============= ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER =============

Inserisci la tua mail per iscriverti alla newsletter gratuita
Riceverai l'esclusivo ebook "Cosa occorre al viandante"
Clicca qui per saperne di più
:

* Non cederò mai i tuoi dati a nessuno e li tratterò nel rispetto della privacy
 

Percorri il tuo sentiero

Il libro degli spiriti - Allan Kardec (spiritismo)Titolo: Il libro degli spiriti (Le livre des esprits).
Autore: Allan Kardec.
Argomenti: spiritismo, spiritualità.
Editore: Casa del Nazareno Edizioni.
Anno: 1860.
Voto: 6.
Dove lo trovi: MacrolibrarsiIl giardinoAmazon.

 

Non avevo mai letto nulla di Allan Kardec, ma nel corso degli anni avevo letto parecchi testi usciti dalla scuola-dottrina dello spiritismo, molto in voga un secolo e passa fa, e soprattutto in certe zone del mondo; se in Europa ha ceduto il passo ad altre correnti, è ancora discretamente forte nell’America Latina, Brasile in primis.

Ad ogni modo, mi ero tenuto Kardec alla fine dei testi che mi ero procurato ormai parecchi anni fa perché, semplicemente, era il più sostanzioso tra tutti, mentre viceversa avevo già toccato con mano l’energia media dello spiritismo e dei suoi autori.

I libri di Allan Kardec che son considerati due veri e propri libri di testo dello spiritismo sono Il libro degli spiriti e Il vangelo secondo lo spiritismo. Li avevo entrambi e ho optato per il primo, testo di circa 430 pagine edito contemporaneamente dagli editori Casa del Nazareno e Mediterranee; io ho letto la prima edizione tra le due, per la cronaca.

Il libro degli spiriti è compilato alla vecchia maniera, e non a caso è un testo del 1860: una corposa introduzione, diversi libri composti ciascuno da numerosi capitoli, ognuno dedicato a un certo argomento, una corposa conclusione.
Nelle due parti iniziale e finale l’autore si dedica con foga a sostenere la dottrina spiritista, difendendola dagli attacchi dei suoi detrattori e lodandola in modo sperticato; non mancano invettive e “minacce spirituali” di vario genere (“sarà peggio per voi” e simili).
Nel corpo centrale dell’opera, la parte saggistica vera e propria, l’autore si dimostra assai più sobrio, e accompagna un suo commento alle numerose risposte date dagli spiriti alle domande loro poste dagli astanti alle varie riunioni.

Gli argomenti trattati sono innumerevoli, e forse si farebbe prima a dire cosa non è trattato: tra i soggetti presenti nel testo, vi sono la natura, il regno animale, la morale, l’alimentazione, i vari tipi di spiriti, la purificazione dell’uomo, etc. L’elenco esaustivo sarebbe assai lungo: come argomenti, ne Il libro degli spiriti c’è davvero molto.

Il problema è la consapevolezza media delle sue pagine… che è media (e poco più) ma non oltre, al di là che siano state scritte da uomini o da spiriti.
D’altronde, uno dei principi dello spiritismo è per l’appunto quello che esistono spiriti di tanti livelli (cosa esatta), e che essi si accostino agli esseri umani secondo vicinanza e risonanza (altra cosa esatta); se ne ricava come conclusione che il singolo essere umano non può avere a che fare con un’entità molto lontana dal suo stato di coscienza… cosa che a ben vedere rende abbastanza inutile far scrivere un testo a uno spirito piuttosto che all’essere umano che lo consulta (e questo mettendo da parte eventuali frodi).

Ciò è anche un consiglio per tutti coloro che si dilettano o avrebbero l’ambizione di effettuare canalizzazioni o simili per accedere a conoscenze superiori: fareste meglio a curare il vostro percorso interiore e a elevare così la vostra consapevolezza, senza stare a cercare sempre messia o guide esterne.

Ad ogni modo, parlando in generale, anche in questo manuale dello spiritismo ho trovato il tipico livello degli altri libri fuoriusciti da tale dottrina: siamo poco oltre la religione come comunemente e mediamente intesa e vissuta, e quindi poco oltre l’uomo comune… con il quale lo spiritista infatti begava di continuo. C’è qualche conoscenza in più, per esempio sulla reincarnazione o sul percorso evolutivo, ma a livello di stato di coscienza non fu fatto un grande passo…

… e difatti lo spiritismo, nonostante nel libro venga dichiarato come sicuro e certo futuro progresso e conquista dell’umanità, che avrebbe dovuto sbaragliare tutta la concorrenza, in realtà è quasi scomparso, e certamente non per caso.

