================== EBOOK GRATUITO ==================

Inserisci la tua mail e ricevi l'ebook di crescita personale
"Cosa occorre al viandante"
Clicca qui per saperne di più
:

* Non cederò mai i tuoi dati a nessuno e li tratterò nel rispetto della privacy
 

Parole di Potere

Libri di sviluppo personale che vale la pena rileggere - 18

Eccoci qui con una delle rubriche interne al sito, ammesso che le si voglia chiamare rubriche.
Stavolta siamo con i “Libri di crescita personale che vale la pena rileggere”…

… che in questo caso non sono libri, ma dvd, ma il titolo della rubrica vale per tutto, per cui adattatevi e pazienza.

Siamo peraltro di fronte non solo a un trittico a livello di video, ma anche a un trittico riguardo all’autore, giacché son tutti e tre video di Osho.
Per la precisione, questi tre:
Una storia d’amore con l’esistenza,
Giusto o sbagliato?,
Amore e odio.

Andiamo a commentarli brevemente uno ad uno, fermo restando che nel sito vi sono le recensioni singole di ciascun prodotto.

Che peraltro nel caso dei video di Osho valuto tutti come eccellenti, non preoccupandomi nemmeno di modificare i voti numerici, dal momento che Osho è Osho e lo stato di consapevolezza è sempre quello, ossia molto elevato, al di là di quello di cui si parla nel singolo video (anzi, il voto di prammatica è persino riduttivo in tal senso).
Scrivo comunque due parole per dovere.

Una storia d’amore con l’esistenza
Una storia d’amore con l’esistenza va piuttosto per le lunghe, essendo lungo circa 140 minuti (uno dei video più lunghi di Osho tra quelli che ho visto)…
… il che va bene perché il dvd è particolarmente bello e ispirante.
Esso inoltre si distingue per la particolare location e visuale, nonché per la presenza di una meditazione guidata, tanto in versione video quanto in versione audio.
Quanto al video in sé, si spazia molto, dalla religione ad episodi di vita.
Titolo molto bello, sottotitolo molto bello, e video molto bello.

Giusto o sbagliato?
Video di circa 100 minuti, in perfetta media oshiana (che per l’appunto sta sui 100 minuti e rotti), esso tratta il tema di cosa è giusto e cosa è sbagliato.
Una sola domanda, con risposta lunga, tanti esempi, anche se due soli concetti di fondo: il primo è quello terreno della dualità, l’altro è quello superiore della consapevolezza.
Il video si può riassumere così in poche parole, ma ovviamente val la pena vederlo al di là di tale sintesi.

Amore e odio
Un altro bel video di Osho, in cui il maestro indiano risponde alle domande del pubblico sul tema dell’amore, dell’odio, dei rapporti umani in generale. Anche questo video dura circa 100 minuti… e son mediamente più pesanti in quanto qui Osho è più serio del solito; pensate, non racconta nemmeno una barzelletta. Niente barzellette, argomento unico e la solita presenza intensa, cosa che rende questo video uno dei più impegnativi tra quelli che ho visto finora.

Bene, abbiamo detto tutto.
Alla prossima occasione e buone cose a tutti.

Fosco Del Nero

Share Button

L’essenza spirituale dell’uomo - Choa Kok Sui (esistenza)Titolo: L’essenza spirituale dell’uomo (The spiritual essence of man).
Autore: Choa Kok Sui.
Argomenti: esistenza, spiritualità, chakra, cabala.
Editore: Eifis.
Anno: 2003.
Voto: 6.5.
Dove lo trovi: MacrolibrarsiIl giardinoAmazon.

 

L’essenza spirituale dell’uomo è il secondo libro che recensisco di Choa Kok Sui, dopo Induismo rivelato, il quale si era rivelato un testo valido, con contenuti molto interessanti, per quanto parecchio auto-celebrativo nonché impreciso nell’impaginazione e nella scrittura.

Mentre il primo testo si focalizzava sull’induismo, questo secondo esplora altri due temi, mettendoli in relazione tra di loro: l’albero della vita della cabala e i chakra. Infatti, il sottotitolo del libro è “I chakra e l’albero della vita capovolto”.

