================== EBOOK GRATUITO ==================

Inserisci la tua mail e ricevi l'ebook di crescita personale
"Cosa occorre al viandante"
Clicca qui per saperne di più
:

* Non cederò mai i tuoi dati a nessuno e li tratterò nel rispetto della privacy
 

Parole di Potere

Jalamanta - Rudolfo Anaya (narrativa)Titolo: Jalamanta (Jalamanta).
Autore: Rudolfo Anaya.
Argomenti: esistenza, narrativa, new age, spiritualità.
Editore: Il punto d’incontro.
Anno: 1996.
Voto: 4.5.
Recensione: qui.
Dove lo trovi: MacrolibrarsiIl giardinoAmazon.

 

Eccoci qui con l’approfondimento dedicato al libro Jalamanta, libro di narrativa spirituale scritto da Rudolfo Anaya nel 1996.
Andiamo a leggerne qualche citazione sparsa.

La prima citazione afferisce il collegamento tra corpo e anima.
“Il corpo è il tempio dell’anima, e la luce passa da un corpo all’altro.
L’anima infonde il corpo, così come ogni cosa è soffusa dalla luce che proviene dal nostro sole.”

La seconda, invece, ci proietta direttamente nell’universo, di cui facciamo parte.
“Ognuno di noi riflette il mistero dell’universo e possiede una coscienza che fa parte dell’anima dell’universo stesso.
Quando ce ne rendiamo conto e vediamo tale potere anche in tutti coloro che ci stanno intorno, impariamo ad avere fiducia in noi stessi e negli altri. Questa fiducia è l’amore che condividiamo con il resto dell’umanità.
Il povero e il re, il poeta e il materialista, tutti hanno uno scopo nella vita: il nostro è quello di raggiungere nuovi livelli di consapevolezza e chiarezza, ed è proprio la chiarezza che creiamo nell’anima a divenire parte integrante della coscienza dell’universo.”

Parliamo ora di pesi, legami e attaccamenti.
“Ciò che prendi finisce per pesare su di te, così come un tempo opprimeva il suo antico proprietario.”

Un’altra citazione breve, questa su percorso, lavoro e attrito.
“Tu preferisci cercare soluzioni più facili all’esterno, e finché rimarrai convinto che le risposte arrivino da fuori, la tua esistenza verrà governata da coloro che creano le illusioni.”

Andiamo avanti, con un brano sulle nostre proiezioni interiori.
“Noi creiamo i nostri diavoli e i nostri demoni, come la mente crea le sue angosce.
Se vogliamo trovare l’uscita dal labirinto, dobbiamo imparare ad aver cura della nostra anima e a colmarla di luce.”

Segue adesso una citazione sul principio speculare corrispettivo.
“Ciascuno di voi riflette l’altro e siete tutti un unico essere nella chiarezza della luce.
Alzatevi al mattino e salutate il sole, rivolgendovi a lui come se fose un genitore che amate, perché è venuto a benedire la vita e a rivelare il mistero dell’universo.”

Sull’anima e lo Spirito Universale.
“La verità, la bellezza, la pace interiore e tutto ciò che ci mette in relazione con lo Spirito Universale sono dentro di noi e aspettano solo di essere riconosciute e rivelate.
La nostra anima è un riflesso della Prima Luce, così come lo sono i Signori e le Signore della Luce: se permettete loro di brillare sulla vostra anima, essi vi mostreranno la verità che racchiudete in voi.”

Sul cammino individuale
“Quando la carne e la mente si dimenticano di essere al servizio dell’anima, il cammino diventa difficoltoso.”

Ancora sullo scopo dell’anima.
“Non perdere mai di vista lo scopo dell’anima.
Quando la stagione di un individuo sulla terra giunge a compimento, il corpo ritorna alla terra e la conoscenza della mente finisce: l’anima invece continua a vivere in qualità di essenza e prosegue il suo viaggio verso il centro.”

Stiamo per concludere con Jalamanta.
Leggiamo adesso una citazione sui momenti di risveglio.
“I momenti di illuminazione possono venire coltivati e non devono per forza essere fugaci.
Chi ha l’anima offuscata dai veli è schiavo del proprio corpo; ha creato la divisione e il corpo stesso finisce per ricadere sulla terra.”

L’ultimo brano proposto riguarda la forza interiore e le forze dell’oscurità.
“Un’anima debole permette alla materia di trascinarla nell’oscurità.
Un’anima intrisa di spirito si colma invece di luce e tale realizzazione è una forma di crescita.
Un’anima attiva oppone resistenza ai veli che creano l’oscurità.
Quando non percorriamo il sentiero della luce e non cerchiamo l’illuminazione, le ombre si rafforzano; tali veli possono soffocare l’anima e creano la malattia che noi chiamiamo l’“oscura notte dell’anima”.
Tutto ciò che non viene esposto alla luce è dannoso per l’anima.”

Con Jalamanta di Rudolfo Anaya abbiamo terminato.
Alla prossima occasione e buone cose.