Peraltro, su moltissimi punti il testo scrive proprio cose errate, ed errate secondo antiche tradizioni esistenzial-spirituali, ben più antiche e nobili dello spiritismo e tuttora vive; o che so come errate dalla mia esperienza diretta.

Tuttavia, ne Il libro degli spiriti di Allan Kardec c’è anche del buono, ed esso potrà essere utile per l’appunto a quell’essere umano che sta poco sotto il livello di consapevolezza di cui ho parlato e al quale libro e dottrina spiritista possono essere utili per scalare un ulteriore gradino.
D’altronde, è così con tutto, non solo in questo caso.

Fosco Del Nero

Share Button

Titolo: Scopri i messaggi segreti del tuo corpo (Unlock the secret message of your body).
Autore: Denise Linn.
Argomenti: salute, benessere.
Editore: My Life Edizioni.
Anno: 2010.
Voto: 7.
Approfondimento: qui.
Dove lo trovi: MacrolibrarsiIl giardinoAmazon.

 

Oggi siam qui col libro Scopri i messaggi segreti del tuo corpo di Denise Linn, autrice motivazionale molto nota negli USA ma assai di meno qua da noi.

Il testo è essenzialmente un programma, scandito in ventotto giorni e suddiviso in quattro settimane, ognuna delle quali dedicata a un elemento: aria, acqua, fuoco, terra.

L’ordine degli elementi è la seconda cosa che mi ha lasciato perplesso, dal momento che avrebbe avuto più senso passare dal più denso al più sottile (dunque dalla terra all’aria, passando per acqua e fuoco), e non mischiarli a caso, mentre la prima cosa che mi ha lasciato perplesso è il titolo del libro, peraltro fedele al titolo originale in inglese. Tale titolo difatti farebbe pensare a un testo di corrispondenze tra sintomi esterni ed energie interiori retrostanti, alla Rainville, alla Hamer; per rimanere in Italia, qualcosa tipo Mambretti o Trupiano.
Viceversa, come detto si tratta di un percorso guidato dall’autrice e con esercizi e riflessioni da fare ogni giorno… e in effetti il titolo c’entra davvero poco ed è stato messo forse con finalità spettacolaristiche (“wow, ora saprò cosa significano tutti quei sintomi-segnali-messaggi!”).

Andiamo avanti: a ogni giorno sono dedicate poche pagine, piene di parti vuote e grafici, e anzi a dirla tutta le circa 280 totali del testo saranno piene per metà, e forse nemmeno. Le pagine dedicate a ciascun giorno sono poche, ma contengono concetti ed esercizi da fare in quello specifico giorno e a volte da portare avanti per tutto il periodo di “cura-pulizia”.
Obiettivo dell’opera: “ottenere una salute raggiante e una magnifica vitalità”.

Personalmente, l’ho letto un po’ per curiosità e un po’ con intento divulgativo, dal momento che la mia salute è già ottima e non prendo farmaci, nemmeno omeopatici e nemmeno sostanze naturali, da nemmeno più ricordo più quanti anni, forse quattordici (da ragazzino invece la mia salute era un disastro… e per l’appunto ciò mi ha portato a porre rimedio alla cosa).

Vi dico la verità: Scopri i messaggi segreti del tuo corpo è piacevole alla lettura, e pervaso di un’atmosfera positiva e affettuosa, anche se a tratti un po’ confusionaria.
Il target di pubblico cui si rivolge il libro, a livello di consapevolezza, è sia basso sia medio, nel senso che si rivolge tanto ai novizi, che cerca di coinvolgere con pensieri ed emozioni positivi, sia a chi ha già maturato qualcosa, a cui sono indirizzati principi che i primi viceversa probabilmente non coglieranno.
Al di là di tale gerarchia, il testo potrebbe interessare più banalmente a qualcuno che ha a cuore la sua salute e vuole migliorarla… ad ampio raggio, passando tra meditazioni, principi di feng shui, lavoro interiore e lavoro esteriore.