Estremi della pubblicazione: il libro ha circa 200 pagine, ed è di formato ampio, ma è pubblicato con caratteri piuttosto grandi e contiene numerose pagine bianche e pagine con disegni, per cui è nel testo molto più breve di quanto non sembrerebbe a prima vista.
Se molte illustrazioni risultano eccessive, come grandezza o come presenza, molte altre invece sono utilissime o semplicemente belle (disegni di stile induista, disegni dei chakra e altro).

Veniamo ora al commento sui contenuti del libro: L’essenza spirituale dell’uomo ha contenuti interessanti e a suo modo è valido, soprattutto per chi già non è super-esperto delle materie in questione, tuttavia è minato al suo interno in modo evidente da tali fattori:
– è un prodotto editorialmente men che mediocre: si presenta bene e con molte immagini, ma è tradotto male in italiano, con tanti errori grammaticali e di punteggiatura,
– in alcuni punti appare forzato: per esempio, nel voler far aderire a tutti i costi il numero dei chakra al numero di sephira dell’albero della vita,
– anche qui c’è tanta auto-celebrazione (il “gran master”, “finalmente rivelati i segreti della cabala”, etc), che da sola illustra la mancanza di una consapevolezza elevata,
– infine, il prezzo della pubblicazione è piuttosto alto (30 euro) per un prodotto poco curato, impreciso, e tutto sommato breve (in una stampa normale vi sarebbero forse 130 pagine più disegni).
Ultima cosa: non è che sia proprio proprio necessario abbinare per forza i chakra alle sephira, soprattutto quando occorre forzare le cose in qualche modo.

Nel complesso, consiglio L’essenza spirituale dell’uomo di Choa Kok Sui, testo che comunque ha numerosi spunti validi e utili, e infatti non lo sto affatto stroncando, essenzialmente a coloro che sono interessati a tale possibile abbinamento tra sephira e chakra, o a coloro che vogliono qualcosa di breve, facile e intermedio tra induismo, cabala, cristianesimo, buddhismo e pranoterapia, giacché in mezzo c’è un po’ di tutto.

Fosco Del Nero

Share Button

Incontri con uomini straordinari - Georges Ivanovitch Gurdjieff (approfondimento)Titolo: Incontri con uomini straordinari (Rencontres avec des hommes remarquable).
Autore: Georges Ivanovitch Gurdjieff.
Argomenti: esistenza, autobiografia, storia.
Editore: Adelphi.
Anno: 1930 ca.
Voto: 7.
Recensione: qui.
Dove lo trovi: MacrolibrarsiIl giardinoAmazon.

 

Bentrovati all’articolo di approfondimento di Incontri con uomini straordinari, libro di Georges Ivanovitch Gurdjieff.

Come al solito, ne leggiamo alcuni brani, utili sia ad avere informazioni immediatamente valide, sia ad inquadrare meglio il testo e a capire se fa al caso nostro. Cioè, vostro, io l’ho già letto.

Partiamo da un’affermazione a dir poco profetica di Gurdjieff, che evidentemente sapeva cosa stava osservando: parliamo dei mezzi di comunicazione di massa… e non oso immaginare cosa avrebbe detto della televisione.
“Le esigenze della civiltà contemporanea hanno generato un’altra forma molto specifica di letteratura, che viene chiamata “giornalismo”.
Non posso passare sotto silenzio questa nuova forma letteraria, perché, a parte il fatto che non porta assolutamente nulla di buono per lo sviluppo dell’intelligenza, essa è diventata, a mio avviso, il male dei nostri tempi, nel senso che esercita un’influenza funesta sui rapporti umani.
Questo genere di letteratura si è molto diffuso negli ultimi tempi perché – ne sono fermamente convinto – esso corrisponde meglio di ogni altro alle debolezze e alle esigenze determinate negli uomini dalla loro crescente mancanza di volontà. finisce così per atrofizzare la loro ultima possibilità di acquisire i dati che permettevano loro, finora, di prendere più o meno coscienza della loro reale individualità, unico mezzo per raggiungere il ricordo di sé, fattore assolutamente indispensabile per il processo di perfezionamento del sé.
Per sfortuna di noi tutti questo genere di letteratura, che invade ogni anno di più la vita quotidiana degli uomini, fa subire alla loro intelligenza, già molto indebolita, un indebolimento ulteriore, consegnandola inerme a ogni genere di inganni e di errori; essa li mette fuori strada a ogni passo, li distoglie da qualsiasi modo di pensare più o meno fondato.“