Fosco Del Nero

Share Button

Un mazzo di fiori scelti - Helena Petrovna Blavatsky (teosofia)Titolo: Un mazzo di fiori scelti.
Autore: Helena Petrovna Blavatsky.
Argomenti: teosofia, spiritualità, esistenza.
Editore: Bis Edizioni.
Anno: 1880 ca.
Voto: 6.5.
Approfondimento: qui.
Dove lo trovi: MacrolibrarsiIl giardinoAmazon.

 

Finora non avevo letto nulla di Helena Petrovna Blavatsky, famosa cofondatrice ormai tanto tempo fa (1875, per la precisione) della Società Teosofica, con l’eccezione di un suo libro (Dalle caverne e dalle giungle dell’Indostan) avente però contenuti di viaggio, storici e sociali e non esoterico-esistenziali.

Un mazzo di fiori scelti è dunque il suo primo libro di genere esistenziale che leggo.
Ho scelto volutamente qualcosa di breve, e non uno dei suoi testi più importanti (Iside svelata, La dottrina segreta) proprio per vedere se l’autrice mi sarebbe piaciuta o meno.

Esce fuori un “abbastanza decisamente tendente al sì”: evidentemente si tratta di un personaggio che aveva una certa dose di conoscenze di tipo esoterico, e certamente si tratta di un personaggio con una certa dose di potenza ed energia e sapienza, contando quello che ha fatto nella sua vita, ma da un lato la gran parte di quello che ho letto è ormai acquisito (e dunque personalmente non mi serve), e dall’altro lato non amo troppo il linguaggio un po’ arcaico di fine Ottocento o inizio Novecento (sarà anche perché ne sono saturo per via della lettura de I racconti di Belzebù a suo nipote, che anzi è fuori classifica in questo senso).

Il risultato finale è che ho trovato Un mazzo di fiori scelti breve da leggere (son 60 pagine di formato piccolo e carattere grande, quindi forse 30 pagine di un libro normale), utile e ispirante a seconda del punto di vista del lettore (ciò che peraltro vale per ogni testo) e testimonianza di una certa sapienza ed energia retrostanti, quelle per l’appunto di Madame Blavatsky, personaggio che considero non irrinunciabile, ma che potrei certamente incontrare nuovamente in futuro.

Il titolo del testo è relativo al fatto che esso comprende cinque piccoli saggi estrapolati da altri testi della Blavatsky, e riuniti qui come in una sorta di mazzolino di fiori scelti, per l’appunto.

Chi fosse interessato a una sorta di bignami dei principi della Teosofia, oppure a un breve testo di tipo esoterico-esistenziale, potrebbe certamente trovare in Un mazzo di fiori scelti un libriccino assai valido e utile proprio per il suo carattere riassuntivo e non eccessivamente argomentativo. Ciò vale però per chi è già “in zona”; al contrario, il testo risulterà incomprensibile a chi è ancora lontano, o inutile a chi ha già solidificato quegli insegnamenti.

La sua utilità, peraltro, dal mio punto di vista è stata provata dal relativamente cospicuo numero di citazioni che ho segnato per la pagina facebook, nonché per il successivo articolo di approfondimento.

Fosco Del Nero

Share Button

Phantom self - David Icke (esistenza)Titolo: Phantom self.
Autore: David Icke.
Argomenti: storia, politica, società, esistenza, cospirazionismo.
Editore: Macro Video.
Anno: 2016.
Voto: 4.5.
Approfondimento: qui.
Dove lo trovi: MacrolibrarsiIl giardinoAmazon.

 

Nel sito sono passati tanti prodotti di David Icke, soprattutto libri. In ordine cronologico di recensione: Il segreto più nascosto, Figli di Matrix, E la verità vi renderà liberi, Il risveglio del leone – DVD.
In realtà ho ancora qualcosa di suo da visionare, ma col tempo la voglia di leggere suoi libri mi è di molto diminuita… anche perché si tratta invariabilmente di mattoni di un certo spessore.
Anche se, a dire il vero, li ho sempre letti come una forma di svago, e quindi in modo leggero.

Tuttavia, non son proprio riuscito a vedermi in modo leggero Phantom self, l’ultimo suo video uscito, che ho visto solo perché giuntomi in regalo giacché di mio non lo avrei comprato, per due diversi motivi.

Il primo è lo stile espositivo da macchinetta che ha David Icke: il video consiste in quasi quattro ore di inquadratura del palco (di una conferenza da lui tenuta a Rimini) su cui Icke si muove, avanti e indietro, come un leone in gabbia, e cambia slide a ripetizione, dedicando pochi secondi a ciascuna di esse, e a volte saltandole proprio andando avanti.
Contatto col pubblico non ce n’è, presenza espositiva non ce n’è; è solo un lunghissimo commento delle diapositive (perlomeno, di quelle che ha ritenuto il caso di commentare, altra cosa poco professionale).
Ora, un oratore che fa così non è un oratore (e infatti David Icke è un autore-scrittore), e peraltro con quel suo procedere a macchinetta rischia di essere davvero complicato da tradurre in tempo reale per quei disgraziati che hanno il compito di doverlo tradurre dal vivo (e infatti anche il doppiaggio è poco fluido e poco piacevole).