In mezzo a tutto ciò vi sono anche numerosi concetti esistenziali importanti, ma sempre proposti in modo veloce, senza alcun tipo di approfondimento, che comunque costituiscono una parte assolutamente minoritaria rispetto all’essenza motivazionale-salutistico dell’opera.

Nel complesso, Scopri i messaggi segreti del tuo corpo è un testo che ha una sua validità e che propone molti contenuti, a patto di sapere quello che si sta comprando (andate oltre il titolo, dunque) e di esser certi di voler portare avanti un programma per un mese…
… e anche oltre, è chiaro, visto che i veri cambiamenti, che siano di stile di vita o di consapevolezza, sono quelli acquisiti e protratti, non certo quelli esperiti una tantum.

Fosco Del Nero

Share Button

Le parabole di Gesù interpretate dalla scienza iniziatica - Omraam Mikhael Aivanhov (esoterismo)Titolo: Le parabole di Gesù interpretate dalla scienza iniziatica.
Autore: Omraam Mikhael Aivanhov.
Argomenti: spiritualità, esoterismo, cristianesimo.
Editore: Prosveta Edizioni.
Anno: 1983.
Voto: 8.
Recensione: qui.
Dove lo trovi: MacrolibrarsiIl giardinoAmazon.

 

Benvenuti all’articolo di approfondimento dedicato al libro di Omraam Mikhael Aivanhov Le parabole di Gesù interpretate dalla scienza iniziatica. L’articolo sarà piuttosto lungo, e meriterà tale lunghezza.

La prima citazione riguarda la realizzazione del Regno di Dio… interiormente molto prima che esteriormente.
“Il nome di Dio deve essere santificato nella nostra intelligenza, ma è nel nostro cuore che il suo Regno deve instaurarsi. Quel regno non è un luogo, ma uno stato interiore nel quale si riflette tutto ciò che è buono, generoso e disinteressato.
Di tale regno Gesù diceva duemila anni fa “È vicino”, e per certi era vero, ma per la maggioranza della gente non è ancora venuto, e non verrà nemmeno entro ventimila anni se ci si accontenta di attendere esteriormente la sua venuta senza far nulla nel proprio mondo interiore.
In verità, per certi il Regno di Dio è già venuto; per altri sta venendo e per altri ancora verrà… ma non si sa quando.”

Qual è il problema però? È che la gran parte dell’umanità è interessata solo al piacere personale.
“Gli uomini, per la maggior parte, si comportano come se fossero venuti sulla terra soltanto per mangiare, bere, divertirsi, commettere sciocchezze, o anche per soffrire ed essere infelici.
Hanno dimenticato che la loro missione consiste nel manifestare la divinità nascosta in loro stessi per diventare come Dio.”

Ogni singolo uomo ha tuttavia una missione: diventare perfetto come il Padre Celeste.
“Bisogna occuparsi della missione che Dio ha affidato a tutti gli uomini: diventare perfetti come Lui.
E siccome in un’esistenza, che è troppo breve, non ci riusciranno, ritorneranno per continuare il loro impegno.
Quando Gesù diceva “Siate perfetti come è perfetto il vostro Padre Celeste” sottintendeva la reincarnazione. Altrimenti, lui che era saggio e illuminato, come avrebbe potuto pretendere che gli uomini diventassero perfetti in una sola esistenza? O ignorava la debolezza umana, o non aveva alcun’idea della grandezza di Dio.
Se non avesse preso in considerazione la reincarnazione, questo precetto sarebbe stato privo di senso. Sulla base della reincarnazione, tutto diviene possibile e logico. E se Gesù ha chiesto all’uomo la perfezione, lo ha fatto proprio perché sapeva che la percezione è la legge dell’intero universo.”