Il concetto è lo stesso, ma propongo anche questo brano giacché è breve.
“Per me non v’è alcun dubbio: fra tutte le cause delle anomalie esistenti nella civiltà contemporanea, la più evidente, quella che occupa il posto predominante, è la letteratura giornalistica, per l’azione demoralizzante e perniciosa che esercita sullo psichismo degli uomini.”

Passiamo ora a un brano sul legame tra anima e corpo.
“La mia famiglia, in un primo tempo, mi aveva destinato al sacerdozio, ma padre Bors aveva una concezione tutta sua di ciò che doveva essere un vero prete.
Secondo questa concezione, il prete doveva non soltanto occuparsi delle anime del suo gregge, ma anche conoscere tutte le malattie del loro corpo e saperle curare.
Secondo lui, gli obblighi del prete andavano di pari passo con quelli del medico. Un medico che non può penetrare l’anima del paziente, diceva, è incapace di essergli realmente di aiuto; non si può parimenti essere un buon prete senza essere nello stesso tempo medico, perché il corpo e l’anima sono legati l’uno all’altra.”

Ci trasferiamo ora verso un altro argomento: parliamo di morale, uno dei concetti su cui il maestro armeno batteva più spesso, giacché esso faceva rima con consapevolezza.
“Nel mondo esistono due morali: l’una oggettiva, stabilita dalla vita da migliaia di anni, e l’altra soggettiva, propria tanto di singoli individui quanto di intere nazioni, imperi, famiglie, categorie sociali, ecc.
Sono le convenzioni di cui siamo imbottiti che costituiscono la morale soggettiva. Ma una vita vera esige la morale oggettiva, che può venire soltanto dalla coscienza.
La coscienza è la stessa dovunque: qui come a Pietroburgo, come in America, nella Kamchatka o nelle Isole Salomone.”

E, a proposito di consapevolezza, ma anche di coscienza, compassione e fiducia, leggiamo un passo sulla fede… qualità che, come tutte quante, l’uomo deve maturare da sola, e che è il risultato del lavoro interiore e quindi del proprio progresso evolutivo: nessuno può trasferire niente a nessun’altro. E d’altronde lo stesso Gesù diceva a chiare lettere che era merito della fede altrui, e non dei suoi “poteri”.
“Non si dà la fede agli uomini.
La fede che nasce nell’uomo e vi si sviluppa attivamente non è il risultato di una conoscenza automatica, fondata sulla constatazione dell’altezza, della larghezza, dello spessore, della forma o del peso di un oggetto determinato, né tanto meno di una percezione mediante la vista, l’udito, l’odorato o il gusto: essa è il risultato della comprensione.
La comprensione è l’essenza di ciò che si ottiene partendo da informazioni intenzionalmente acquisite e da esperienza personalmente vissute.
Per esempio, se il mio fratello più caro venisse in questo momento da me e mi supplicasse di dargli non fosse che la decima parte della mia comprensione e io, con tutto il mio essere, volessi farlo, non potrei neppure comunicargli la millesima parte di questa comprensione, per quanto ardente sia il mio desiderio di farlo, perché egli non ha in sé la conoscenza che io ho acquisito né le esperienze attraverso le quali mi è stato dato di passare nel corso della mia vita.
È infinitamente più facile far passare un cammello dalla cruna di un ago, come è detto nelle Sacre Scritture, che trasmettere a un altro la comprensione che si è formata in noi.”

