Review of: La scienza sacra
Product by:
Sri Yukteswar

Reviewed by:
Rating:
3
On 2 Giugno 2014
Last modified:15 Dicembre 2015

Summary:

In pochi, almeno in Occidente, sanno chi è Sri Yukteswar, autore del libro recensito oggi: La scienza sacra.

La scienza sacra - Sri Yukteswar (esistenza)Titolo: La scienza sacra (The holy science).
Autore: Sri Yukteswar.
Argomenti: esistenza.
Editore: Astrolabio.
Anno: 1979.
Voto: 6.5.
Approfondimento: qui.
Dove lo trovi:  MacrolibrarsiIl giardinoAmazon.

 

In pochi, almeno in Occidente, sanno chi è Sri Yukteswar, autore del libro recensito oggi: La scienza sacra.
Molti di più, invece, conoscono il suo allievo, Paramhansa Yogananda, sia per la sua attività di diffusione di yoga e meditazione negli Usa e in Occidente in generale, sia per il suo best seller Autobiografia di uno yogi, uno dei libri di spiritualità di più venduti di tutti i tempi.

Sri Yukteswar, dicevo, era il guru di Yogananda, e proprio da lui quest’ultimo aveva ricevuto la missione di diffondere lo yoga e la meditazione nell’altro lato del mondo. Il primo, viceversa, ha passato tutta la sua vita in India, tra un ashram e l’altro (era famoso quello di Serampore).

Qualcosa Sri Yukteswar ci ha comunque lasciato: oltre al suo benedetto allievo, anche il libro La scienza sacra, testo commissionatogli nientemeno da Babaji (guru del suo guru: la linea di “discendenza spirituale” era dunque la seguente: Babaji, Lahiri Mahasaya, Sri Yukteswar, Parahmansa Yogananda) allo scopo di far comprendere che dietro ogni religione vi è sempre il medesimo anelito divino.

Se l’obiettivo di fondo è dimostrare l’unità fondamentale di tutte le religioni, lo schema scelto per tale dimostrazione è tutto sommato semplice: Sri Yukteswar parte dai sutra indù, li spiega e spesso vi aggiunge qualche citazione dalla Bibbia o dai Vangeli per mostrare l’uguaglianza del messaggio.

Tuttavia, la “provenienza” delle fonti non è bilanciata, nel senso che molto di quanto detto viene dall’Oriente, tra sutra e concetti propri della cultura yogica, mentre dall’Occidente viene solo qualche frase di contorno e di conferma.

In questo senso, chi non è avvezzo a termini come kali yuga, muladhara, samadhi, etc, troverà probabilmente ostico questo libriccino, tutto sommato breve con le sue 130 pagine di piccolo formato, ma comunque molto interessante sia perché scritto da un santo di alto spessore (e l’energia è energia, al di là delle parole scelte per veicolarla), sia per i suoi contenuti, peraltro molto incoraggianti dal punto di vista dell’evoluzione dell’umanità.

In definitiva, La scienza sacra di Sri Yukteswar piacerà soprattutto a chi ha già perlomeno un’infarinatura di cultura yogica o ai devoti di Paramhansa Yogananda (e conseguentemente anche di Sri Yukteswar)… mentre gli altri è meglio che ci pensino due volte prima di procedere all’acquisto, specie se gradiscono poco uno stile espositivo un po’ arcaico e cattedratico.

Fosco Del Nero

Share Button

Altri articoli che potrebbero interessarti...