Review of: Fattore fortuna
Product by:
Richard Wiseman

Reviewed by:
Rating:
4
On 27 maggio 2009
Last modified:15 dicembre 2015

Summary:

Di recente un libro ha attirato la mia curiosità, tale Fattore fortuna, e ho quindi colto l’occasione di acquistarlo e di leggerlo.

Fattore fortuna - Richard WisemanTitolo: Fattore fortuna (The luck factor).
Argomenti: psicologia, fortuna, successo.
Autore: Richard Wiseman.
Editore: Sonzogno.
Anno: 2003.
Voto: 7.
Dove lo trovi: Macrolibrarsi, Il giardinoAmazon.

 

Di recente un libro ha attirato la mia curiosità, tale Fattore fortuna, e ho quindi colto l’occasione di acquistarlo e di leggerlo.
Ora lo recensisco per voi.

Si tratta di un testo pubblicato nel 2003 da Richard Wiseman, uno psicologo che ha avuto al felice intuizione di dedicarsi al tema della fortuna, presunta o reale, studiando le casistiche di presunti fortunati o iellati.

Non si tratta dunque di una trattazione speculativa o di un testo di tipo new age, ma di un vero e proprio studio scientifico, portato avanti per anni e di cui Fattore fortuna costituisce il resoconto scritto.

L’intento di Wiseman era chiaro: ossia individuare gli elementi comuni ai fortunati, dal punto di vista di convinzioni, atteggiamenti e approccio alla vita, e quelli comuni agli sfortunati.

Da una casistica decisamente vasta e corposa non era affatto detto che emergessero dei dati statisticamente rilevanti… e invece i risultati, riportati nel libro anche sotto forma di numeri e di grafici, sono piuttosto sorprendenti, indicando come la “fortuna” o la “sfortuna” non siano casuali, ma costituiscano una diretta conseguenza di come ci si relaziona alla vita e agli altri.

Devo dire la verità: nonostante il testo sia interessante, e molto, il suo contenuto non mi ha stupito affatto, e anzi, con gli occhi della legge di attrazione, lo studio effettuato da Wiseman e i suoi risultati mi sono parsi a dir poco scontati…

Se dunque chi si sia già avvicinato alla legge dell’attrazione forse non sarà particolarmente interessato a questo Fattore fortuna, è probabile che, viceversa, il testo possa piacere molto ai cervelli più razionali e matematici, particolarmente attratti da dati e numeri.

Lo stesso Wiseman sembra biasimare in alcuni punti del suo libro la corrente della law of attraction-legge di attrazione, anche se, guarda un po’, alla fine fa notare come i “fortunati” si dedichino in buona parte (una parte statisticamente impossibile da ignorare, e i numeri non mentono mai) a:
meditazione,
rilassamenti,
visualizzazioni,
definizione di obiettivi,
affermazioni,
interruzioni di schema.

Tanto da consigliare egli stesso tali esercizi ai suoi lettori come elementi utili a espandere la propria fortuna, e tanto da citare egli stessi autori come Robert Collier (uno di coloro che, insieme a Charles Haanel,Wallace Wattles e altri, hanno ispirato The secret e libri affini).

“Fattore fortuna” che, studio alla mano, è identificabile in quattro principi generali:
1. Cogliere al volo le occasioni della vita.
2. Seguire l’istinto.
3. Essere ottimisti
4. Trasformare la sfortuna in fortuna.

Con tanto di sottoprincipi e di esercizi ad hoc, finalizzati a implementare l’applicazione di tali principi, e quindi la propria fortuna.

In definitiva, in Fattore fortuna abbiamo dei principi generali, degli esercizi della fortuna, la casistica dei fortunati-sfortunati, e i risultati della “scuola della fortuna” cui Wiseman ha sottoposto i suoi soggetti di studio.

Questo di Richard Wiseman è dunque un testo molto interessante, che, alla fine della fiera, costituisce una visione alternativa (ma molto simile) alla legge di attrazionevibrazionerisonanza.

Fosco Del Nero

Share Button

Altri articoli che potrebbero interessarti...