Product by:
Robert Sutton

Reviewed by:
Rating:
4
On 18 Febbraio 2011
Last modified:15 Dicembre 2015

Summary:

Robert Sutton è professore di scienza dell’ingegneria gestionale, ricercatore nel campo delle scienze sociali, ma soprattutto è l’autore dell’ormai celeberrimo best seller Il metodo antistronzi, libro del 2007 che ha spopolato in tutto il mondo.

Il metodo antistronzi - Robert Sutton (comunicazione)Titolo: Il metodo antistronzi (The no asshole rule).
Autore: Robert Sutton.
Argomenti: comunicazione, psicologia.
Editore: Elliot Edizioni.
Anno: 2007.
Voto: 7.
Dove lo trovi: Il giardino dei libriAmazon.

 

Robert Sutton è professore di scienza dell’ingegneria gestionale, ricercatore nel campo delle scienze sociali, ma soprattutto è l’autore dell’ormai celeberrimo best seller Il metodo antistronzi, libro del 2007 che ha spopolato in tutto il mondo, tanto da essere definito da alcuni “un libro talmente vero e talmente utile che ti fa chiedere: come ho fatto finora a farne senza?”.

Il metodo antistronzi, che è nato come articolo-saggio per poi diventare un vero e proprio libro, porta il seguente sottotitolo: “Come creare un ambiente di lavoro più civile e produttivo o sopravvivere se il tuo non lo è”.

L’argomento centrale, dunque, è la comunicazione, e in particolare la comunicazione interpersonale in ambito lavorativo.

L’opera prende le mosse da alcuni episodi realmente accaduti in alcune aziende e università degli Stati Uniti, e quindi in ambito molto dinamici e competitivi, per analizzare nel dettaglio i comportamenti e gli atteggiamenti disfunzionali che alcuni profili lavorativi (beh, gli stronzi di cui al titolo) mettono in atto verso loro sottoposti, provocando seri problemi non solo ai sottoposti stessi, ma anche all’azienda per cui lavorano, rovinando la cooperazione e la produttività nella stessa.

Il metodo antistronzi, come intuibile dallo stesso titolo, utilizza un linguaggio chiaro e assai diretto, senza giri di parole, rivolgendosi a tutti coloro che hanno o che potrebbero subire questo tipo di soprusi in ambito lavorativo e che non intendono accettarli.

In tal senso, Robert Sutton fornisce consigli e strumenti pratici, sia per i lavoratori bersagliati sia per i manager che vogliono migliorare un ambiente colpito (e demotivato) da questo tipo di atteggiamento utili a evitare che il mobbing si ripeta (questo uti singuli), nonché a cancellare gli effetti negativi nel frattempo provocati (questi uti universi; si pensi ad assenteismo, turnover, efficienza, etc).

Sutton peraltro propone anche un elenco di “stronzi celebri”, di cui descrive i relativi atteggiamenti (ognuno ha il suo stile a quanto pare).

In conclusione, Il metodo antistronzi di Robert Sutton è un libro che può essere molto utile, e a parecchie persone (sia a coloro che hanno a che fare con individui simili, sia a coloro che rischiano di diventarlo!), anche se forse avrebbe potuto avere un maggior respiro e una maggiore applicabilità se riferito anche ad altri contesti umani non lavorativi.

Manuel Levante

Share Button