Product by:
Costantino Paglialunga

Reviewed by:
Rating:
3
On 7 Febbraio 2011
Last modified:15 Dicembre 2015

Summary:

Ho già recensito un libro sull’argomento della Terra cava, e precisamente l’ebook di Federico Cellina Terra cava - Nuova terra, che aveva ricevuto una valutazione alta. Oggi concedo il bis con Alla scoperta della Terra cava di Costantino Paglialunga.

Alla scoperta della Terra cava - Costantino Paglialunga (misteri)Titolo: Alla scoperta della Terra cava.
Autore: Costantino Paglialunga.
Argomenti: scienza, cospirazionismo, misteri, astrologia.
Editore: Macro Edizioni.
Anno: 2008.
Voto: 6.5.
Dove lo trovi: Macrolibrarsi, Il giardinoAmazon.

 

Ho già recensito un libro sull’argomento della Terra cava, e precisamente l’ebook di Federico Cellina Terra cava – Nuova terra, che aveva ricevuto una valutazione alta.
Oggi concedo il bis con Alla scoperta della Terra cava di Costantino Paglialunga.

L’argomento è chiaramente il medesimo, e corrisponde a un interrogativo: la Terra è piena come ci hanno insegnato (peraltro, a quanto pare, basandosi su nessuna prova e solo teorie piene di falle) oppure è cava, come al contrario sembrano indicare tutti gli indizi a nostra disposizione?

In Alla scoperta della Terra cava Costantino Paglialunga parte dagli indizi più risalenti, ossia tutti gli antichi miti su luoghi quali Eldorado, Agartha e Shamballah, che le popolazioni di praticamente ogni parte del mondo possiedono, spesso ancora in data odierna sotto forma di trasmissione orale…

… ma anche come testimonianze dirette, a quanto pare, posto che popoli come gli Esquimesi ancora oggi raccontano di vedere tanto persone, quanto macchine volanti, quanto luci, provenire dall’apertura polare.

Con l’ovvia esclusione del concetto del Polo (sostituito da altre aperture, come montagne o cavità sotterranee), è peraltro la stessa testimonianza di molte altre genti, come gli indios Hopi.

E, andando avanti, è la medesima testimonianza di personaggi che affermano di aver visto o finanche di essere stati nel primo lembo di tale nuova (per noi) terra, come gli esploratori R.E. Byrd, R.A. Peary, F. Cook, H.G. Wilkins.

Altre testimonianze sono quelle dei numerosi contattisti, tra cui spicca l’italiano Eugenio Siragusa.

O ancora, le teorie dei numerosi scienziati convinti che la Terra fosse cava, da E. Halley a Eulero, da De Maupertuis al più recente e nostro conterraneo E. Majorana.

Si noti, tra le altre cose, che finora la teoria della Terra cava è l’unica in grado di spiegare le aurore polari, ossia di spiegare l’evidenza di una luce fortissima di tipo solare proveniente dal centro del pianeta verso l’alto, posto che tale teoria comprende il fatto che dentro il pianeta vi sia un piccolo sole.

A tutto ciò si lega il discorso del cover up governativo: ai piani alti si sa qual è la verità (clamorosamente illustrata tra le altre cose da foto satellitari sia della Terra che di altri pianeti!), come provano le numerose missioni di molti stati (tra cui la Germania di Hitler, non a caso molto vicino agli ambienti massonico-esoterici, depositari di conoscenze nascoste alle masse), cover up che comprende anche la faccenda ufo, dal momento che i numerosi avvistamenti ufo nelle zone accreditate di collegamenti col sottosuolo (i poli, ma non solo) sono decisamente e statisticamente notevoli.

Insomma, Alla scoperta della Terra cava di Costantino Paglialunga è un testo che potrà certamente interessare molte persone, anche se, per essere onesto, lo ho trovato un po’ freddo e meno ricco di Terra cava – Nuova terra, il testo di Federico Cellina citato in apertura.

Fosco Del Nero

Share Button

Altri articoli che potrebbero interessarti...