti de Il libro del nulla sono molteplici: tecnicamente è solo uno, ossia il dualismo tra ego e Sé, che si dipana nel considerare i vari aspetti della mente, ma come capita spesso con Osho gli esempi portati all’attenzione del lettore sono tanti, e sono molto calati nella vita moderna, comprese storielle umoristiche su relazioni sentimentali, possedimenti materiali, convinzioni interiori e via discorrendo.

Quanto all’energia di fondo, all’atmosfera che si respira nel testo, siamo tra zen, taoismo e induismo… ma come detto il maestro indiano porta tutto alla vita dell’uomo comune, senza confini di nazionalità, lingua o cultura.

Altro elemento che accomuna Il libro del nulla a La ricerca è la scarsa diffusione dei due testi, poco conosciuti anche tra gli amanti di Osho o delle tematiche suddette. Al contrario, gli altri due libri citati in apertura di articolo hanno conquistato un pubblico molto più vasto, forse per un titolo più accattivante, per il fatto di riferirsi apertamente ad amore e relazioni (una delle difficoltà maggiori dell’essere umano contemporaneo) o forse semplicemente perché il pubblico italiano e occidentale in generale è poco attratto dai commentari di antichi testi orientali.

Qualunque sia il motivo, sappiate che, se val la pena leggere qualunque cosa su cui sopra c’è il nome Osho, tanto Il libro del nulla quanto La ricerca sono due gioielli, che val la pena, al di là dei propri argomenti preferiti, procurarsi, leggere, tenere da parte e riconsultare ogni tanto.

Fosco Del Nero

Share Button
(Visited 1 times, 3 visits today)