Dico “dal vivo” perché il video non ha avuto una lavorazione successiva, ma contiene l’audio tradotto in diretta, come indicato da una comunicazione scritta che compare a inizio video, quasi a scusarsi della poca perizia del lavoro.
E questa è colpa dell’editore, che avrebbe dovuto o ridoppiare l’audio, o perlomeno farci la grazia di lasciare la possibilità di sentirlo in lingua originale (cosa che c’è) coi sottotitoli (che non ci sono). Insomma, il video va visto o in inglese senza sottotitoli o nell’italiano ansioso e frettoloso della diretta video.

Mi pare tra l’altro di aver già sottolineato la cosa per un precedente video di Macro Edizioni, e anzi son ragionevolmente sicuro che qualcuno dei traduttori fosse il medesimo di questo video (e mi aveva dato già allora un’impressione negativa). Un lavoro davvero pessimo, sia quello di traduzione in tempo reale (ma magari in quel caso la cosa va connessa alla difficoltà di stare appresso alla macchinetta David Icke), sia quello del dvd (e in questo caso non ci sono scuse se non la scelta di presentare un prodotto mediocre per non voler spendere due soldi per realizzare un doppiaggio o almeno mettere dei sottotitoli).

Detto questo, cosa che per conto mio già invalida il video per poca cura nei confronti dell’ascoltatore, veniamo ai contenuti: è il solito David Icke, che tuttavia nel tempo è passato a parlare prevalentemente di rettiliani a parlare prevalentemente di energie, quelle che vorrebbero inocularci (beh, lo fanno, non è che vorrebbero) e quello che lui al contrario consiglia.
In questo senso, l’autore britannico si è spostato dal lato del cospirazionismo a quello del settore esistenziale… peccato che gli manchi un livello di competenza e soprattutto di consapevolezza sostenuto per parlarne con competenza (e anzi è invecchiato pure un po’ malino, tanto nel fisico quanto nel volto, cosa che peraltro parla da sola delle energie interiori di un individuo).
Di mio, se non ho apprezzato molto Phantom self come prodotto video, apprezzo molto tale passaggio, che poi è un passaggio che prima o poi compiono tutti, anche perché sarà utile per il ricco pubblico di David Icke, che magari non sarà abituato a leggersi Sri Ramana Maharshi oppure Mooji (se no, non credo che andrebbero a vederlo), ma che sarà in questo modo avvicinato alle tematiche esistenziali: le uniche che contano davvero perché tutto discende a cascata da quel livello.

Penultimo appunto: il libretto di accompagnamento è più utile della media dei libretti di accompagnamento dei dvd, solitamente risibili.

Ultimo appunto: bella l’introduzione di poche decine secondi al video… chiara e concisa, e che purtroppo fa pensare a un prodotto di ben altro spessore.

Fosco Del Nero

Share Button

BAG

tarocchi

Non occorre cambiare il mondo.

Cambia semplicemente te stesso e avrai cambiato il mondo intero, perché tu ne fai parte. Se anche un solo essere umano cambia, il suo mutamento si irradierà in migliaia e migliaia di altre persone. Diventerà la scintilla di una rivoluzione che potrà generare un nuovo tipo di essere umano.

[Osho – La via del cuore]

Parole di Potere

Il cammino del mago

Il mondo dall'altra parte

Copertina Parole di Forza

Copertina Il significato esoterico dei Vangeli

Copertina Corso di esistenza

Copertina Accademia della Guerra

Copertina Accademia della Guerra

Copertina Il Mondo Arcobaleno

Ultimi Commenti

Libri consigliati

Dhammapada
I quattro vangeli
Il giardino cintato della verità
La ricerca
Autobiografia di uno yogi
Il libro della magia divina
Il potere di adesso
Il libro di Mirdad
Prima di Io Sono
I segreti del viaggio interiore
Vedute sul mondo reale
Il Libro di Draco Daatson - Libro
La danza del vuoto
Il vangelo acquariano
Il dito e la Luna
Con te e senza di te
Messaggio per un’aquila che si crede un pollo
Frammenti di un insegnamento sconosciuto
Dio in te - The white book
La via del risveglio planetario
Il Vangelo di Maria Maddalena
La forza sessuale o il drago alato
Officina alkemica
La via del cuore
La via del guerriero di pace
Conversazioni con Yogananda
Uno
Life - I segreti della ghiandola pineale
Superanima Sette - La scuola celeste
Maestri nella nuova energia
Chiedi e ti sarà dato
Il profeta
Il codice del cuore
L'enneagramma
Il vangelo esseno della pace
L'altro volto di gesù
Il segno zodiacale come guida spirituale
Il libro perduto del Dio Enki
Sintesi dell’insegnamento
Il gusto della gioia
Una storia d’amore con l’esistenza
Io Amo Meditare - CD

Contatore visite