Newsletter

.

Archivio post

Ultimi Commenti

Contatore

Il fuoco dal profondo – Carlos Castaneda (apprendimento)

4 Ago 2022 | Esistenza, Sciamanesimo

Product by:
Carlos Castaneda

Reviewed by:
Rating:
3
On 4 Agosto 2022
Last modified:22 Settembre 2022

Summary:

L’appuntamento di oggi è con "Il fuoco dal profondo", libro di Carlos Castaneda recentemente recensito...

Il fuoco dal profondo - Carlos Castaneda (sciamanesimo)Titolo: Il fuoco dal profondo (Fire from within).
Autore: Carlos Castaneda.
Argomenti: esistenza, sciamanesimo.
Editore: Bur.
Anno: 1984.
Voto: 6.
Recensione: qui.
Dove lo trovi: MacrolibrarsiGiardino dei libri, Amazon.

 

L’appuntamento di oggi è con Il fuoco dal profondo, libro di Carlos Castaneda recentemente recensito.
Da esso non ho tratto un numero molto sostenuto di citazioni, ma sufficienti per redigere un approfondimento sufficientemente valido. Si tratta soprattutto di brani brevi, come vedremo.

Primo brano proposto: l’importanza personale, ossia l’ego.
“L’importanza personale non è qualcosa di semplice e ingenuo. Da un lato, è il nucleo di tutto ciò che in noi ha valore, dall’altro il nucleo di tutto il nostro marciume.
Disfarsi dell’importanza personale richiede un capolavoro di strategia. I veggenti di tutte le epoche hanno espresso i più alti apprezzamenti per coloro che ci sono riusciti.”

Secondo brano: l’impeccabilità, ossia un uso efficiente e disciplinato dell’energia.
“L’impeccabilità non è altro che l’uso adeguato dell’energia.
Tutto quello che io ti dico non ha la benché minima traccia di moralità.”

Ancora sull’impeccabilità: niente moralità, sì efficienza evolutiva.
“L’impeccabilità non è altro che l’uso adeguato dell’energia. Tutto quello che io ti dico non ha la benché minima traccia di moralità. Ho risparmiato energia e questo mi rende impeccabile. Per poter capire ciò, tu devi aver risparmiato sufficiente energia o non lo capirai mai.
I guerrieri fanno inventari strategici. Elencano le loro attività, i loro interessi. Dopo decidono quali si possono cambiare per ottenere così una pausa nel consumo di energia.
Negli inventari strategici dei guerrieri, l’importanza personale figura come l’attività che consuma la maggior quantità di energia e per questo si sforzavano di vincerla.
Una delle prime preoccupazioni del guerrieri è liberare quell’energia per affrontare con essa l’ignoto. L’azione di ricanalizzare quell’energia è l’impeccabilità.”

La citazione seguente afferisce alla nostra visione del mondo.
“La prima verità sulla consapevolezza è che il mondo che ci circonda non è in realtà come noi pensiamo.
Noi pensiamo sia un mondo di oggetti e invece non lo è.”

E quella dopo ancora allo scopo di ogni forma vivente, essere umano compreso: la consapevolezza.
“Gli esseri viventi esistono solo per affinare la consapevolezza.”

Segue ora un brano sull’energia sessuale… in verità, la sola e unica energia (comunque la si voglia chiamare).
“Per i guerrieri l’unica energia che possediamo è l’energia sessuale, creatrice di vita. Questa conoscenza li forza a rendersi perfettamente conto delle proprie responsabilità.
Se i guerrieri vogliono avere la forza sufficiente a vedere, devono diventare avari con la propria energia sessuale.”

Andiamo avanti con i brani estrapolati da Il fuoco dal profondo: passiamo ora all’attenzione, grande campo di battaglia.
“L’attenzione è la più grande conquista individuale dell’uomo. Comincia a svilupparsi dalla consapevolezza animale, bruta, fino ad arrivare ad abbracciare tutta la gamma delle alternative umane.”

Torniamo su due temi già visti e intimamente uniti: la consapevolezza e l’ego.
“I guerrieri si preparano alla consapevolezza, e la consapevolezza totale si raggiunge quando in loro non rimane più alcuna traccia di amor proprio.
Solo quando sono nulla diventano tutto.”

Penultima citazione: il silenzio interiore e la possibilità interiore.
“Quando si raggiunge il silenzio, tutto è possibile.
Il dialogo interno finisce proprio come comincia: mediante un atto di volontà.
Come impariamo a parlare con noi stessi, così impariamo altresì a manipolare la nostra volontà.”

Ultima citazione: il pianeta stesso è un grande essere organico e vivente.
“La Terra è un gigantesco essere cosciente, soggetto alle stesse forze cui siamo soggetti noi.
La chiave magna che apre le porte della Terra è fatta di silenzio interiore e di qualunque cosa che brilli.”

È tutto con Il fuoco dal profondo di Carlos Castaneda.
Al prossimo articolo di approfondimento.

Fosco Del Nero

(Visited 2 times, 1 visits today)
Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo online...

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Logo Bellezza Amore Gioia
Banner pagina facebook
Banner "Il cammino del mago"
Banner canale youtube