================== EBOOK GRATUITO ==================

Inserisci la tua mail e ricevi l'ebook di crescita personale
"Cosa occorre al viandante"
Clicca qui per saperne di più
:

* Non cederò mai i tuoi dati a nessuno e li tratterò nel rispetto della privacy
 

Parole di Potere

Diario di un amarolista – Franco Calorio (salute)

21 Mag 2018 In: Amaroli, Salute

Diario di un amarolista - Franco Calorio (salute)Titolo: Diario di un amarolista.
Autore: Franco Calorio.
Argomenti: benessere, salute, urino terapia.
Editore: Blu International Studio.
Anno: 1997.
Voto: 6.
Dove lo trovi: MacrolibrarsiAmazon.

 

Qualche tempo fa avevo preso Diario di un amarolista, breve testo di tale Franco Calorio, come omaggio in un ordine effettuato online.

L’argomento amaroli, infatti, o per dirlo altrimenti l’urinoterapia, mi ha sempre acceso una lampadina nella testa, fatto che mi spingeva a volervi vedere più chiaro.

Quanto di meglio dunque di un libro che contiene la testimonianza concreta di una persona che ha praticato per anni, e che riferisce per l’appunto la sua esperienza?
Tale persona è Franco Calorio, che porta anche il nome indù di Arjuna, e tale libro è per l’appunto Diario di un amarolista.

Il libro in questione, assai breve con le sue 90 pagine scritte larghissime che avrebbero potuto tranquillamente essere 50, riporta un poco di teoria, che comunque è assai breve, giusto il necessario fondamento della pratica, ma soprattutto riporta l’esperienza viva dell’autore, che ha cominciato a praticare come sostegno alla moglie, la quale aveva maturato una malattia affrontata per l’appunto con la pratica di amaroli.

L’affettuoso marito ha praticato insieme a lei, e infine proprio lui a distanza di tanto tempo ha pubblicato le sue “memorie” in merito, comprensive anche di passi presi pari pari dal suo “diario di bordo” (“giorno numero 75”, “giorno numero 167”, etc).

Diario di un amarolista non è nient’altro che questo, e offre esattamente quanto promette: l’esperienza, largamente positiva, di un praticante, che suggerisce tale pratica per ogni direzione: la salute, la cura delle malattie, il benessere degli organi interni e della pelle esterna, il digiuno con amaroli, e via discorrendo.

Il tutto con un’impronta assai leggera e gradevole, tipica di una testimonianza nuda e cruda, priva di qualsiasi impeto di convincimento, e viceversa semplice condivisione.
In tal senso, ho apprezzato Diario di un amarolista di Franco Calorio… anche se si tratta di un’opera breve e leggera, priva di sostrato concettuale e di teoria di fondo… se non l’unica idea per cui l’urina è il rimedio che la natura ci ha messo a disposizione, in modo singolo e irripetibile, per la nostra salute e la nostra guarigione.

Fosco Del Nero

Share Button

Joie de vivre tarot - Paulina Cassidy (tarocchi)Titolo: Joie de vivre tarot.
Autore: Paulina Cassidy.
Argomenti: tarocchi, carte, divinazione.
Editore: U.S. Games Systems.
Anno: 2011.
Voto: 5.
Dove lo trovi: Amazon.

 

Nuovo mazzo di tarocchi recensito sul sito, dopo che era passato un po’ di tempo dall’ultima recensione… e in effetti ultimamente me ne sono passati di meno tra le mani.

Il candidato odierno porta il seguente nome: Joie de vivre tarot, e per la cronaca è uno dei pochi che mi sono comprato per conto mio, mentre la gran parte degli altri mazzi mi è stata regalata.

Ebbene, Joie de vivre tarot mi ha discretamente deluso, e ora vi dirò perché.

Intanto, mi aveva attratto per il suo nome e per ciò che esso prometteva, congiuntamente anche alle immagini di alcune lame che apparivano piuttosto colorate e vivaci.

In effetti, son molto vivaci e mosse, anche troppo a dire il vero, e quanto a colore, gioia, nonché all’aspirazione di esser diretto al proprio “bambino interiore”, anche in tal caso il mazzo traballa: le lame, maggiori e minori, son tutte vivaci e discretamente curate, e a prima vista sembrano anche positive e affatto seriose, infantili persino… però a guardarle da vicino hanno anche qualcosa di inquietante, come se si guardasse un clown dallo sguardo strano (non dico It, ma ci siamo capiti).

