Product by:
Anne Givaudan, Riccardo Geminiani

Reviewed by:
Rating:
2
On 2 maggio 2016
Last modified:7 giugno 2016

Summary:

Avevo comprato La maga e la bambina tempo fa, poco dopo la sua uscita, dopo che il suo quasi omonimo Il bambino e il mago mi era piaciuto davvero molto.
Dall'uno all'altro si passa dal duo Salvatore Brizzi-Riccardo Geminiani al duo Anne Givaudan-Riccardo Geminiani...

La maga e la bambina - Anne Givaudan, Riccardo Geminiani (esistenza)Titolo: La maga e la bambina.
Autore: Anne Givaudan, Riccardo Geminiani.
Argomenti: esistenza, evoluzione personale, infanzia.
Editore: Arte di Essere Edizioni.
Anno: 2014.
Voto: 5.
Approfondimento: qui.
Dove lo trovi: MacrolibrarsiIl giardino, Amazon.

 

Avevo comprato La maga e la bambina tempo fa, poco dopo la sua uscita, dopo che il suo quasi omonimo Il bambino e il mago mi era piaciuto davvero molto.

Oltre al titolo, i due testi condividono anche la paternità, almeno parzialmente, giacché si passa dal duo Salvatore Brizzi-Riccardo Geminiani per la “versione maschile” al duo Anne Givaudan-Riccardo Geminiani per la “versione femminile”.

In buona sostanza, comunque, i due libri si equivalgono in quanto a schema di fondo: sarebbe a dire un bambino o bambina curioso ed evidentemente propenso alle cose sottili dell’esistenza che tramite missiva chiede informazioni e riceve risposte dal mago-maga di turno, sarebbe a dire per l’appunto Salvatore Brizzi per il primo libro uscito e Anne Givaudan per il secondo.

Nel passaggio cambia anche l’editore, da Il punto d’incontro ad Arte di Essere Edizioni, e nel passaggio muta anche il formato, passando dal piccolo, contenuto e ben rilegato Il bambino e il mago al minuscolo, brevissimo ed economicissimo La maga e la bambina.

In effetti, tale passaggio non ha affatto giovato al testo recensito quest’oggi, che è molto breve e affatto intenso, tanto che più che una comunicazione di tipo esoterico-didattico sembra più un’amichevole chiacchierata.

Che sì contiene qualche principio esistenziale, ma propone tutto in modo davvero “light”: poca roba, una spolverata appena.

E così, mentre Il bambino e il mago possedeva una doppia anima di libro per bambini e di libro per adulti, e con una certa energia dietro al di là dell’aspetto nozionistico dei contenuti, viceversa La maga e la bambina si rivolge esclusivamente al primo target, e persino lì in modo assai leggero.

Come sempre, tutto è utile e ha un senso (se no, semplicemente non esisterebbe), ma voi tenete conto di ciò qualora vogliate acquistare qualcuno di codesti libri, in modo che l’acquisto sia più mirato.
E, nel caso in cui l’acquisto sia mirato alla lettura di un bambino, allora aggiungete pure un punto alla valutazione de La maga e la bambina, dimenticandovi comunque degli altri libri di Anne Givaudan, da L’altro volto di Gesù a Racconti d’un viaggiatore astrale, di ben altro tenore.

Fosco Del Nero

Share Button

Altri articoli che potrebbero interessarti...