Tale missione si dispiega in un arco di tempo assai lungo, ma comunque con uno schema di fondo ben definito.
“La crescita è un lavoro che avviene secondo un determinato schema e delle linee di forza ben precise, affinché la pianta acquisisca esattamente le stesse caratteristiche di quella che ne ha prodotto il seme: forma, dimensione, colore, sapore, profumo e altre particolarità.
Tutti considerano ciò normale, non c’è da riflettere né da porsi domande, tuttavia non vi sembra un fatto straordinario?
Ma la cosa ancor più straordinaria è che il processo di crescita del seme può rivelarci il mistero dell’uomo.
L’uomo pure possiede interiormente uno schema secondo il quale si orientano le forze che sono in lui.
Quando si vuole costruire un edificio, ci vuole un progetto, un piano. Quindi per una qualsiasi costruzione c’è sempre l’autore del progetto, cioè l’architetto, e poi ci sono i muratori che si mettono all’opera, e naturalmente i materiali necessari alla costruzione.
La stessa cosa avviene quando un bambino si forma nel seno della madre: si va formando secondo uno schema, un piano, un programma dato dai Signori dei Destini secondo i meriti maturati in base alla vita condotta nelle precedenti incarnazioni; la madre gli costruisce, quindi, una casa, vale a dire un corpo corrispondente al progetto.
Quando un essere umano scende sulla Terra, viene con un germe che racchiude le linee di forza del suo destino – come ogni seme che si trova nella natura – vale a dire un’impronta originale secondo la quale, una volta piantato, si mette a germogliare e a crescere. Tutta la crescita della pianta si svolge conforme a questa immagine, a questa impronta.”

Aivanhov ora ci regala qualche parola sull’evoluzione e sull’involuzione che la ha preceduta.
“La Scienza Iniziatica insegna che tutta l’evoluzione è preceduta da una involuzione, vale a dire da una discesa dello spirito nella materia. L’evoluzione non può avvenire senza la partecipazione dello spirito: è lo spirito che contiene la vita e la coscienza, ed è lo spirito che trascina la materia, le forme e le creature verso la perfezione.
Si deve, quindi, comprendere molto bene che non può esserci evoluzione senza una precedente involuzione.
Immaginare che le forme abbiano potuto evolvere da sé, senza beneficiare prima dell’involuzione, cioè della discesa dello spirito, significa non aver compreso nulla.”

Andiamo avanti con un brano su due differenti filosofie di vita.
“Da secoli, anzi, da millenni, sono apparse nella storia numerose religioni, correnti di pensiero e tendenze filosofiche divisibili in due categorie: quelle che spingono l’uomo a evadere dalla terra e quelle che, al contrario, lo spingono ad aggrapparvisi.
Né coloro che vogliono aggrapparsi alla terra né coloro che pensano solo ad abbandonarla riusciranno mai a ottenere la felicità dell’umanità.
La terza soluzione, che è la vera filosofia del Cristo, di tutti i grandi iniziati e quindi anche la nostra, è quella di non fuggire dalla terra per rifugiarsi in cielo, ma di impregnarsi di tutto ciò che è in Cielo per farlo scendere sulla terra, affinché essa divenga il Regno di Dio. Il vero spiritualista, il vero cristiano non disprezza la terra, ma lavora per trasformarla.”

Il brano successivo ci dà un consiglio su meditazione e illuminazione personale.
“Nelle vostre meditazioni e nelle vostre preghiere chiedete e immaginate che la luce, lo spirito e la potenza divina scendano in voi per impregnare tutte le vostre cellule. Dopo aver lavorato in questo modo per anni, un giorno sentirete che il Cielo è dentro di voi, che la luce è dentro di voi, che l’amore è dentro di voi. Allora sarà molto più facile coinvolgere la gente e aiutarla.
Se invece, col pretesto della spiritualità, vi inaridite, non soltanto sarete un essere inutile, ma provocherete negli altri soltanto un rifiuto verso la spiritualità.”

Le parabole di Gesù interpretate dalla scienza iniziatica ci propone ora un brano su demoni-entità e malattie-disturbi fisici… e non solo fisici.
“Quanti sono i disturbi che i medici non riescono a spiegare e che cercano di guarire con la chimica e la chirurgia, disturbi che in realtà sono opera di forze ostili che gli esseri umani hanno attirato da tempo senza rendersene conto. Col loro modo di vivere, di pensare, di sentire e di agire hanno aperto loro le porte. Ma qui si tratta di un argomento che, lo so benissimo, non sarà mai accettato né compreso. Nel ventesimo secolo, come potrebbero gli intellettuali e i medici accettare il concetto che entità del piano astrale si prendano la briga di tormentare gli esseri umani, di nutrirsi a loro spese e di distruggerli? A loro avviso, si tratta di elementi chimici che perturbano il buon funzionamento dello psichismo.
È vero, sono degli elementi chimici, ma quello che la scienza non sa è che tali elementi chimici sono la conseguenza della presenza di spiriti malefici attirati dall’uomo stesso. Quelle entità pullulano nel mondo astrale, e se gli esseri umani aprono loro la porta grazie alle loro debolezze e trasgressioni, esse entrano in loro e provocano turbamenti.
Certamente, un giorno la scienza riuscirà a mettere a punto degli strumenti che permetteranno di individuare la presenza di tali esseri indesiderabili. Tuttavia, nell’attesa è preferibile ammettere la loro esistenza e soprattutto imparare a proteggersi dalla loro influenza conducendo una vita intelligente e ragionevole.
Le migliori protezioni contro gli indesiderabili sono la purezza e la luce interiore. Di fronte a ciò, gli indesiderabili non hanno più nulla a cui aggrapparsi.”