Per di più, il mazzo si prende tante libertà rispetto agli archetipi tradizionali, e questo è un altro rischio cui va volutamente incontro.
Peraltro, non avevo preso i Joie de vivre tarot come mazzo “tradizionale”, fatto ovvio data la loro natura, ma come mazzo “intuitivo”… eppure anche in questo senso mi ha ispirato poco.

Paradossalmente, la cosa che mi ha colpito di più è il retro della carta, ossia il lato coperto, quello sì indubitabilmente gioioso e infantile con i suoi colori caldi e le sue linee bambinesche.
Quanto al resto, i Joie de vivre tarot mi sono sembrati più un mazzo di tarocchi estetico-artistico che non da uso concreto.

Ad essi, per informazione, è allegato un libriccino in inglese, che non ho letto interamente ma che mi pare discretamente ben fatto, con tanto di una stesa suggerita, la quale al contrario mi ha convinto meno.

Fosco Del Nero

Share Button

Thonban Hla - La leggenda - Selene Calloni Williams (esistenza)Titolo: Thonban Hla – La leggenda.
Autore: Selene Calloni Williams.
Argomenti: narrativa, esistenza.
Editore: Edizioni Tlon.
Anno: 2016.
Voto: 7.5.
Recensione: qui.
Dove lo trovi: MacrolibrarsiIl giardinoAmazon.

 

Benvenuto a questo nuovo articolo di approfondimento.
Quest’oggi siamo in compagnia del libro di Selene Calloni Williams Thonban Hla – La leggenda.
Andiamo a leggerne alcuni brani da esso estrapolati.

La prime due citazioni son prese dall’apparato introduttivo del libro, e quindi frutto della penna di Selene Calloni Williams.
La prima delle due ci parla della dualità e del punto centrale di equilibrio.
“La condizione naturale è quella di equilibrio tra gli opposti, tale per cui tutti gli opposti risultano distinti ma non separati. Così la notte e il giorno, la morte e la vita.
Solo nella mente umana gli opposti sono distinti e separati dalle categorie del giudizio e del calcolo.”

La seconda invece, ci parla del passaggio dal giudizio mentale-culturale alla visione della bellezza.
“Se giri il mondo in un senso e poi lo giri anche nell’altro, finisci inevitabilmente per disimparare quello che hai imparato.
Allora non distingui più sulla base delle categorie mentali, ma la pura bellezza diviene per te il prezioso significato delle cose.”

Veniamo ora alle citazione della leggenda di Thonban Hla, della quale Selene Calloni Williams si è fatta solamente portavoce.
Il primo brano ci parla dell’illusorietà del corpo e del mondo fenomenico.
“Questo corpo è un’apparizione magica, è un’ombra senza carne né ossa, un miraggio che muta momento per momento, un sogno che la mente proietta, è un arcobaleno bello e vivido, ma senza sostanza, un ricordo, emozioni come nuvole cangianti mosse dal vento, capaci di disegnare ogni forma, eppure evanescenti come la luce del lampo.”

Il secondo è un invito all’espansione della coscienza e della visione interiore.
“Che io possa divenire terra,
che io possa divenire cielo,.
Che io possa divenire la montagna,
che io possa divenire il mare.
Che io possa crescere,
allargando ed allungando il mio corpo,
fino a disperdermi nel vuoto dell’infinito.”

Passiamo ad un’altra citazione; in essa si accenna al principio creativo e all’effetto speculare dell’esistenza.
“– Tu decidi, tu decreti!
– Vuoi dire che io sono così tanto folle da creare la realtà che più mi procura terrore?
– Non lo vedi da te? Io sono un’idea: la tua idea. Sono un riflesso, un’apparizione magica, un miraggio proiettato dalla tua mente.”

Ancora sul principio specchio, e sulla visione duale contrapposta alla visione unitaria.
“Non riconoscendomi, mi consideri un’entità esterna.
Ma quando mi riconoscerai, la visione della nostra unica realtà nuda sorgerà dal tuo interno e sui venti della impeccabile creatività raggiungerai l’altra sponda.”

Segue adesso una frase sulla dicotomia tra desideri (egoici) della personalità e desideri (evolutivi) dell’anima.
“Esalando desideriamo con la ragione, secondo i criteri del vantaggio e dello svantaggio personale.
Inalando desideriamo con la nostra ombra, che sempre vuole l’opposto di ciò che vogliono le nostre parti emerse.”

