Product by:
Fabio Marchesi

Reviewed by:
Rating:
4
On 29 marzo 2012
Last modified:18 dicembre 2013

Summary:

Bentornati con la rubrica dedicata agli approfondimenti sui prodotti di miglioramento personale recensiti. Quest’oggi vi tocca l’approfondimento con il video di Fabio Marchesi Entusiasmologia dell’amore.

Entusiasmologia dell’amore - Fabio Marchesi (approfondimento)Titolo: Entusiasmologia dell’amore.
Autore: Fabio Marchesi.
Argomenti: legge d’attrazione, crescita personale, mente.
Editore: Anima Edizioni.
Anno: 2010.
Voto: 7.5.
Recensione: qui.
Dove lo trovi: MacrolibrarsiIl giardinoAmazon.

 

Bentornati con la rubrica dedicata agli approfondimenti sui prodotti di miglioramento personale recensiti.
Quest’oggi vi tocca l’approfondimento con il video di Fabio Marchesi Entusiasmologia dell’amore, in cui l’autore spazia veramente tanto, come suo solito.

Andiamo ad apprezzarne alcuni spunti, il primo dei quali sulla natura del visibile e su quella dell’invisibile.
“Il razionale e il visibile funziona per causa-effetto, no? Io son lì, tu mi fai un piacere, io ti ringrazio. È una risposta, la gratitudine. Nell’invisibile funziona al contrario: se tu sei nella gratitudine tutta la realtà è come se fosse in debito con te.
Se ti ripeti anche per dieci minuti ‘grazie’, tu entri in uno stato di gratitudine. Te ti fai cinque minuti di grazie-grazie la mattina prima di uscire di casa… e non stupirti se tutti quelli che incontri vogliono farti dei favori: c’è quello che ti apre la porta, son tutti lì che vogliono farti dei regali.
Funziona al contrario la realtà.
Lo so, può sembrare assurdo, ma è proprio lì la potenza!
È una roba così banale che non la fa nessuno, perché nessuno penserebbe che una roba così banale può essere così potente!”

Ora passiamo all’immaginazione.
“Se entusiasmo è una parola potentissima, l’altra parola potentissima qual è?
Immaginare.
Sai cosa vuol dire immaginare? Vuol dire ‘in me mago agere’.
Tu ogni volta che immagini eserciti il mago che è in te. Perché l’invisibile, la trama della realtà non funziona con chiacchiere, giudizi, interpretazioni; funziona per immagini.
Quindi quando tu ti immagini quello che desideri, tu stai andando a scrivere nell’assoluto quello che ti predisponi e aumenti le probabilità di poter vivere nel tuo futuro. Quando ti immagini quello che temi… perché il mago deve vincere le sue paure? Perché non può più immaginarsi quello che teme, perché se tu hai delle paure ti immagini quello che temi, e se ti immagini quello che temi agisci come mago nel crearti quello che vivrai.
Immaginare è una roba potentissima, e uno quando inizia ad accorgersi che quello che immagina è la cosa più potente della sua esistenza, inizia a stare attento a quello che immagina.
Ti viene da immaginare una cosa brutta? Cambia canale! Creati un progetto futuro felice e concentrati su quello!
[...] Non importa il tuo passato: felice, infelice, hai amato, non hai amato. Quello che conta è dove tendi. Qual è il tuo progetto futuro. Ce l’hai un progetto futuro felice? Hai qualcosa che ti accende di passione ardente, che è là ancora che deve accadere, o tutta la tua attenzione è rivolta solo a cose già successe?”

Terminiamo la trilogia di spunti parlando di relazioni interpersonali.
“Il modello relazionale più diffuso e consolidato nel senso comune è questo: esercito la mia sofferenza, dolore, vittimismo e anche malattia pur di ‘costringere’ chi mi interessa a rivolgermi la sua attenzione (ottenendo potere su di lui) e stare con me, facendo leva su buonismo e sensi di colpa.
Quindi uno cosa fa? Ricatta i parenti, inventandosi anche tragedie e malattie, perché, secondo un concetto di buonismo diffuso e devastante, se tu sei buono e quello soffre, devi correre da lui e soffrire insieme a lui. La tua felicità dovrebbe avere priorità su tutto. Anche perché più tu sei felice, più sei utile con le persone con cui sei entangled.
Se tu ami una persona ed è in un momento di grandissima sofferenza, la cosa più potente che puoi fare per aiutarla è fare qualcosa che ti dia più gioia di quanta tu ne abbia mai vissuto nella tua vita.
Nella beatitudine, pensi un secondo alla persona con cui sei entangled che sta soffrendo… e tu con tutta la tua gioia, con tutto il tuo entusiasmo, con tutta la tua gratitudine, tu puoi aiutarla enormemente a guarire.
Veniamo ora al modello entusiasmologia: più sai essere autonomamente felice, grato e sorridente, più fai del bene autentico a tutti coloro con cui sei entangled, anche se sei fisicamente lontano.”

Sperando come sempre di esservi stato utile, e precisando che il termine entangled si riferisce all’entanglement della fisica quantistica, per cui le particelle che sono state in contatto lo rimangono per tutta la lor esistenza (e così gli esseri umani), con Entusiasmologia dell’amore di Fabio Marchesi è tutto.

Alla prossima occasione.

Fosco Del Nero

Share Button