Parliamo ora della comunione, con un brano piuttosto lungo: carne e sangue, pane e vino, fuoco e acqua, spirito e luce, amore e saggezza, con tali dualità che si corrispondono sui rispettivi piani.
“Il rito della comunione, così come viene osservato nelle chiese cristiane, si richiama all’ultima cena che Gesù consumò con i suoi apostoli: “Mentre mangiavano, Gesù prese del pane e, dopo aver reso grazie, lo spezzò e lo diede ai discepoli dicendo: ‘Prendete e mangiate, questo è il mio corpo’. Poi prese un calice e, dopo aver reso grazie lo diede loro dicendo: ‘Bevete tutti, poiché questo è il mio sangue’”.
Il pane e il vino, presentati come carne e sangue del Cristo, sono simboli che ritroviamo in tutte le iniziazioni.
Il pane e il vino, vale a dire il grano e l’uva, quel nutrimento in forma generale, sono il simbolo del Cristo, del Verbo, perché è il Sole che li produce. È il Sole che fa maturare il grano e l’uva, come pure tutti i frutti e i semi della terra. Tutto ciò che ci nutre e ci disseta sono la carne e il sangue del Cristo, in quanto è quell’amore, quella luce, quella vita del Sole, del Cristo tramite il Sole, che si condensano per apparire sulla terra sotto forma di vegetazione e di frutti.
“Chi mangia la mia carne e beve il mio sangue ha la vita eterna”: si può andare molto oltre nella comprensione di queste parole. Esse significano: “Se mangiate il fuoco che esce da me che è l’amore, se bevete la luce che è la saggezza, avrete la vita eterna”. Attraverso queste parole Gesù esprimeva le medesime verità di quando diceva a Nicodemo: “Se non nascete dall’acqua e dallo spirito (vale a dire il fuoco), non entrerete nel Regno di Dio”.
La carne e il sangue, il fuoco e l’acqua, sono gli stessi simboli, a livelli diversi, di quei due principi maschile e femminile che Melchisedek rivelò ad Abramo quando portò il pane e il vino. Il pane e il vino sono per se stessi poca cosa, tuttavia tramite loro il sacrificatore dell’Altissimo portò ad Abramo un sapere iniziatico prodigioso sui due principi maschile e femminile.”

Un altro concetto centrale dei Vangeli e della predicazione di Gesù: il perdono.
“Nella giustizia non si perdona: occhio per occhio, dente per dente. Ma Gesù era venuto per insegnare l’amore, la pietà e il perdono delle offese, ed è per questo che, al momento della morte, si è schierato a difesa dei suoi nemici: “Padre, perdonali, perché non sanno quello che fanno”. Se si comprende bene il segreto di queste parole, applicandole, si avranno risultati straordinari.
Colui che è povero e spiritualmente debole non riesce a perdonare, ma cerca di vendicarsi. Per perdonare chi ha fatto de male, si deve diventare grandi, ricchi, forti e luminosi; si deve dire a se stessi: “Quel poveretto lo posso perdonare; è talmente privo di saggezza, di conoscenza e di nobiltà d’animo! E, per di più, non sa nemmeno in che condizioni si pone agendo in questo modo, poiché le leggi della giustizia divina sono implacabili. Avrà certamente da soffrire per riparare il male che ha fatto, mentre io, pur essendo per il momento una vittima, sono comunque privilegiato, poiché lavoro per il bene e per il Regno di Dio e la sua luce”.
Pensando così, se paragonate tutto lo splendore nel quale vivete per aver scelto il cammino del bene alla miseria e all’oscurità degli ingiusti e dei cattivi, un sentimento di pietà si impadronirà di voi, e quello che non potreste ottenere con nessun altro mezzo lo otterrete facilmente in questo modo.”