La citazione seguente descrive in termini immaginifici e variopinti lo stato di centratura interiore frutto del percorso evolutivo. Ancora una volta, di mezzo vi sono dualità e attaccamenti e paure.
“Come quella di un leone, è tale la nobiltà della mia postura che, anche nel sonno più profondo, nessuno osa avvicinarmi.
Mi muovo più veloce del vento nell’istantaneità della medesimezza, la grande terra di mezzo dove gli opposti si uniscono.
Le mie azioni sono libere. La mia coscienza poggia sul fermo suolo della non-oggettività delle cose, libera dagli attaccamenti, la sua luce radiante eclissa gli ostacoli.
Permanendo nello stato naturale, io vado ovunque senza paura.”

Quanto segue potrebbe essere un corollario di quanto introdotto prima: visione individuale, paure, speranze, desideri, etc.
“Gli uomini non vedono mai ciò che è, ma ciò che ad essi suggerisce la loro paura o la loro speranza.
Il metodo segreto dell’osservare sta nel non avere né aspettative né timori.”

Idem come sopra: la visione fortemente individuale-egoica porta sempre a desiderare qualcosa, e quindi a non accettare quanto esiste, qua definito in termini intensi.
“Io chiamo violenza l’incapacità di accettare chi ti sta accanto per ciò che è.”

Stiamo per terminare l’approfondimento su Thonban Hla – La leggenda.
Le prossime due citazioni spiegano il medesimo principio: il fuori corrisponde al dentro, non vi è nulla di nascosto che non sarà rivelato.
“Un mago è la sua stessa magia.
Nessuno può essere separato dal proprio operato.”

“Nulla di ciò che ci portiamo dentro è esente dall’accadere.”

E chiudiamo con l’insegnamento con cui si chiude anche il libro, anch’esso legato all’accettazione, all’abbandono e al non desiderio personale.
“Ricorda gli insegnamenti che hai ricevuto: lascia andare ogni attaccamento a persone, cose e luoghi che hai conosciuto.
L’arte segreta dell’operare una scelta è nel non provare né attrazione né repulsione per alcuna delle possibili direzioni. L’arte segreta del morire è nell’assumersi la piena responsabilità per tutto ciò che accade, nel non avere alcun timore, nel non aggrapparsi ad alcuna aspettativa.
Non respingere né anelare, rimani nello stato naturale.”

E con Thonban Hla – La leggenda di Selene Calloni Williams abbiamo così terminato.
A presto e buone cose a tutti.

Fosco Del Nero

Share Button

BAG

tarocchi

 Evolution Personality Test

Non occorre cambiare il mondo.

Cambia semplicemente te stesso e avrai cambiato il mondo intero, perché tu ne fai parte. Se anche un solo essere umano cambia, il suo mutamento si irradierà in migliaia e migliaia di altre persone. Diventerà la scintilla di una rivoluzione che potrà generare un nuovo tipo di essere umano.

[Osho – La via del cuore]

Parole di Potere

Il cammino del mago

Il mondo dall'altra parte

Copertina Parole di Forza

Copertina Il significato esoterico dei Vangeli

Copertina Corso di esistenza

Copertina Accademia della Guerra

Copertina Accademia della Guerra

Copertina Il Mondo Arcobaleno

Ultimi Commenti

Libri consigliati

Dhammapada
I quattro vangeli
Il giardino cintato della verità
La ricerca
Autobiografia di uno yogi
Il libro della magia divina
Il potere di adesso
Il libro di Mirdad
Prima di Io Sono
I segreti del viaggio interiore
Vedute sul mondo reale
Il Libro di Draco Daatson - Libro
La danza del vuoto
Il vangelo acquariano
Il dito e la Luna
Con te e senza di te
Messaggio per un’aquila che si crede un pollo
Frammenti di un insegnamento sconosciuto
La via del risveglio planetario
Dio in te - The white book
Il Vangelo di Maria Maddalena
La forza sessuale o il drago alato
Officina alkemica
La via del cuore
La via del guerriero di pace
Conversazioni con Yogananda
Uno
Life - I segreti della ghiandola pineale
Superanima Sette - La scuola celeste
Maestri nella nuova energia
Chiedi e ti sarà dato
Il profeta
Il codice del cuore
L'enneagramma
Il vangelo esseno della pace
L'altro volto di gesù
Il segno zodiacale come guida spirituale
Il libro perduto del Dio Enki
Sintesi dell’insegnamento
Il gusto della gioia
Una storia d’amore con l’esistenza
Io Amo Meditare - CD

Contatore visite