Altro concetto forte di Gurdjieff: la differenza tra conoscenza concettuale e comprensione interiore.
“Il sapere e la comprensione sono due cose completamente differenti.
Soltanto la comprensione può portare all’essere.
Il sapere di per se stesso non ha che una presenza passeggera: un nuovo sapere caccia via il precedente, e, in fin dei conti, non è altro ch del nulla versato nel vuoto.”

Si torna dunque sempre al solito punto: il lavoro su di sé. Passa tutto da qui, compreso il sottoporsi ad energie elevate.
“Prima di poter entrare realmente nella sfera di influenza e di azione delle forze superiori, è assolutamente indispensabile avere un’anima, e quest’anima si può acquisire soltanto per mezzo di esperienze volontarie e involontarie, come pure per mezzo della conoscenza intenzionalmente acquisita di alcuni avvenimenti accaduti nel passato.
Ciò è possibile soltanto in gioventù, finché i dati appropriati dispensati dalla Grande Natura non sono ancora stati sperperati per degli scopi fantastici, che sembrano desiderabili soltanto grazie alle condizioni anormali della vita degli uomini.”

Si può comunque star tranquilli su un punto: il lavoro produce sempre frutto, e non va mai perduto. Se si semina si raccoglie, sempre e comunque, anche se il come e il quando sono imprevedibili.
“Nel mondo un lavoro cosciente non va mai perduto.
Prima o poi, qualcuno deve pagare per esso.”

Chiudiamo con le frasi forse più intense dell’intero Incontri con uomini straordinari.
Nella prima, viene effettuato un elogio, l’ennesimo, della consapevolezza interiore, rispetto alla quale tutto passa sullo sfondo, essendo anzi irrilevante.
“Se IO è presente in me, non contano più né Dio né il diavolo.”

Nella seconda, viene enunciato il principio unitario, per cui si partecipa tutti alla medesima cosa, il Sé.
“Io sono te, tu sei me.
Egli è nostro, tutti e due siamo suoi.
Che tutto sia per il nostro prossimo.”

Con Incontri con uomini straordinari di Georges Ivanovitch Gurdjieff abbiamo terminato.
Alla prossima occasione e buone cose.

Fosco Del Nero

Share Button

BAG

tarocchi

Non occorre cambiare il mondo.

Cambia semplicemente te stesso e avrai cambiato il mondo intero, perché tu ne fai parte. Se anche un solo essere umano cambia, il suo mutamento si irradierà in migliaia e migliaia di altre persone. Diventerà la scintilla di una rivoluzione che potrà generare un nuovo tipo di essere umano.

[Osho – La via del cuore]

Parole di Potere

Il cammino del mago

Il mondo dall'altra parte

Copertina Parole di Forza

Copertina Il significato esoterico dei Vangeli

Copertina Corso di esistenza

Copertina Accademia della Guerra

Copertina Accademia della Guerra

Copertina Il Mondo Arcobaleno

Ultimi Commenti

Libri consigliati

Dhammapada
I quattro vangeli
Il giardino cintato della verità
La ricerca
Autobiografia di uno yogi
Il libro della magia divina
Il potere di adesso
Il libro di Mirdad
Prima di Io Sono
I segreti del viaggio interiore
Vedute sul mondo reale
Il Libro di Draco Daatson - Libro
La danza del vuoto
Il vangelo acquariano
Il dito e la Luna
Con te e senza di te
Messaggio per un’aquila che si crede un pollo
Frammenti di un insegnamento sconosciuto
Dio in te - The white book
La via del risveglio planetario
Il Vangelo di Maria Maddalena
La forza sessuale o il drago alato
Officina alkemica
La via del cuore
La via del guerriero di pace
Conversazioni con Yogananda
Uno
Life - I segreti della ghiandola pineale
Superanima Sette - La scuola celeste
Maestri nella nuova energia
Chiedi e ti sarà dato
Il profeta
Il codice del cuore
L'enneagramma
Il vangelo esseno della pace
L'altro volto di gesù
Il segno zodiacale come guida spirituale
Il libro perduto del Dio Enki
Sintesi dell’insegnamento
Il gusto della gioia
Una storia d’amore con l’esistenza
Io Amo Meditare - CD

Contatore visite