Trattiamo ora un altro concetto portante dei testi cristiani: la presenza. Anche su questo punto Aivanhov è assai chiaro e didattico.
“Il segreto, il grande segreto, consiste nell’essere costantemente vigili e svegli, perfino quando dormite.
Sì, proprio svegli. Perché è detto “Vegliate e pregate”?
Perfino gli spiritualisti non hanno ancora compreso l’importanza di tale precetto.
Perché essere vigili? È faticoso! È così bello dormire, lasciarsi andare alla pigrizia fisica e mentale…
Ecco perché gli uomini non progrediscono malgrado l’universo che si presenta dinanzi ai loro occhi, malgrado il sole e le stelle, malgrado tutti i libri e tutti i grandi Maestri che esistono per istruirli: perché dormono, dormono tutto il tempo.”

Il penultimo brano si avvia a concludere in bellezza l’approfondimento, con una bellissima considerazione sulla preghiera.
“Fra tutto ciò che gli Iniziati hanno insegnato gli uomini non vi è nulla al di sopra della preghiera. Nel momento in cui vi mettete a pregare, una schiera di esseri invisibili si avvicina, e già si sente il vibrare delle loro ali angeliche, mentre le entità tenebrose che volevano nuocervi si accingono a scomparire, poiché sanno che verrebbero cacciate, bruciate e fulminate. Esse hanno paura di una sola cosa: la luce.
Ecco perché, quando si presenta un momento difficile, la prima reazione che dovete avere è di unirvi al Creatore, per aumentare in voi la luce: a quel punto, tutti gli esseri inferiori che vi minacciavano rimangono neutralizzati o vengono cacciati.”

L’ultima citazione proposta ribadisce l’importanza del percorso evolutivo-spirituale.
“L’unica attività degna di questo nome è il lavoro per assomigliare al nostro Padre Celeste.”

Bene.
Con Le parabole di Gesù interpretate dalla scienza iniziatica di Omraam Mikhael Aivanhov abbiamo terminato. Al prossimo articolo di approfondimento.

Fosco Del Nero

Share Button

 

 

BAG

tarocchi

Non occorre cambiare il mondo.

Cambia semplicemente te stesso e avrai cambiato il mondo intero, perché tu ne fai parte. Se anche un solo essere umano cambia, il suo mutamento si irradierà in migliaia e migliaia di altre persone. Diventerà la scintilla di una rivoluzione che potrà generare un nuovo tipo di essere umano.

[Osho – La via del cuore]

Percorri il tuo sentiero

Il bambino zoppettino

Parole di Potere

Parole di Potere

Il cammino del mago

Copertina Parole di Forza

Il mondo dall'altra parte

Copertina Il significato esoterico dei Vangeli

Copertina Corso di esistenza

Ultimi Commenti

Copertina Accademia della Guerra

Copertina Accademia della Guerra

Copertina Il Mondo Arcobaleno

Dhammapada
I quattro vangeli
Tao te ching
Il giardino cintato della verità
La ricerca
Autobiografia di uno yogi
Il libro della magia divina
Il potere di adesso
Il libro di Mirdad
Chi è il testimone
Prima di Io Sono
La forza sessuale o il drago alato
Vedute sul mondo reale
Il Libro di Draco Daatson - Libro
La danza del vuoto
Il vangelo acquariano
Il dito e la Luna
Con te e senza di te
Messaggio per un’aquila che si crede un pollo
Frammenti di un insegnamento sconosciuto
Dio in te - The white book
La via del risveglio planetario
Il Vangelo di Maria Maddalena
La forza sessuale o il drago alato
Officina alkemica
La via del cuore
La via del guerriero di pace
Conversazioni con Yogananda
Uno
Life - I segreti della ghiandola pineale
Superanima Sette - La scuola celeste
Maestri nella nuova energia
Il profeta
Il codice del cuore
L'enneagramma
Il vangelo esseno della pace
L'altro volto di gesù
Il segno zodiacale come guida spirituale
Il libro perduto del Dio Enki
Sintesi dell’insegnamento
Il gusto della gioia
Una storia d’amore con l’esistenza
Io Amo Meditare - CD

Contatore visite