Product by:
Robert Kiyosaki

Reviewed by:
Rating:
5
On 4 Giugno 2008
Last modified:15 Dicembre 2015

Summary:

Padre ricco, padre povero tratta il tema dell'abbondanza finanziaria, evidenziando quelle che sono spesso le convinzioni errate dell'uomo medio...

Padre ricco, padre povero - Robert Kiyosaki Titolo: Padre ricco, padre povero (Rich dad, poor dad).
Autore: Robert T. Kiyosaki.
Argomenti: ricchezza, finanze, soldi.
Anno: 1997.
Editore: Gribaudi Edizioni.
Voto: 8.
Dove lo trovi:Macrolibrarsi, Il giardinoAmazon.

 

Questa recensione non si occupa di un testo legato alla spiritualità o al miglioramento personale, ma a un altro settore che comunque spesso viene connesso ai primi: la ricchezza e la prosperità.

Il legame, apparentemente inesistente (anzi, molti luoghi comuni ci dicono che “i soldi non fanno la felicità”, o che addirittura rendono cattive le persone), ci sarà invece chiaro laddove rifletteremo sul fatto che se nell’uomo corpo, mente e spirito sono davvero indistricabilmente legati, allora bisogna occuparsi di tutti e tre indistintamente. In tal senso, non si tratta più di essere belli (corpo) o di essere buoni (spirito), ma semplicemente di coltivare una mentalità di abbondanza in tutti i campi.

Padre ricco, padre povero tratta il tema dell’abbondanza finanziaria, evidenziando quelle che sono spesso le convinzioni errate dell’uomo medio in materia di denaro.

Il testo, best seller internazionale scritto dal multimilionario Robert Kiyosaki, è a dirla tutta considerato un caposaldo di questo settore conoscitivo, tanto da essere consigliato come testo di base.

Anzi, in molti affermano di avere iniziato proprio da Padre ricco, padre povero un percorso di miglioramento in senso finanziario.

Cosa non sorprendente, tuttavia, considerando che il presente volume praticamente smonta una ad una molte delle convinzioni più comuni in tema di soldi, investimenti e gestione economica in senso lato.

Partendo dalle definizioni di attività e passività, Kiyosaki mostra che ciò che non bisogna mai perdere di vista è il cosiddetto “cashflow” (inutile che cerchi di spiegarvi cosa sia, col rischio di sviarvi dai concetti corretti).

E non solo l’idea di denaro e di ciò che lo circonda ne esce del tutto modificata, ma anche il concetto di istruzione e di lavoro (“i poveri lavorano per i soldi; i ricchi fanno lavorare i soldi per loro“).

Ma perchè proprio quel titolo?
Kiyosaki ha voluto mostrare come, a seconda di quali sono i nostri esempi, noi ereditiamo determinate convinzioni in ogni campo. Nel campo in questione (istruzione, lavoro, denaro) i suoi due padri, quello biologico e quello formativo, la pensavano in maniera del tutto opposta.

E, se opposte sono le premesse, sono ovviamente opposti anche i risultati.
I principi proposti da Robert Kiyosaki non sono tuttavia niente di incomprensibile o di trascendentale, essendo anzi piuttosto semplici, di quella semplicità che ti fa dire “oh, ma perchè non ci ho pensato prima?”.

Non si tratta dunque di prendere una laurea in scienze economiche, ma semplicemente (semplicemente?) di modificare il paradigma che sta alla base delle nostre convinzioni sul denaro.
In conclusione, Padre ricco, padre povero di Robert Kiyosaki è un libro non di svago, ma di istruzione (o di formazione, se preferite).

Dunque, se avete voglia di mettere alla prova le vostre convinzioni in materia finanziaria, ora sapete da dove cominciare (un altro autore meritevole in tale ambito è Harv Eker).

Fosco Del Nero

Share Button