Product by:
Manfredi Toraldo, Sergio Tisselli

Reviewed by:
Rating:
3
On 3 Marzo 2015
Last modified:15 Dicembre 2015

Summary:

Nuova recensione su un mazzo di carte: stavolta sotto i riflettore ci sono I tarocchi vichinghi di Manfredi Toraldo e Sergio Tisselli.

I Tarocchi vichinghi - Manfredi Toraldo, Sergio Tisselli (carte)Titolo: I tarocchi vichinghi (Viking tarot).
Autore: Manfredi Toraldo, Sergio Tisselli.
Argomenti: carte, tarocchi, divinazione.
Editore: Lo Scarabeo Edizioni.
Anno: 2006.
Voto: 6.
Dove lo trovi: Macrolibrarsi, Il giardinoAmazon.

 

Nuova recensione su un mazzo di carte: stavolta sotto i riflettore ci sono I tarocchi vichinghi di Manfredi Toraldo e Sergio Tisselli.
Entrambi i nomi degli autori del mazzo non mi sono nuovi: il primo è autore dei Tarocchi dell’Olimpo, mentre il secondo è il disegnatore de Tarocchi dei pellerossa, con cui in effetti c’è qualche affinità a livello visivo.

Preciso da subito che non sono minimamente esperto di mitologia nordica, e che quindi andrò a giudicare il mazzo “solo” dal punto di vista degli archetipi tarotici, della bellezza delle carte e dell’energia che vi si trova.

Intanto dico subito che diffido delle persone esperte di un settore e di un altro, giacché tendo a pensare che il vero esperto del mondo nativo-sciamanico non sia anche un esperto di mitologia nordica o di mitologia araba o di testi sacri indù, di tarocchi, e così via… e a ciò aggiungo che in rete ho trovato commenti non convinti sulle scelte fatte per codesto mazzo in relazione al pantheon di deità vichinghe.

Di mio, posso dire che gli arcani maggiori si avvicinano all’inutilità, visto che tante carte sono state deviate dal loro archetipo di fondo, e alcune anche in modo pesante.

Peraltro, mentre di solito gli autori dei mazzi di tarocchi dedicano una grande cura agli arcani maggiori, la parte del mazzo nettamente più importante (molti difatti non usano gli arcani minori), in questo caso abbiamo, curiosamente, un mazzo più bello e accattivante negli arcani minori che non nei maggiori…

… e difatti ho deciso di usare i primi, all’interno di letture intuitive cui il mazzo si presta bene, e di non usare i secondi.

Insomma, la valutazione finale de I tarocchi vichinghi è mediana, e ve lo consiglio solo se siete appassionati di mitologia nordica.

Ultimo appunto: come quasi sempre in questi casi il libercolo di accompagnamento è poco utile, per cui è necessaria una conoscenza pregressa dei significati degli arcani… anche se in quel caso rischiate di arrabbiarvi vedendo quanto sono state alterate certe carte!

Fosco Del Nero

Share Button

Altri articoli che potrebbero interessarti...